giovedì 31 maggio 2012

Très chic


Un gioco di consistenze tra molluschi e crostacei, una delicata combinazione aromatica, un tocco  speziato e il sublime profumo del mare . . . Né più né meno ! Una pasta che merita davvero un assaggio !




LINGUINE  IN ROSA







INGREDIENTI PER 4 PERSONE


320 LINGUINE
400 G CODE DI GAMBERO
400 G SEPPIE
400 G SCAMPI
6 CAPESANTE
2 SPICCHI DI AGLIO
VINO BIANCO
SCORZETTA DI LIMONE
BASILICO , PREZZEMOLO, SANTOREGGIA
ZENZERO
PEPERONCINO FRESCO
OLIO EVO
SALE


Per prima cosa, pulire e sciacquare bene crostacei e molluschi e sgusciare i crostacei.
Tagliare a listarelle le seppie e saltarle in padella con un filo d'olio, il peperoncino, un paio di fettine di zenzero e di scorzette di limone tritate insieme, e uno spicchio di aglio, salare poco ( sono già salate di loro ! ), sfumare con mezzo bicchiere di vino, coprire e cuocere per circa 40', finché sono tenere.
Tagliare a metà (oppure in 3 parti, se sono grossi ) i gamberi, gli scampi e le capesante , e saltarli con un filo d'olio, un rametto di santoreggia e l'aglio rimasto, per 2' a fuoco vivace, sfumare con un po' di vino, cuocere altri 2' e spegnere, quindi unire il tutto nella padella con le seppie.  Aggiustare di sapore e cospargere con un trito di basilico e prezzemolo.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla al dente e trasferirla nella padella con il sugo preparato, amalgamare bene, allungando con un po' d'acqua di cottura, se serve.
Trasferire in una terrina e servire

lunedì 28 maggio 2012

Semplici dettagli

Una tiepida serata di maggio , un'aperitivo , quattro chiacchere , e una cenetta con tutti i colori e i profumi dell'estate . . . . A volte basta poco !



SPAGHETTI CON POMODORINI GRATINATI E OLIVE TAGGIASCHE

 

 



 
 


 

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE
 
320 G SPAGHETTI RIGATI
500 G POMODORINI CILIEGINI
25 OLIVE TAGGIASCHE
30 G PARMIGIANO
30 G PECORINO STAGIONATO
20 G PINOLI
BASILICO , ERBA CIPOLLINA , PREZZEMOLO
ORIGANO , TIMO
2 SPICCHI DI AGLIO
1 PEPERONCINO FRESCO
PANGRATTATO
SALE , ZUCCHERO DI CANNA
OLIO EVO

Lavare e asciugare i ciliegini, tagliarli a metà, se sono piccoli, in quarti se sono più grossi, cercando di eliminare anche i semi.  Salarli e sistemarli, capovolti, su un tagliere, affinché perdano un po' dell'acqua di vegetazione.
Tritare intanto 20 belle foglie di basilico, 15 steli di erba cipollina e 5 - 6 rametti di prezzemolo, con i pinoli, aggiungere i formaggi grattugiati e un po' d'olio a filo, mescolando fino ad avere un composto ben legato  ( potete anche frullare grossolanamente tutto insieme nel mixer ).


 Allineare i pomodorini, uno accanto all'altro, in una pirofila, cospargere con un po' di sale e 1 cucchiaio di zucchero di canna, quindi distribuire il composto aromatico preparato, facendolo leggermente penetrare nei pomodorini. Spolverizzare di pangrattato e insaporire con qualche fogliolina di origano, gli spicchi di aglio a fettine, il peperoncino e 4 rametti di timo. Irrorare con un filo d'olio, coprire la pirofila con l'alluminio ( praticando 2 fori, per far uscire il vapore ) e passare in forno a 180° per 20' . Eliminare la stagnola, mescolare e rinfornare per altri 30'.
Cuocere la pasta al dente, in abbondante acqua salata, scolarla e trasferirla nella pirofila, mescolare con cura, unendo anche le olive e diluendo, se serve, con un po' d'acqua di cottura della pasta.
Trasferire in una terrina e completare con un giro d'olio .

domenica 27 maggio 2012

Budino - mania

I budini salati . . . Questi sconosciuti ! O meglio : mi sono cimentata in sformatini di ogni tipo, ma con la besciamella e dosi un po' differenti da quelle dei budini !
In realtà, sono un'ottima alternativa, e senza dubbio, sono più veloci da realizzare : io li ho scoperti nel blog Acquolina  di Francesca ! Ci ho provato, e devo riconoscere che il risultato è stato  davvero eccellente !
 Ho accompagnato i miei budinetti con una salsina delicata allo yogurt e fiori di zucca, aromatizzata alla curcuma, polvere indiana dal colore dorato, il cui aroma ricorda un po' quello dello zenzero  . 
Per la parte croccante invece, ho scelto una gustosa frolla al Mezzano, ottimo formaggio dop, vanto del vicentino, e più precisamente dell' Altopiano di Asiago !



MINI BUDINI ALLE ZUCCHINE IN GUSCIO DI FROLLA AL MEZZANO

CON SALSA SPEZIATA AI FIORI DI ZUCCA E YOGURT

E GRISSINI CROCCANTI
















INGREDIENTI ( per 6 stampini )


Per i BUDINI :

600 G ZUCCHINE PICCOLE
120 ML PANNA FRESCA
50 G PARMIGIANO
2 UOVA + 1 TUORLO ( raddoppiando le dosi, servono 5 uova )
1 CIPOLLA NOVELLA
1 SPICCHIO DI AGLIO
1 CIUFFETTO DI MENTUCCIA
OLIO EVO
SALE , PEPE , NOCE MOSCATA

Per il GUSCIO DI PASTA FROLLA e i GRISSINI :

150 G FARINA
75 G BURRO 
75 G FORMAGGIO MEZZANO DOP
50 - 60 ML  LATTE
1 UOVO
1 , 5 G LIEVITO PER TORTE SALATE
1 CUCCH . INO e 1/2 DI ZUCCHERO
1 CUCCH.INO SCARSO DI CURCUMA
1 MAZZETTO DI ERBA CIPOLLINA TRITATA
SALE

 Per la SALSA SPEZIATA AI FIORI DI ZUCCA E YOGURT :

15 FIORI DI ZUCCA MASCHILI ( cioè quelli con il gambo lungo e sottile )
70 G YOGURT GRECO
1 CIPOLLOTTO GRANDE
1 SPICCHIO DI AGLIO
1 BICCH. LATTE ( oppure PANNA FRESCA )
1 CUCCH . INO SCARSO CURCUMA
OLIO EVO
SALE

Per decorare : 
2 - 3 ZUCCHINE PICCOLE                            
1 SPICCHIO DI AGLIO                                                 
OLIO EVO , SALE

Scaldare il forno a 170°.
Preparare, per prima cosa, la frolla : Impastare velocemente tutti gli ingredienti, formare una palla e passarla in frigo, coperta di pellicola, per almeno 30'.
Stendere la pasta allo spessore di 1/2 cm, e, con l'aiuto di 6 formine da tartelletta, ritagliare 6 cerchi, un po' più grandi delle formine usate. 
Capovolgere le formine e rivestirle ( esternamente ) con i cerchi di pasta, in modo da creare 6 cestini dai bordi bassi, quindi passarli in forno per 15' - 20', finché sono ben dorati.
 Ritagliare, dalla pasta rimasta, delle strisce larghe 1 cm e lunghe 10 cm, e modellare dei piccoli grissini, quindi adagiarli in una teglia, rivestita di carta forno, e infornare anch'essi per 15 - 20'.
Budini :
Spuntare le estremità delle zucchine, lavarle e tagliarle a rotelle ( nel caso in cui le zucchine non fossero piccole, occorrerà eliminare anche la parte bianca interna !). Stufarle, in un' ampia padella con un filo d'olio, l'aglio spellato e diviso a metà, la cipollina tritata e la mentuccia. Salare, pepare, coprire e cuocere, a fuoco dolce, finché sono tenere.
Lasciar intiepidire, quindi frullarle con le uova, la panna, il parmigiano e un po' di noce moscata. Suddividere il composto in 6 stampini imburrati ( io ho usato quelli in silicone cannelé, della capacità di 1 dl ) e sistemarli in una teglia, bagnata con due dita d'acqua. Passare in forno e cuocere a bagnomaria per circa 30'. Sfornare e lasciarli intiepidire.
Salsina speziata :
Eliminare il gambo e la parte spinosa dai fiori di zucca, lavarli delicatamente, tamponarli con carta assorbente e aprirli a libro, quindi eliminare il pistillo e tagliarli a listarelle.
Rosolare, in una padella, il cipollotto tritato ( privato, naturalmente, delle radici, della guaina esterna e della parte verde finale ) e l'aglio, spellato e diviso a metà, con un filo d'olio, unire le listarelle e amalgamare bene. Salare e lasciare insaporire per qualche minuto, quindi allungare con il latte, unire la curcuma, coprire e cuocere il tutto per una decina di minuti, finché il sughetto sarà ben ristretto. Spegnere e lasciare raffreddare. Frullare con lo yogurt (diluendo con un po' di latte, se la salsa risultasse troppo densa ) e aggiustare di sapore.
 Sformare i budini dentro i gusci di frolla e decorare con rotelline di zucchina, saltate velocemente in padella con un filo d'olio, aglio e un pizzico di sale. Servirli con i grissini e la salsina.

sabato 26 maggio 2012

Il mare nel piatto

Un piatto fresco e leggero, ma non proprio veloce da preparare, visto e considerato che ogni singolo pesce, dopo essere stato pulito con cura, va cotto separatamente ! Ma, vi assicuro, che l'armonia dei colori, l'alchimia dei sapori e tutto il profumo di questa insalatina, vi ripagheranno dell' impegno.



INSALATINA TIEPIDA DI MARE CON VERDURINE MARINATE E BRUSCHETTE




INGREDIENTI PER 4 PERSONE 

 

500 G CODE DI GAMBERO
500 G CALAMARI
500 G COZZE
16 CICALE DI MARE ( o CANOCCHIE )
3 SPICCHI DI AGLIO
SEDANO, CIPOLLA, PREZZEMOLO, LIMONE ( PER IL BRODO )
PREZZEMOLO
VINO BIANCO
OLIO EVO
SALE , PEPERONCINO

 Per  le VERDURE MARINATE :
20 POMODORINI CILIEGINI
1 CESTINO DI FRAGOLE
1 ZUCCHINA
1 CUORE DI SEDANO
1 CIPOLLOTTO ROSSO
1/2 FINOCCHIO
2 RAMETTI DI BASILICO
MENTA 
1 SPICCHIO DI AGLIO
OLIO EVO
SALE 

Per la  CITRONETTE:
1 SPICCHIO DI AGLIO
1 CUCCH. PREZZEMOLO TRITATO
1 MAZZETTO DI  ERBA CIPOLLINA
1 RAMETTO DI BASILICO
1 CUCCH. INO DI SUCCO DI LIMONE E QUALCHE SCORZETTA TRITATA
MIELE
OLIO EVO

Per le BRUSCHETTE
1 FILONCINO DI PANE
1 SPICCHIO DI AGLIO
ORIGANO
1 RAMETTO DI ROSMARINO
OLIO EVO

Per decorare
1 PESCA
INSALATA GENTILE

Direi che, per prima cosa, si debbano mettere a marinare le verdure (già ovviamente lavate e asciugate), perche' hanno bisogno di alcune ore per insaporirsi. Tritare quindi il cipollotto, tagliare a spicchietti i pomodorini, a julienne la zucchina, privata della parte bianca interna, e a bastoncini il cuore di sedano, lasciando le foglioline più tenere, affettare finemente il finocchio e tagliare a cubetti le fragole. Raccogliere il tutto in una terrina, insaporire con l'aglio, spellato e diviso a metà, il basilico tagliuzzato con le forbici e un rametto di menta. Condire con un po' di sale e olio, coprire e lasciar marinare al fresco ( ricordarsi di eliminare l'aglio, prima di servirle !).
Preparare poi in una terrina un intingolo di aglio e olio, che servirà per condire i gamberi, e farlo riposare, coperto.
Emulsionare gli ingredienti della citronette e lasciar marinare il tutto con l'aglio.
Pulire bene crostacei e molluschi e sciacquarli abbondantemente.
Praticare sulle canocchie un incisione lungo il dorso, quindi saltarle a fuoco vivo con aglio e olio per 1' - 2'. Salarle, toglierle dalla padella e sistemarle su un piatto ( attenzione alla cottura, perché stracuociono in un baleno ! ). Quando si saranno raffreddate, sgusciarne la metà e conservare le rimanenti intere, per decorare.
Saltare le cozze con aglio, olio e peperoncino, sfumare con un bicchiere di vino, coprire e cuocere finché non sono aperte. Cospargere di prezzemolo tritato e far restringere leggermente il sughetto a fuoco vivo.
Tagliare a listarelle i calamari e scottarli, per pochi minuti, in padella con olio e aglio. Salare e lasciare intiepidire.
Preparare un brodo leggero con una cipolla, una costa di sedano, un ciuffo di prezzemolo e uno spicchio di limone, sfumarlo con un po' di vino e tuffarvi i gamberi, sgusciati, per 3' - 4'. Scolarli e lasciare intiepidire anch'essi, quindi trasferirli in una terrina, salarli e condirli con l'intingolo preparato.
In una ciotolina, versare un po' d'olio e insaporirlo con aglio e origano tritato ( va benissimo anche quello secco ). Affettare il filoncino e tostare le fettine in forno, quindi, con l'aiuto di un rametto di rosmarino, spennellarle con l'olio aromatico.
A questo punto, preparare il piatto, sistemando i singoli pesci separatamente, oppure mescolati tra di loro, su un letto di insalatina e verdurine.  Decorare con le canocchie e le fettine di pesca, e servire con la salsina, senza l'aglio, e le bruschette, a parte.


A proposito di vini : ottimo l'abbinamento con una fresca ed elegante bollicina, dalle note floreali e di frutta : Brut Franciacorta DOCG - Barone Pizzini


mercoledì 23 maggio 2012

Buono come il pane

Un piccolo piacere a cui non saprei rinunciare . . . Il pane ! Per prepararlo in casa, bisogna armarsi di un po' di pazienza per seguire tutte le fasi di impasto, lievitazione e cottura, e lasciar spazio alla fantasia per creare sempre nuove combinazioni di sapori.  Ma, alla fine, è impagabile la soddisfazione di poter gustare il pane appena sfornato, caldo e fragrante, mentre nell'aria ancora aleggia il suo intenso profumo.

PANE AL GUSTO DI POMODORO

 



INGREDIENTI

200 G FARINA " 00 "
200 G FARINA MANITOBA
100 G FARINA " 0 "
200 G ACQUA
50 G LATTE
12 G LIEVITO DI BIRRA
150 G  SALSA DI POMODORO ( aromatizzata con 4 foglioline di BASILICO )
2 CUCCH . OLIO
60 G PARMIGIANO
4 RAMETTI TIMO
4 RAMETTI ORiGANO
2 CUCCH . ZUCCHERO
2 CUCCH . INI SALE

Impastare gli ingredienti, come spiegato nelle " Basi per cominciare ".
Dopo aver sciolto il lievito in un po' d'acqua, unire l'acqua rimasta, mescolata con la salsa , il latte e il parmigiano, quindi fare la fontana con la farina, aromatizzata con le foglioline di timo e origano, e impastare il tutto.
Trascorso il tempo di lievitazione, riprendere l'impasto e lavorarlo ancora qualche minuto, quindi stenderlo in uno stampo a cassetta ( oppure dategli la forma che preferite ). Lasciar lievitare ancora 30', finché la pasta fuoriesce dai bordi. Infornare a 180° per circa 30' - 40'.
Sfornare il pane e lasciarlo intiepidire, coperto, per 30' prima di affettarlo.








lunedì 21 maggio 2012

Ultimi assaggi di stagione

La stagione ormai volge al termine, ecco quindi un ultimo omaggio a questa assoluta prelibatezza, di qualità garantita, protagonista indiscussa della cucina di primavera : l'asparago bianco DOP di Bassano !


PASTICCIO AGLI ASPARAGI

 



INGREDIENTI PER 12 PERSONE

 

365 G LASAGNE SECCHE ALL'UOVO

Per la BESCIAMELLA :
2 L LATTE INTERO
200 G BURRO
200 FARINA
SALE , NOCE MOSCATA
Per gli ASPARAGI :
3 KG ASPARAGI BIANCHI DI BASSANO DOP
2 CIPOLLE NUOVE
ERBA CIPOLLINA
OLIO EVO , SALE , PEPE

PARMIGIANO





Preparare per prima cosa gli asparagi stufati. Mentre cuociono, fare anche la besciamella.
Per la pasta : scottare velocemente le lasagne in acqua bollente salata e, con l'aiuto della schiumarola, stenderle su un canovaccio pulito. Io ho usato le lasagne secche, perché mio marito odia quelle fresche . . . Viene bene in entrambi i modi ! Dimenticavo : le sfoglie si possono mettere anche a crudo, come indicato in molte confezioni : a voi la scelta .
A questo punto assemblare il pasticcio : in una pirofila leggermente imburrata, stendere un velo di besciamella, quindi procedere con uno strato di lasagne, coprire con un po' di asparagi, un po' di besciamella ( senza lasciare spazi vuoti ) e una bella sparmigianata. Procedere così fino a esaurimento degli ingredienti, terminando con besciamella e parmigiano .
Passare in forno a 180 ° per 30' ( 40' se mettete la pasta a crudo ) , avendo cura, gli ultimi 10', di accendere il grill per gratinare la superficie del pasticcio . Lasciar riposare 10' prima di servire.



venerdì 18 maggio 2012

L'abbinamento perfetto

Da buona veneta, non potevo proprio farmi sfuggire l'occasione di questo contest, per rendere omaggio ad alcuni tra prodotti tipici della mia Regione che particolarmente apprezzo. In primis, la faraona, che, con la sua delicata carne bianca , è protagonista, insieme agli altri animali da cortile, di molte ricette di secondi piatti e poi, le ciliegie, fiore all'occhiello di Marostica.  Ma per esaltare questi eccellenti sapori del territorio veneto,  non poteva mancare l'abbinamento con un vino, dal leggero profumo di fiori e dal sapore elegante, che vanta un posto d'onore nel panorama dei pregiati vini locali : il Soave doc.




FARAONA MARINATA AL SOAVE DOC
CON SALSA ALLE CILIEGIE
E CROSTINI DI PATE'






INGREDIENTI PER 4 PERSONE

1 FARAONA
500 ML SOAVE CLASSICO DOC - AZIENDA AGRICOLA INAMA
1/2 BICCHIERE DI STOCK SHERRY
1 RAMETTO DI SALVIA , 1 RAMETTO DI ROSMARINO , 1 RAMETTO DI TIMO
2 SPICCHI DI AGLIO FRESCO
1 CIPOLLA DOLCE NOVELLA
2 CHIODI DI GAROFANO
2 CUCCH . DI ZUCCHERO DI CANNA
SALE COMUNE E ALLA VANIGLIA
PEPE LUNGO
OLIO EVO

PER IL PATE' :
FEGATINI DI FARAONA
2 SCALOGNI
3 RAMETTI DI SALVIA 
1 FOGLIA DI ALLORO
1/2 BICCH . VINO BIANCO
1 BICCH . DI SHERRY
2 CUCCH .  LATTE o PANNA FRESCA
3 RAMETTI DI PREZZEMOLO
10 G PINOLI
SALE , PEPE
OLIO EVO
15 PICCOLI CROSTINI DI PANE
QUALCHE CILIEGIA ( per decorare )

Preparare innanzi tutto la faraona : pulirla, fiammeggiarla, privarla delle interiora, tenendo da parte i fegatini, e dividerla in 8 pezzi (oppure, per queste operazioni, rivolgersi al proprio macellaio di fiducia, come del resto faccio io ! ). Togliere la pelle dai pezzi di faraona, conservando i ritagli di carne, per il paté.
Sistemare i pezzi di faraona, e i fegatini, in una terrina, aggiungere l'aglio, spellato e diviso a metà, gli aromi, la cipolla tritata, 1 cucchiaino di sale alla vaniglia, i chiodi di garofano, qualche frutto di pepe lungo e irrorare con 400 ml di vino bianco. Coprire e lasciare marinare al fresco per circa 1h. Scolare poi i pezzi dalla marinata, insieme ad aglio e aromi, e rosolare il tutto in un ampio tegame con un po' d'olio, a fuoco medio.  Quando la faraona sarà ben dorata, salare, aggiungere la marinata, abbassare la fiamma e cuocere coperta per circa  35' - 40', girando i pezzi, di tanto in tanto.
Lavare le ciliegie, denocciolarle,  lasciarne alcune intere e tagliare le altre a metà, cercando di raccogliere anche il loro succo. Aggiungerle alla faraona, dopo avere filtrato il fondo di cottura, in modo da eliminare eventuali ossicini e parte degli aromi e delle spezie. Cospargere la preparazione con lo zucchero e irrorare con il vino rimasto, il succo di ciliegia e il liquore, lasciare evaporare, quindi abbassare la fiamma, coprire e cuocere ancora  50'. Al termine, togliere il coperchio e addensare il fondo di cottura a fuoco medio per qualche minuto, quindi lasciare riposare, coperta, qualche minuto.

Nel frattempo preparare il paté : 
appassire gli scalogni, tritati, in un padellino, con un filo d'olio, la salvia e l'alloro, unire i fegatini, a pezzetti, insieme a qualche ritaglio di carne, e lasciare rosolare per qualche minuto. Salare e pepare, sfumare con il vino e il liquore, coprire e cuocere per circa 30', mescolando ogni tanto. Poco prima del termine, aggiungere anche la panna. Lasciare intiepidire.
Tritare insieme i pinoli e foglie di prezzemolo, quindi unirli, nel mixer, agli altri ingredienti, e frullare fino ad avere un composto liscio e omogeneo (aggiungere poco latte o panna, se serve ).
Tostare in forno le fettine di pane, spalmarle con il paté e decorarle con una fettina di ciliegia. I crostini si possono servire a temperatura ambiente oppure si possono passare qualche minuto in forno, poco prima di portare a tavola.
Servire la faraona, irrorata con la sua salsina,  i crostini e, volendo, patatine arroste .

A proposito di vini : io consiglio di abbinare la faraona con lo stesso vino usato per la marinata : Soave classico DOC - Azienda Agricola Inama




giovedì 17 maggio 2012

Qualcosa di molto prezioso 2

Ecco un altro dolce che il mio bambino ha espressamente chiesto per la sua Comunione : il SALAME DI CIOCCOLATA ! La ricetta è semplicissima, io l'ho copiata da un vecchio quaderno di mia madre, che, a sua volta, l'aveva trascritta dal Talismano della Felicità.  
Ogni volta che lo preparo, riemergono, dalle pieghe del tempo, tanti ricordi lontani, e allora, per un istante, rivedo me e mio fratello bambini, appollaiati su una sedia della cucina, in trepidante attesa che la mamma finisse, per leccare la ciotola dell'impasto e il mestolo, ancora avvolto da un delizioso strato di cioccolato e biscotti.
E oggi, sorrido e provo una grande tenerezza nel rivedere la stessa immagine . . .  Ma adesso, i bimbi dall'aria furba e divertita, con la bocca e il nasino ricoperti di cioccolato, sono i miei !




IL BACIO DELLA DAMA





INGREDIENTI PER 4 - 6 PERSONE 

 

125 G ZUCCHERO ( meglio se a velo )
100 G BISCOTTI SECCHI ( io uso gli ORO SAIWA )
75 G CACAO AMARO
75 G BURRO
1 UOVO e 1 TUORLO

In una terrina, montare, con le fruste elettriche, l'uovo e il tuorlo con lo zucchero , fino ad avere un composto chiaro e spumoso. Io, questa operazione la eseguo a bagnomaria (trattandosi di un dolce per bambini, evito di lasciare le uova crude !)
Sempre mescolando, aggiungere il cacao e poi il burro fuso.
Sbriciolare grossolanamente i biscotti, chiudendoli in un sacchettino e pestandoli, e unirli all'impasto. Amalgamare il tutto con forza e dare al composto la forma di un salamino. Ricoprirlo di pellicola trasparente, adagiarlo in uno stampo da plum cake e passarlo in frigo per qualche ora. 
Affettarlo e servirlo, a scelta, con la panna montata. 





mercoledì 16 maggio 2012

Qualcosa di molto prezioso

Dopo tanti preparativi, spirituali ma, necessariamente, anche pratici, il gran giorno è arrivato : la Prima Comunione del mio bambino . E' stata un'emozione unica e irripetibile vederlo sfilare, con i suoi compagni, lungo la navata della chiesa, con quegli occhioni neri, intimiditi, che tradivano tutta l'ansia e l'agitazione del momento. 
Fuori, l'eco insistente di un diluvio incessante ci ha accompagnato per tutta la cerimonia.
E poi, a casa per una colazione molto speciale , tutta per lui . . .  il mio piccolo - grande Tommy !



 BAVARESE ALLA CREMA DI LIMONE E LIMONCELLO




INGREDIENTI PER 12 PERSONE

600 ML LATTE INTERO
6 TUORLI
170 G ZUCCHERO
600 ML PANNA FRESCA
2 BICCH . INI LIMONCELLO
10 G COLLA DI PESCE
1 LIMONE

1 CESTINO DI FRAGOLE
3 KIWI
 MENTA

In una ciotola, montare i tuorli con lo zucchero e la scorzetta di mezzo limone, grattugiata finemente, finché non sono chiari e spumosi.
Portare intanto a bollore il latte con la scorza dell'altra metà del limone, quindi eliminarla e, sempre mescolando, versare  il latte, a filo, sulle uova, insieme al succo di mezzo limone e al liquore.
Porre il composto a bagnomaria e cuocere, mescolarlo, finché la crema non sarà addensata e velerà il cucchiaio. Ammollare la colla di pesce in acqua fredda, strizzarla bene e unirla alla crema, ancora ben calda, incorporandola con cura.
Immergere la ciotola in acqua e ghiaccio e lasciarla raffreddare, mescolando di tanto in tanto.
Montare ben ferma la panna, fredda di frigorifero, e amalgamarla delicatamente al composto, con movimento dal basso verso l'alto, per non smontarla. Versare il tutto in uno stampo e passare almeno 6 h in frigorifero. Per sformare la bavarese più facilmente, io l'ho passata anche 1 h in freezer !
Immergere velocemente lo stampo in acqua calda, asciugarlo e girarlo su un piatto. Decorare con una dadolata di frutta fresca e qualche fogliolina di menta.

A proposito di vino : ho servito la bavarese con un Passito di Pantelleria ( non certo per i bambini, si intende !) prodotto artigianalmente.




Colora la tua fresca estate! il contest gelato








lunedì 14 maggio 2012

Tenera e' la carne

Non avevo mai preparato il roast beef al sale, benché sia un grande classico. Fatto sta che, la settimana scorsa, mio cognato Stefano ne ha cucinato uno davvero strepitoso, con tanto di avocado in bella vista, stuzzicando la mia curiosità di provare.
Detto - fatto, eccomi dal macellaio a disquisire sulla ricetta . Ma è stato l'intervento di un cliente a illuminarmi sull 'opportunità di rosolare la carne prima di ricoprirla con il sale, per sigillarla bene ed evitare, così, l'eccessiva salatura.  Consiglio geniale !
Unico tocco personale : il gioco dei condimenti .


ROAST BEEF IN CROSTA DI SALE CON PATATE ARROSTE  SALSA DI ZUCCHINE E TARTARE DI DATTERINI MARINATI




INGREDIENTI PER 6 PERSONE

900 G ROAST BEEF
3,5 KG SALE GROSSO
AROMI :    3 RAMETTI DI ROSMARINO , 3 RAMETTI DI SALVIA , 2 RAMETTI DI TIMO , 
2 RAMETTI DI ORIGANO , 2 RAMETTI DI NEPITELLA 1 RAMETTO DI MIRTO ,  2 FOGLIE DI  ALLORO 
2 SPICCHI DI AGLIO NOVELLO
2 BACCHE DI GINEPRO
PEPE LUNGO DELL'INDONESIA 
VINO BIANCO
OLIO EVO 

TARTARE DI DATTERINI:

25 DATTERINI
1 CIPOLLOTTO ROSSO
1 SPICCHIO DI AGLIO NOVELLO
1 MAZZETTO DI BASILICO
PEPERONCINO
SALE
OLIO EVO

SALSA DI ZUCCHINE :
400 G ZUCCHINE
1 CIPOLLOTTO GROSSO
1 SPICCHIO DI AGLIO NOVELLO
PREZZEMOLO TRITATO
SALE , PEPE
OLIO EVO



PATATE ARROSTE :
6 - 7 PATATE ROSSE 
2 SPICCHI DI AGLIO
2 RAMETTO ROSMARINO
2 BICCH .  DI  VINO BIANCO
SALE , PEPE
OLIO EVO

Praticare alcune piccole incisioni sulla carne, con un coltellino affilato, e inserirvi salvia e rosmarino tritati e una fettina di aglio. Legarla, con lo spago da cucina, e adagiarla in una casseruola con uno spicchio di aglio diviso a metà, un rametto di rosmarino, un rametto di salvia, un rametto di timo, uno di mirto, una foglio di alloro e le bacche di ginepro. Condire con un buon giro d'olio, coprire e lasciare insaporire un paio d'ore.
Tritare intanto le erbe rimaste e mescolarle al sale grosso.
SALSA DI ZUCCHINE :  Lavare e spuntare le zucchine, quindi tagliarle a cubetti ( se le zucchine sono grandi, è necessario eliminare anche i semi, scavando l'interno bianco ). Saltarle in una padella con l'aglio e il cipollotto tritato, salarle e cuocerle coperte finché sono tenere.Aggiungere il prezzemolo tritato, spegnerle e lasciarle intiepidire. Frullare le zucchine in crema, unendo un po' d'olio a filo, fino ad avere una salsa liscia e omogenea.
Lavare i datterini e tagliarli a dadini, porli in una terrina con l'aglio diviso in due, il cipollotto e il basilico tritati, e il peperoncino a fettine, salare e irrorare con un filo d'olio. Lasciare  marinare.
Rosolare il roast beef  su ogni lato per 2' - 3', quindi toglierlo dalla casseruola, conservando il suo fondo di cottura.
In una pirofila che contenga la carne quasi di misura, stendere uno strato di sale aromatico, adagiarvi la carne e coprirla interamente con il sale rimasto. Passare in forno a 200° per 40' - 45' ( a seconda della cottura desiderata ).
Nel frattempo preparare le  PATATE ARROSTE :
tagliarle a tocchetti e saltarle, per qualche minuto, in una padella, meglio se anti aderente, con olio, l'aglio, diviso a metà, e il rosmarino. Mescolare bene, sfumare con il vino, salare e pepare e cuocere le patate, coperte, a fiamma bassa, per 20'. Quando saranno tenere, ma ancora sode,  togliere il coperchio, eliminare aglio e rosmarino, e farle dorare a fiamma vivace, mescolando con una paletta, per non romperle. Aggiustare di sale e pepe.
A cottura ultimata, togliere il roast beef dal forno e lasciarlo riposare una decina di minuti, quindi rompere la crosta di sale, estrarre la carne ed eliminare ogni residuo di sale. Affettarlo e sistemarlo su un piatto da portata, con le patate.
Deglassare il fondo di cottura con un bicchiere di vino bianco, quindi sistemarlo, ben caldo, in una  ciotolina, o salsiera.
Servire il roast beef con, a parte, il suo sughetto, la salsa di zucchine e la tartare di datterini ( avendo cura di eliminare l'aglio ). Ognuno sarà libero di scegliere come condirlo !

A proposito di vino : consiglio di abbinare il roast beef con un buon bicchiere di chianti  : io ho scelto il Chianti Classico DOCG  2005 - Castello dei Rampolla








giovedì 10 maggio 2012

Pomodori per piccoli golosi

Un post veloce per un piattino semplicissimo, ma molto sfizioso : le cotolettine di pomodoro ! Sono ottime come contorno, ma anche come stuzzichino, e, cosa non da poco, piacciono molto ai bambini, spesso ostili nei confronti di qualsivoglia verdura ! Mio figlio infatti ne va letteralmente matto ! ! !  E non è il solo . . . L'unico inconveniente è che si finisce per mangiarne troppe !


COTOLETTINE DI POMODORO  

 
 

 

 
 
 


INGREDIENTI PER 4 PERSONE
4 POMODORI RAMATI ( non troppo maturi e ben sodi )
4 RAMETTI DI TIMO
4 RAMETTI DI ORIGANO
4 CUCCH . PARMIGIANO
1 UOVO
PANGRATTATO 
SEMOLA RIMACINATA
SALE
ZUCCHERO A VELO
OLIO EVO

 Lavare e asciugare i pomodori, tagliarli a fette un po' spesse, salarle e stenderle su un foglio di carta assorbente, affinché perdano un po' dell'acqua di vegetazione.
 Asciugare le fette di pomodoro, passarle nell'uovo sbattuto e poi in una miscela di pangrattato, semola, parmigiano e aromi tritati. Pressare leggermente per far aderire il composto, quindi friggerle in abbondante olio. Scolarle e passarle nella carta assorbente.
Sistemarle su un piatto e cospargerle con pizzico di sale e, volendo, con una punta di zucchero a velo. Servire subito.



martedì 8 maggio 2012

Con un tocco inglese

Oggi, una ricetta d' ispirazione tipicamente " british ", ma con qualche nota personale : ho usato il filetto di vitello, al posto del tradizionale roast beef,  e l'ho accompagnato, come si conviene, con delle piccole tortine di zucchine che, nell'impasto, ricordano molto i famosi  yorkshire pudding, protagonisti, con l'arrosto, dei pranzi domenicali inglesi.
L'abbinamento è davvero interessante : il filetto è uno dei tagli più morbidi e delicati del vitello e le tortine sono venute così soffici e  profumate, che 4 sono " sparite " prima che riuscissi a sformarle !


FILETTO DI VITELLO AL PUNTO ROSA CON POMODORINI GRATINATI E MINI TORTINE ALLE ZUCCHINE

 



INGREDIENTI PER 4 PERSONE

650 G FILETTO DI VITELLO
3 RAMETTI DI ROSMARINO , 3 RAMETTI DI SALVIA , 2 RAMETTI DI TIMO , 2 RAMETTI DI SANTOREGGIA , 1 RAMETTO DI MIRTO , 1 FOGLIA DI ALLORO 
2 SPICCHI DI AGLIO
1 BICCH . VINO BIANCO
SALE COMUNE , SALE AGLI AROMI
PEPE IN GRANI
NOCE MOSCATA
STECCA DI VANIGLIA ( ne bastano 2 cm. )
2 BACCHE GINEPRO
OLIO EVO

POMODORINI GRATINATI :
20 CILIEGINI
ORIGANO , NEPITELLA , TIMO
PANGRATTATO
SEMOLA DI GRANO DURO
PARMIGIANO
SALE
OLIO EVO

 TORTINE ALLE ZUCCHINE
 ( dosi per 12 tortine ):
300 G ZUCCHINE PICCOLE
120 G FARINA
120 G LATTE
1 UOVO + 1 TUORLO ( se volete raddoppiare le dosi , per 24 tortine serviranno 3 uova intere )
3 CUCCH . PARMIGIANO
1 SPICCHIO DI AGLIO
1 CIPOLLOTTO 
OLIO , SALE
NOCE MOSCATA
BURRO E FARINA (per gli stampini )
INSALATA GENTILE  ( per decorare)

Praticare sul filetto alcune piccole incisioni e inserirvi un po' di salvia e rosmarino tritati, e una fettina di aglio. Legare la carne con lo spago e sistemarla  in una casseruola con l'aglio e gli odori rimasti, la vaniglia, le bacche di ginepro e qualche grano di pepe. Profumare con la noce moscata e condire con un buon giro d'olio. Coprire e lasciare insaporire un paio d'ore. Naturalmente, questo passaggio è facoltativo, la carne può essere cotta anche subito !

Nel frattempo occuparsi dei pomodorini gratinati
Lavare i ciliegini e tagliarli a metà, salarli e lasciarli capovolti per 30', affinché perdano un po' della loro acqua di vegetazione. Allinearli poi in una teglia, spolverizzarli con un pizzicone di sale e zucchero e cospargerli con una miscela abbondante di pangrattato, semola, parmigiano e erbe aromatiche tritate. Irrorare con un filo d'olio e passare in forno, già portato a 180°, per 20' circa.
A questo punto, preparare anche le tortine di zucchine.  
Lavare le zucchine, privarle delle due estremità e tagliarle a rotelle, quindi stufarle in padella con un filo d'olio, l'aglio e lo scalogno tritato. Salare e pepare, allungare con un po' d'acqua, coprire e cuocere finché sono tenere.
Sbattere le uova con un po' di noce moscata e il parmigiano, aggiungere la farina e, sempre mescolando con la frusta, diluire con il latte, versato a filo. Frullare le zucchine e aggiungerle alla pastella, oppure frullare insieme i due composti.
Imburrare e infarinare uno stampo da 12 mini muffin e suddividervi l'impasto preparato, riempiendo fino a 3/4. Infornare a 180°, per 15 '- 20 ', quindi sfornare e lasciare riposare qualche minuto prima di sformare.
Rosolare il filetto su ogni lato, salando con il sale comune e quello aromatico. Dopo circa 15', sfumare con un bicchiere di vino bianco, abbassare un po' la fiamma e continuare la cottura per altri 20', girando la carne di tanto in tanto. A cottura ultimata, posizionare il filetto su un tagliere e lasciarlo riposare 10', intanto filtrare il fondo di cottura. 
Affettare la carne e sistemarla su un piatto, guarnire intorno con i pomodorini, l'insalatina e le tortine, quindi irrorare con il sugo ben caldo.


A proposito di vino : vi consiglio di abbinare questo piatto con un rosso toscano dal colore rubino, e dal sapore fruttato e allo stesso tempo speziato, che a me piace molto ! Trefiano Carmignano docg - Tenuta di Capezzana