domenica 30 giugno 2013

Facciamoci una risata

Ammetto che , dopo il gelo patito l'altra sera e la malinconia del tempo, grigio e incerto, di ieri, il cielo turchino e brillante di questa mattina sia davvero una visione irreale, suggestiva e appagante. E allora :
voglia d'estate,
sapore di vacanze , di mare e di pranzi all'aperto , 
leggerezza e sorrisi a profusione .
Durerà ? 
Vi lascio la mia insalatina di riso, la prima della stagione, nata sulla base di un interminabile elenco di ingredienti, ammessi e vietati, stilato dai miei bambini .
Buona domenica !
 

Insalata di Riso agli aromi

con pesche e lime















Ingredienti per 4 persone




200 G RISO CARNAROLI
250 G PISELLI FRESCHI SGRANATI
20 POMODORINI DATTERINI
2 PESCHE NETTARINE
1 COSTA TENERA DI SEDANO BIANCO
150 G FORMAGGIO ASIAGO DOP
120 G PROSCIUTTO COTTO ( in un ' unica fetta )
80 G OLIVE VERDI DENOCCIOLATE
1 LIME
SALE

Per condire :
6 - 7 STELI DI ERBA CIPOLLINA
2 - 3 RAMETTI DI BASILICO E PREZZEMOLO
3 FOGLIE DI SEDANO
2 FOGLIE DI MENTA
1 SPICCHIO D ' AGLIO
SCORZETTA DI LIMONE
1/2 LIME
SALE
OLIO EVO


Per prima cosa lavare e asciugare gli aromi, quindi frullarli con un pizzico di sale, un paio di scorzette di limone, una spruzzata di lime e l'olio versato a filo, fino ad avere una salsa liscia e omogenea . Profumare con l'aglio a fettine, coprire e lasciare insaporire per almeno 1h.
Lavare i datterini, dividerli a metà, salarli e lasciarli capovolti su un tagliere per circa 30', affinché perdano un po' della loro acqua di vegetazione.
Tagliare a cubetti il prosciutto, il formaggio, i datterini e le pesche, pelate e private del nocciolo. Riunire il tutto in un ' ampia terrina con le olive, divise il quattro, e il sedano, mondato e affettato, quindi mescolare bene.
Lessare i piselli per 7' - 8', in abbondante acqua salata in ebollizione, quindi versare il riso a pioggia e continuare la cottura per altri 18 ' ( o quanto indicato nella confezione ) . Scolare riso e piselli e passarli velocemente sotto l'acqua corrente per fermare la cottura. Aggiungerli nella terrina e condire il tutto con la salsina preparata, senza l'aglio. Amalgamare con cura, aggiustare di sapore e decorare con fettine di lime e foglioline piccole di basilico.
 
 
 
Partecipo al contest Ricette sotto l’ombrellone dei blog Peccato di gola e Le nostre ricette di casa.

 
 
Partecipa al mio contest!











venerdì 28 giugno 2013

Il contest di Valentina e bloglovin - mania

Per prima cosa, oggi vorrei segnalarvi il nuovo bellissimo contest di Valentina ( Il cestino da pic nic ) : Ricordi di viaggio .
Eh già, perché io, in qualità di vincitrice del suo precedente contest, sarò co - giudice, insieme a lei, nella scelta del vincitore. E allora, un grazie a Valentina per la bellissima opportunità e . . .Voi, che aspettate ? Correte subito, da lei, a leggere il regolamento !!!! Avete tempo fino al 21 settembre per rievocare, attraverso una ricetta, i vostri ricordi più belli, e linkarla naturalmente a Valentina.
Io non vedo l'ora di leggere i vostri post !!!!

cartolina
 
 
Detto ciò, altra notizia tutt'altro che irrilevante. Il fermento che regna su blogger, in questi giorni, mi ha inevitabilmente travolta. E allora,  da oggi,  il mio blog si trova anche su Bloglovin. Dunque, se volete seguirmi pure là, vi basterà cliccare il bottone in basso a destra !
Baci e a domani con una nuova ricetta .
 

martedì 25 giugno 2013

Adesso grigliamo

Succede ogni inizio d'estate, quando programmo di trascorrere qualche giorno dai miei genitori, in campagna, il caldo e l'afa si fanno insopportabili e l'ondata africana raggiunge regolarmente il picco.   Poi, al mio ritorno, tuoni e fulmini all'improvviso e il termometro torna a ragionare. Ma, alla fine, poco importa la temperatura, perché adoro infinitamente quella casa, e i giorni passati là restano sempre e comunque impagabili.
Quanto alla ricetta, ero rimasta affascinata dall'idea di Alice di immergere le fettine di pollo nello yogurt, prima di procedere alla preparazione delle sue sfiziosissime cotolette ( la sua ricetta la trovate qui ).
E allora, ecco l'ispirazione : latte e aromi per marinare la carne, una piastra arroventata ( in questi giorni si può ) e un cestino di frutta e verdura ! W L ' ESTATE !
 
 
 

Spiedini di pollo con salsa agrodolce di pomodorini e pesca

e insalatina di pesche grigliate



 
 
 




 
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 


Ingredienti per 20 spiedini


6 FETTE DI PETTO DI POLLO ( circa 800 G )
LATTE
NOCE MOSCATA
1 RAMETTO DI MIRTO , SALVIA , ROSMARINO
1 FOGLIA DI ALLORO
2 SPICCHI DI AGLIO
2 CUCCH . INI DI MIELE
1/2 LIME
SALSA DI SOIA
SALE DI CIPRO
1 LIME
OLIO EVO

Per la salsa agrodolce
12 POMODORINI PICCADILLY
1 PESCA
1 CIPOLLA NOVELLA
1 SPICCHIO DI AGLIO
1 FOGLIA DI ALLORO
1 CIUFFO DI BASILICO
ACETO DI MELE
1 CUCCH . DI ZUCCHERO
SALSA DI SOIA
SALSA WORCESTER
SALE
OLIO EVO

Per completare
6 PESCHE NOCI
INSALATA
1 CIPOLLOTTO
BASILICO
SALE
OLIO EVO



Tagliare il pollo a listarelle e sistemarlo in una terrina capiente. Coprirlo con il latte, profumarlo con la noce moscata, l'alloro e il mirto, coprire e lasciare riposare almeno 1h ( meglio per mezza giornata ), in luogo fresco.
Nel frattempo, preparare la salsa agrodolce.  Pelare e privare dei semi i pomodori e tagliarli a tocchetti. Pelare anche la pesca, eliminare il nocciolo e tagliarla a cubetti. Appassire dolcemente, in un filo d'olio, la cipolla tritata con l'aglio schiacciato e l'alloro. Aggiungere i pomodori, la pesca e il basilico, mescolare bene, salare, cospargere con lo zucchero, coprire e cuocere per circa 15'. Sfumare con una spruzzata di aceto e salsa di soia, e qualche goccia di Worcester sauce, e portare a cottura. Lasciare intiepidire e frullare fino ad avere una salsa liscia e densa, quindi trasferirla in una ciotola, aggiustarla di sapore e tenerla da parte.
Trascorso il tempo di marinatura, sgocciolare le striscioline di pollo e tamponarle con la carta assorbente, quindi tagliarle a cubetti. Infilzare i dadini negli appositi stecchini e farli insaporire per 30' con l'aglio a fettine e gli aromi.
Pelare le pesche le noci, eliminare il nocciolo e tagliarle a fettine. Grigliarle per un paio di minuti su una piastra ben calda e passarle su un piatto.
Grigliare anche gli spiedini per circa 4' - 5'  minuti per parte. Allinearli su un piatto, cospargerli con il sale di Cipro e pennellarli con un emulsione realizzata mescolando il miele con il succo di mezzo lime, una spruzzata di salsa di soia e l'olio, versato a filo.
Per l'insalatina : tritare il cipollotto e riunirlo in una terrina con l'insalata, mondata e tagliata a listarelle, qualche foglia di basilico e gli spicchi di pesca grigliati, divisi a metà ( tenendone alcuni da parte per decorare i piatti) . Salare e condire con un filo d'olio.
Servire gli spiedini con qualche spicchietto di pesca grigliata, la salsa e l'insalatina.


Con questa ricetta partecipo al contest di Nus di L'Ennesimo Blog di Cucina, CRE-AZIONI IN CUCINA, di giugno : GRIGLIARE

 

lunedì 17 giugno 2013

Dolce - Salato

Alla fine, eccola l'estate  . . . Tra luce e sole , cielo e mare , passione e colore !
E allora, una corsa a piedi nudi, un tuffo dove l'acqua è più blu, un tramonto di nubi porpora  e un abbinamento che forse non avrei azzardato , se non mi avesse ispirata Ca ' Versa !


" mare accarezzami , luna ubriacami "
ROTOLANDO VERSO SUD
Negrita





Ci vediamo tra qualche giorno . . .  

 

Filetto di Maiale al sale affumicato

con Confettura di Fragole






 
 


 



 
 

 
 
 
 




 

Ingredienti per 4 persone

 
1 FILETTO DI MAIALE ( circa 650 g )
2 CUCCH . INI DI SENAPE
2 SPICCHI DI AGLIO
TRITO AROMATICO :    1 RAMETTO DI ROSMARINO , 1 RAMETTO DI SALVIA , 2 RAMETTI DI TIMO  
3 FOGLIE DI ALLORO
3 RAMETTI DI MIRTO E LAVANDA
NOCE MOSCATA
2 CUCCH . RASI DI SALE AFFUMICATO
SALE ALLA VANIGLIA
SALE COMUNE
PEPE IN GRANI
2 BICCH . DI VINO BIANCO
OLIO EVO

Per la Confettura :
600 G FRAGOLE
300 G ZUCCHERO
1 FIGLIA DI MENTA
LIMONE

Praticare sulla carne alcune piccole incisioni, con un coltellino affilato, e inserirvi il trito aromatico e una fettina di aglio. Legarla, con lo spago da cucina, adagiarla su un foglio di carta forno e ricoprirla con il sale affumicato e un pizzico di sale alla vaniglia e noce moscata. Profumarla con l'altro spicchio di aglio diviso a metà, la lavanda, il mirto, l' alloro e qualche grano di pepe. Richiudere la carta forno, sigillando bene, e sistemare il cartoccio in una pirofila. Lasciare riposare la carne per almeno 3h, in luogo fresco.
Trascorso il tempo, eliminare con cura il sale dal filetto e porlo in una casseruola un buon giro d'olio, l'aglio e gli aromi della marinatura. Pennellare uniformemente la carne con la senape e rosolarla per circa 15' - 20', a fuoco medio, su ogni lato, finché non si sarà formata una bella crosticina. Cospargere con un pizzico di sale , irrorare con un bicchiere di vino e cuocere ancora per circa 15' - 20', quindi lasciarla intiepidire, prima di affettarla.
Nel frattempo filtrare il fondo di cottura, deglassarlo con il vino rimasto e addensarlo a fuoco vivace per qualche minuto, quindi coprirlo e tenerlo in caldo.
Confettura : lavare e tamponare delicatamente le fragole con un panno, eliminare il ciuffetto verde e tagliarle a pezzetti. Riunirle in una casseruola con lo zucchero, la menta e una spruzzata di succo di limone e portare lentamente a ebollizione. Cuocere per un'ora, mescolando di tanto in tanto e schiumando, finché le fragole non si saranno disfatte e il composto non sarà addensato. Per verificare la cottura, basta lasciar cadere qualche goccia di confettura su un piattino inclinato : se non scivola via significa che è pronta. Versare la confettura in una ciotola e lasciarla raffreddare.
Affettare la carne, irrorarla con il suo fondo e servirla con la confettura.

Partecipo al contest di Ca' Versa : La tua confettura di fragole che accompagna il dolce e il salato

 

venerdì 14 giugno 2013

Così antico , così moderno

Doveva essere un classicissimo " Risi e bisi " , piatto della memoria, semplice, rassicurante e  familiare, nonché una delle massime espressioni della cucina tradizionale della mia Regione .
Ma poi, complice un risottino molto delicato e profumatissimo  di basilico, assaggiato alla cena di classe di mio figlio, ho optato per una variazione sul tema . E allora, il riso e i piselli si scompongono, la pancetta cede il passo allo speck e per mantecare, niente burro, bensì una fresca e cremosissima salsa di basilico, aromatizzata al miele di acacia. Il risultato ? Un'armoniosa alternanza di consistenze, morbide e croccanti, e di sapori, dolci e salati .
Buon week end .
 
 

Risotto mantecato alla crema di basilico e miele

con piselli, nocciole e speck

















 
 
 







 
 

Ingredienti per 4 persone

 
320 G RISO SUPERFINO CARNAROLI ( Grumolo delle Abadesse )
1 CIPOLLA NOVELLA
40 G DI SPECK ( in un'unica fetta )
PARMIGIANO REGGIANO
1 L DI BRODO VEGETALE ( con l'aggiunta di qualche baccello di pisello )
VINO BIANCO
SALE
OLIO EVO

Per mantecare :
100 G FOGLIE DI BASILICO
3 CUCCH . YOGURT GRECO
2 CUCCH . DI MIELBIO DI ACACIA RIGONI DI ASIAGO
 
Per i Piselli :
400 G PISELLI FRESCHI SGRANATI
1 SPICCHIO DI AGLIO
1/2 CIPOLLA NOVELLA
1 CIUFFETTO MENTA
SALE
OLIO EVO

Per completare :
4 FETTINE DI SPECK 
ASIAGO STRAVECCHIO DOP
4 CUCCH . DI NOCCIOLE
 
 
Piselli :  imbiondire leggermente la cipolla tritata con un filo d'olio e l'aglio schiacciato. Unire i piselli, la menta e lasciare insaporire per alcuni minuti. Salare, allungare con un bicchiere d'acqua, coprire e cuocere per circa 40', finché non saranno teneri.
Per il risotto : in una casseruola, stufare dolcemente la cipolla tritata, con un filo d'olio, quindi aggiungere lo speck, tagliato a cubetti. Versare il riso e tostarlo per qualche minuto, mescolando. Salarlo leggermente, sfumarlo con il vino e lasciar evaporare. Continuare la cottura per circa 15' - 18', aggiungendo pian piano il brodo vegetale filtrato.
Nel frattempo lavare le foglie di basilico e asciugarle delicatamente. Frullarle con lo yogurt, il miele, un pizzico di sale e 4 cucchiai di parmigiano grattugiato.
Al termine di cottura del riso, mantecarlo con la cremina preparata, aggiustarlo di sapore, coprirlo e lasciarlo riposare per qualche minuto.
Con l'aiuto di un coppa pasta, sistemare il risotto al centro dei singoli piatti, completare con i piselli, le nocciole, grossolanamente tritate, e scagliette di stravecchio.
Decorare con una rosellina di speck e una fogliolina di basilico.
 

A proposito di vino :

Vi consiglio l'abbinamento con un ottimo vino bianco del Veneto, dall'elegante profumo floreale con finale di mandorle dolci . Fresco al palato, ma nel contempo intenso e persistente .  INAMA Vin Soave - Soave Classico DOC  - Azienda Agricola INAMA ( San Bonifacio  - VR )


lunedì 10 giugno 2013

Oggi cucina . . . Papà

All'inizio furono  degli improbabili spaghetti all'olio e parmigiano, lessati in abbondante acqua ZUCCHERATA !!!! E serviti, per di più, con ardita nonchalance, a me e mio fratello, bambini, in una fredda sera d'inverno in montagna, in cui non c'era la mamma a deliziarci con le sue ottime cenette.
Diciamo che, all'epoca, la cucina non era proprio il suo regno, per quanto già coltivasse le sue passioni. Ma chi avrebbe mai immaginato che, con il passare degli anni, quelle che sembravano solo delle piccole specialità,  si sarebbero a tal punto trasformate e arricchite da rivelare un estro tanto elegante e sottile.
Allora, se volete un'idea per un fresco e delicato aperitivo d'estate, oggi vi lascio la deliziosa crema alle erbette fini preparata proprio da lui, il mio papà .
Buon lunedì
 
 

Dip di Squacquerone agli aromi

 
 
 
 
 











 

Ingredienti per 6 persone

 
250 G FORMAGGIO SQUACQUERONE
5 - 6 STELI DI ERBA CIPOLLINA
LE FOGLIE DI 2 RAMETI DI :
 
basilico
maggiorana
melissa
menta peperita
mentuccia montana e comune
origano
 pimpinella  
santoreggia
timo
 
1 FETTINA DI AGLIO
SALE 
OLIO EVO

Per accompagnare :
CRACKERS 
VERDURE PER PINZIMONIO : FINOCCHI , CARORE , SEDANO , ZUCCHINE , INSALATA etc. 
 
 
Tritare le erbe aromatiche con l'aglio e amalgamarle con cura al formaggio. Aggiungere un pizzico di sale e un filo d'olio e ridurre il tutto in crema con l'aiuto di un frullatore a immersione. Trasferire in una ciotolina e servire con le verdure e i cracker.
 

giovedì 6 giugno 2013

Qualcosa di rosso

L'ho visto, scrutato e, immancabilmente, ho ceduto, come sempre capita quando mi imbatto in prodotti che non conosco. Sto parlando del Riso rosso, una varietà di riso integrale, dal chicco allungato, che deriva dall'incrocio tra il riso Venere e un tipo di riso indica.
Fatto sta che, dopo il primo entusiasmo, forse frenata dai lunghi tempi di cottura, l'ho confinato in dispensa, ad allungare la lista dei miei " proverò " ! E lì è rimasto fino all'altra sera, quando, complici i miei genitori a cena, ho deciso di sperimentarlo con il pesce.   Una vera sorpresa : sapore molto aromatico e una consistenza decisamente croccante, per cui, vi consiglio di non affannarvi a prolungare la cottura, tanto lui resterà comunque al dente. L'abbinamento con il pesce poi , ça va sans dire , è sublime !!!!

 
 

Riso rosso di Ermes

con guazzetto di gamberi , seppie e vongole




 








 
 
 

Ingredienti per 6 persone

 
 
Per il riso :
300 G RISO ROSSO DI ERMES
1 CIPOLLOTTO NOVELLO
1 FOGLIA ALLORO
SALE
VINO BIANCO
OLIO EVO
 
Per il brodo :
1 CIPOLLA
1 COSTA SEDANO
1 CAROTA
LIMONE
VINO BIANCO
3 - 4 CARAPACI
SALE GROSSO
 
 
Per il guazzetto :
1 KG VONGOLE
700 G SEPPIE
700 G CODE DI GAMBERO
15 POMODORI PICCADILLY
1 CIPOLLA ROSSA DI TROPEA
3 SPICCHI DI AGLIO
RADICE DI ZENZERO
LIMONE E ARANCIA N . T .
1 PEPERONCINO
BASILICO , ERBA CIPOLLINA , MENTA , PREZZEMOLO
SANTOREGGIA , ROSMARINO , SALVIA , TIMO
VINO BIANCO
SALE
OLIO EVO


Mettere a bagno per un paio d'ore le vongole con il sale grosso e mezza cipolla.
Eliminare la pellicina nera dalle seppie, estrarre le viscere ed eliminare dai tentacoli l'occhio e il becco, quindi lavarle bene.
Pelare i piccadilly ( visto che hanno la buccia sottile, volendo, questo passaggio si può omettere ), dividerli a metà, eliminare i semi e tagliarli a cubetti.
In un ampio tegame, appassire per qualche minuto, la cipolla tritata con un filo d'olio, l'aglio schiacciato, il peperoncino, qualche scorzetta di agrume, 2 cm di radice zenzero, pelata e sminuzzata, e gli aromi. Unire le seppie, tagliate a striscioline, lasciarle insaporire per qualche minuto, mescolando, quindi aggiungere i pomodorini. Salare poco, sfumare con mezzo bicchiere di vino, farlo evaporare, coprire e cuocere 1h, finché non saranno morbide.
Sgusciare i gamberi ( tenendo da parte qualche carapace ), praticare una piccola incisione sul dorso e privarli del budellino ( cioè il filino nero intestinale ), quindi lavarli sotto l'acqua corrente. Saltarli velocemente in padella con un filo d'olio e l'aglio schiacciato, salarli, sfumare con il vino, lasciarlo evaporare, spegnere e unirli alle seppie, con il loro sughetto, privato dell' aglio.
Sciacquare abbondantemente le vongole, per eliminare ogni traccia di sabbia. Nella stessa padella usata per i gamberi, insaporire l'aglio con un filo d'olio, aggiungere le vongole, ben scolate, e saltarle a fuoco vivace per pochi istanti. Coprirle e cuocerle finché non saranno aperte, quindi sfumarle con il vino e continuare la cottura per 2' - 3', per restringere leggermente il loro intingolo. Eliminare le vongole rimaste chiuse e cospargere con il prezzemolo tritato . Lasciar intiepidire, quindi sgusciare parte delle vongole e unire il tutto al resto del guazzetto.
Brodo : mondare tutte le verdure e sistemarle in una pentole, con una fetta di limone, i carapaci, una spruzzata di vino e una presina di sale grosso. Aggiungere un litro d'acqua, coprire e cuocere per circa 40'. Filtrare il brodo e tenerlo in caldo.
Riso pilaf : rosolare leggermente il cipollotto tritato con un filo d'olio e l'alloro, versare il riso, aggiungere un pizzico di sale, e, senza tostarlo, sfumare col vino e lasciarlo evaporare. Unire 750 ml di brodo bollente ( la quantità di brodo deve essere circa 2 volte e 1/2 il peso del riso ) , portare a ebollizione e coprire. Cuocere, senza mai aprire il coperchio, a fuoco dolce per 40' - 45' ( controllare comunque il tempo di cottura impresso sulla confezione), fino a quando cioè il riso sarà cotto e avrà assorbito tutto il brodo.
Spegnere e trasferire il riso in uno stampo, pressare bene e lasciar intiepidire. Sformarlo al centro di un grande piatto e sistemare attorno il guazzetto.

mercoledì 5 giugno 2013

Ho vinto


Una sorpresa tanto meravigliosa quanto inattesa . Stavo per pubblicare la mia ricetta, quando leggendo un commento di Valentina ( Il cestino da pic nic ) scopro di aver VINTO, proprio IO, il suo contest sulle Insalate !!!!!!!!!
Inutile dire che sono davvero felice ed emozionata per la vittoria e ringrazio di cuore lei e Annapaola ( Il senso del gusto per AP ) per aver scelto, tra tante splendide ricette, la mia " Tartare di pomodorini e ciliegie con Alici croccanti e Mousse di bufala " .



 
A questo punto non mi resta che esibire il mio nuovo banner e attendere la mia bellissima raccolta di ricette sulle insalate, che, vista la stagione, non mancherò di sperimentare una ad una.
 
Grazie Valentina e Annapaola