sabato 6 aprile 2013

Pioggia d ' aprile

Le vacanze di Pasqua sono ormai un ricordo lontano . . . Talmente veloci da scivolare via senza che quasi me ne accorgessi, talmente brevi da riuscire a goderle solo a metà.
Dal timido, ma già tiepido, sole, che si è inaspettatamente concesso a Pasqua e Pasquetta ;
ai primi bellissimi fiori che finalmente fanno capolino in ogni angolo del giardino ;








al profumo dell'aria di campagna, che  sa già di nuovo, di fresco e di pulito.
E ancora, le lunghe e affollate colazioni in famiglia e le chiacchierate fino a notte fonda con la mamma.




Ma poi, in un lampo, si torna alla quotidianità, che ormai, diciamocelo, ha pure una sua costante climatica, perchè, dopo l'idilliaca quiete, ha ricominciato a piovere, piovere e piovere ancora !
Vi lascio la mia canzone del buonumore e una ricetta .
Buon week end !

 
Girls In Their Summer Clothes 
 
 
 

Spiedini di gamberoni e capesante

con salsa al crescione




 

 















Ingredienti per 6 spiedini


12 GAMBERONI
6 CAPESANTE
ERBA CIPOLLINA , ROSMARINO , SANTOREGGIA , TIMO
PREZZEMOLO TRITATO
1 ARANCIA
LEMON GRASS
2 SPICCHI DI AGLIO
VINO BIANCO
MIELE
SALSA DI SOIA
OLIO EVO

Per la salsa :
UN MAZZETTO DI CRESCIONE
5 - 6 STELI DI ERBA CIPOLLINA
100 G YOGURT GRECO
SALE
1 CUCCH . INO DI MIELE DI ACACIA
OLIO EVO

Sciacquare i gamberoni, sgusciarli e privarli del budellino ( cioè il filo nero che si trova sul dorso). Adagiarli in una pirofila, o in un piatto fondo, salarli e condirli con un'emulsione realizzata mescolando olio, miele, salsa di soia e succo d'arancia. Insaporire con l'aglio, diviso a metà, alcune fettine di lemon grass, i rametti di santoreggia e qualche stelo di erba cipollina tagliuzzato, coprire e lasciare marinare, in luogo fresco, per 2 h.
Farvi aprire le capesante dal pescivendolo, quindi staccare i molluschi dalle valve, togliere la parte scura filamentosa e lavarli accuratamente sotto l'acqua corrente per eliminare ogni residuo sabbioso. Asciugare le capesante e sistemarle su un piatto, salarle, condirle con un filo d'olio, una spruzzata di vino, uno spicchio d'aglio affettato e qualche rametto di rosmarino. Coprirle e lasciarle insaporire per 2 h.
Mescolare insieme pangrattato e semola q.b., unire il prezzemolo tritato e qualche fogliolina di santoreggia, e amalgamare il tutto. Sgocciolare gamberoni e capesante e passarli nella panatura, facendola aderire bene, quindi infilzare negli appositi stecchini, alternati, 2 gamberoni e una capasanta.
Allineare gli spiedini in una teglia, foderata di carta forno, con fettine di aglio e qualche rametto di rosmarino, salarli, irrorarli con le rispettive marinate e un filo d'olio, quindi infornarli a 200° per 15' circa, girandoli a metà cottura.
Per la salsina : tritare insieme crescione e erba cipollina, passare al mixer con miele e un filo d'olio. Unire lo yogurt e un pizzico di sale e frullare ancora, finché la salsa non avrà assunto una consistenza omogenea e cremosa. All'occorrenza aggiungere 2 cucchiai di latte (o panna). Aggiustare di sapore e conservare il luogo fresco.
Servire gli spiedini su un letto di insalatina o di germogli, con la salsa a parte.
 
 

A proposito di vino :

ho scelto un  grande bianco aromatico altoatesino, che già al naso sprigiona tutto il suo inconfondibile bouquet . Il colore ha brillanti riflessi dorati e il sapore è pieno e persistente. Un vino davvero ideale per il pesce.  Alto Adige Gewürztraminer DOC - Abbazia di Novacella ( Via Abbazia 1, I-39040 Varna - Bz )

9 commenti:

  1. La marinatura dei gamberi è fantastica! Tutti quei ingredienti sono speciali e sicuramente ognuno di loro ha contribuito al sapore finale dei gamberi.
    Ottima anche la scelta del vino, a me piace molto il Gewurztraminer, lo trovo molto fruttato, intenso, ha un buon sapore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Any ! Quanto al vino, la pensiamo allo stesso modo.
      A presto

      Elimina
  2. che bel giardino fiorito!!! e che bei piattini ci proponi oggi! buona domenica (piovosa) d'aprile! :-)

    RispondiElimina
  3. Ciao Elena, qui è brutto pure oggi, che strazio. Un bacio

    RispondiElimina
  4. Wow. Mio marito potrebbe morire per questa ricetta. Piacere di conoscerti e sono una tua nuova follower :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mou, benvenuta. Ora passo anch'io da te a dare una sbirciatina.

      Elimina
  5. Come sempre una ricetta delicata e raffinatissima! Sai che nonostante bazzichi in negozi molto forniti ho sempre difficoltà a trovare il lemon grass???? O_o
    Bacioni

    RispondiElimina
  6. Dani, io ho dovuto " corteggiare " un bel po' il mio fruttivendolo perchè me lo procurasse. Baci

    RispondiElimina
  7. Ciao Lisa, ti ho scoperto tra i finalisti del contest di Donatella (ci sono anch'io!)Questa ricetta è davvero meravigliosa non posso lasciarmela scappare. Penso proprio che la proverò.Complimenti. Ciao. Silvia

    RispondiElimina