giovedì 26 giugno 2014

Di sole e d'azzurro

Qualche giorno di piena estate in campagna e poi  . . . . Un rientro simil autunnale e un'ingloriosa, quanto patetica, fine del sogno mondiale.
E se il sole  latita e l'azzurro mortifica, non resta che rifugiarsi nel famoso " mangia che ti passa ! " .
Vi lascio al volo la mia ricetta perfetta . . . Che le valigie attendono !!!!

Filetto di maiale al basilico

con tartare di pesche e salsa al basilico

 
 



 



 



 

Ingredienti per 4 persone

1 FILETTO DI MAIALE ( circa 600 g )
2 SPICCHI D'AGLIO
1 CIPOLLOTTO ROSSO
1 CUCCH . INO DI MIELE DI ACACIA
1 CUCCH . INO DI SENAPE
1 RAMETTO DI ROSMARINO , SALVIA E TIMO
2 FOGLIE DI ALLORO
VINO BIANCO
BASILICO
NOCE MOSCATA
SALE AGLI AROMI
SALE COMUNE
OLIO EVO
 
Per la tartare
5 PESCHE NOCI
2 CUCCH . DI PINOLI
1 CIPOLLOTTO ROSSO
5 - 6 FOGLIE DI BASILICO
1/2 LIMONE N . T .
OLIO EVO

Legare la carne, con lo spago da cucina, adagiarla in una pirofila e cospargerla con un pizzico di noce moscata. Profumarla con uno spicchio d'aglio affettato e il cipollotto tritato, quindi ricoprirla con una ventina di foglie di basilico. Coprire e lasciare insaporire per un'oretta, in luogo fresco.
Trascorso il tempo, eliminare il basilico e il cipollotto dal filetto e sistemarlo in una casseruola con un buon giro d'olio, l'aglio e gli aromi .
Pennellare uniformemente la carne con un intingolo di senape e miele e rosolarla per circa 15' - 20', a fuoco medio, su ogni lato, finché non si sarà formata una bella crosticina. Salare bene , irrorare con un bicchiere di vino e cuocere per altri 15' - 20'.
Adagiare il filetto su un tagliere e lasciarlo intiepidire, prima di affettarlo.
Nel frattempo filtrare il fondo di cottura, deglassarlo con un po' di vino  e addensarlo a fuoco vivace per qualche minuto.
Per la salsa : lavare e asciugare una decina di foglie di basilico, quindi frullarle con un paio di scorzette di limone, un pizzico di sale e il fondo di cottura della carne intiepidito.
Pelare le pesche, denocciolarle e tagliarle a dadini. Raccogliere la dadolata in una terrina, spruzzarla con il succo di limone e profumarla con il basilico tagliuzzato e il cipollotto tritato . Aggiungere i pinoli, un pizzico di sale e amalgamare con cura.
Allineare le fette di carne su un piatto, irrorarle con un filo d'olio e servirle con la tartare e la salsa.


 

martedì 17 giugno 2014

Pesto . . . ed è subito estate

Erano secoli che non compravo più i pomodori secchi. Forse perché, i più buoni che abbia mai mangiato, arrivavano direttamente dalla Puglia ! Regalo di una mia cara amica, insieme a un profumatissimo mazzo di origano del suo giardino (pare che lì cresca spontaneo ovunque ) .
Fatto sta che, da allora, per quanto io abbia scrupolosamente seguito le sue indicazioni, su come prepararli e conservarli sott'olio, non sono più riuscita a replicarne quell'inconfodibile gusto  * dolce - pungente * .
L'altro giorno però ho ceduto alla curiosità di riassaggiarli, in una delle mie versioni preferite . . .


 
 

Fusilli al pesto rosso

con capperi , basilico e pecorino

 





 
 
 
 
 
 




Ingredienti per 4 persone

320 G FUSILLI
160 G POMODORI SECCHI
60 G PARMIGIANO REGGIANO
60 G CAPPERI SOTTO SALE
50 G PINOLI
1/2 SPICCHIO D'AGLIO
1 RAMETTO ORIGANO
BASILICO
LIMONE N . T .
PECORINO STAGIONATO
SALE
ACETO DI VINO
OLIO EVO

Lavare i pomodori e sbollentarli per circa 5' in acqua bollente, poco salata, allungata con una spruzzata di aceto e un cucchiaino di zucchero. Scolarli e stenderli su un panno ad asciugare ( In alternativa si possono usare i pomodori secchi sott'olio ) .
Tagliarli a striscioline, quindi riunirli nel mixer con i pinoli, un paio di scorzette di limone, 5 - 6 foglie di basilico, le foglioline di origano, l'aglio spellato e il parmigiano grattugiato. Salare, allungare con due cucchiai di acqua e cominciare a frullare, aggiungendo l'olio a filo, fino ad avere un pesto omogeneo e cremoso.
Dissalare i capperini sotto l'acqua corrente e tagliare a lamelle il pecorino.
Lessare la pasta e scolarla al dente, conservando una tazzina di acqua di cottura. Versarla in una terrina, condirla con il pesto, diluendo con l'acqua tenuta da parte, aggiungere i capperi e amalgamare con cura.
Completare con qualche foglia di basilico tagliuzzata e il pecorino.

venerdì 13 giugno 2014

A fuoco spento

Giugno, esterno giorno . Un'aria tanto pesante da rallentare anche i pensieri, il cielo bianco d'afa e il silenzio, quasi irreale, di una città probabilmente sciolta al sole.
In questi giorni di caldo impossibile, c'è un'unica certezza in grado di animarmi, volendo escludere il caffè della mattina, vale a dire  il lucchetto ai fornelli !
E allora, che cucina fredda sia . . . almeno fino all'arrivo della tanto annunciata 'summer storm' !
Buon weekend


Crema di burrata

con julienne di zucchine in salsa d'acciuga

e carpaccio marinato

 


 


 
 
 
 
 

Ingredienti per 12 ciotoline

 
500 G BURRATA PUGLIESE
6 ZUCCHINE NOVELLE
2 ACCIUGHE SOTT'OLIO
ERBA CIPOLLINA , PREZZEMOLO , MENTA
1 LIMONE N . T .
1 SPICCHIO D'AGLIO
SALE
OLIO EVO
 
Per il carpaccio
6 FETTINE DI CARPACCIO DI MANZO FRESCHISSIMO
1 CUCCH . INO MIELE
1 CUCCH . INO SENAPE
SALSA DI SOIA
 SUCCO DI 1/2 LIMONE E DI 1/2 ARANCIA
1 SPICCHIO DI AGLIO
2 FOGLIE DI ALLORO
1 RAMETTO DI ROSMARINO  E TIMO
BASILICO
SALE COMUNE
SALE AFFUMICATO
OLIO EVO
 
Adagiare il carpaccio in una pirofila e salarlo. 
Emulsionare, con una piccola frusta, o una forchetta, il miele, la senape, una spruzzata di salsa di soia e il succo degli agrumi, versando l'olio a filo. Versare l'intingolo sulla carne, ricoprendola, aggiungere l'aglio a fettine e gli aromi, coprire e lasciare insaporire per almeno mezz'ora.
Lavare e spuntare le zucchine. Tagliare a julienne la parte verde e raccoglierla in una terrina. Profumarla con un trito di prezzemolo, erba cipollina, menta e acciuga, l'aglio a fettine e qualche scorzetta di limone. Salarla, condirla con un filo d'olio, mescolare bene, coprire e lasciare marinare.
 
 
Nel frattempo, sgocciolare la burrata e frullarla fino ad avere una crema liscia, aggiungendo qualche cucchiaio del suo siero oppure un po' di latte.
Distribuire la burrata nelle singole ciotoline, aggiungere le zucchine e completare con mezza fettina di carpaccio arrotolata.
 
 
Partecipo al contest di Ambra : Il buffet
in collaborazione con Terre Ducali (http://www.terreducali.it/)

 
 
 
e partecipo al contest del blog I sapori di casa : la Ricetta Mai Vista sul Web
 
 
CONTEST Cucina la Ricetta Mai Vista sul Web

martedì 10 giugno 2014

Assaggio d 'estate

Non c'è più alcun dubbio : il caldo è arrivato e ci ha avvolti nella sua morsa bollente . Come del resto, è altrettanto scontato supporre che queste brusche impennate, da estate africana, saranno il tormentone dei prossimi due mesi !
Allora, meglio adeguarsi placidamente, senza sfidare oltremisura la canicola o esplodere in improvvisi scatti di nervi da boccheggiamento . . . Che, inutile dirlo, siamo solo all'inizio !
 

Crema fredda di zucchine e zenzero

con spiedini di gamberi

 


 

 

 
 
 
 
 
 
 

Ingredienti per 12 ciotoline

 
Per la crema
650 G ZUCCHINE NOVELLE
1 CIPOLLOTTO ROSSO
1 SPICCHIO DI AGLIO
YOGURT NATURALE TIPO GRECO
BASILICO , ERBA CIPOLLINA , MENTA
1 LIMONE N . T .
RADICE DI ZENZERO FRESCO ( 2cm )
SALE
OLIO EVO
 
Per gli spiedini
24 CODE DI GAMBERO ( circa 500 G )
1 SPICCHI DI AGLIO
1 RAMETTO DI ROSMARINO
VINO BIANCO
SALE
OLIO EVO
 
Lavare le zucchine, spuntare le estremità e tagliarle a rotelle sottili.
Pulire il cipollotto, tritarlo e unirlo alle zucchine con l'aglio schiacciato, il ginger pelato e tritato, un paio di scorzette di limone e qualche fogliolina di menta.  Saltare il tutto in un'ampia padella con un filo d'olio, quindi salare, allungare con un mestolino d'acqua e cuocere per circa 20', finché le zucchine non saranno tenere.
Cospargere con 4 - 5 foglie di basilico tritate e qualche stelo di erba cipollina tagliuzzato, lasciare intiepidire, quindi frullare con 2 - 3 cucchiai di yogurt e un filo d'olio, fino ad avere una crema liscia.
Per gli spiedini : sgusciare i gamberi, sciacquarli e privarli del budellino ( cioè il filo nero intestinale che si trova nel dorso ).  Arrotolarli a spirale e infilzarli in 12 spiedini .
Scaldare, in un'ampia padella, 3 - 4 cucchiai d'olio con l'aglio schiacciato e il rosmarino. Aggiungere gli spiedini e saltarli velocemente, a fuoco vivace, per un paio di minuti per parte. Salarli, sfumarli con mezzo bicchiere di vino, lasciar evaporare e spegnere.
Distribuire la crema nelle singole ciotoline e completare con gli spiedini.
 
 
 
Partecipo al contest di Ambra : Il buffet
in collaborazione con Terre Ducali (http://www.terreducali.it/)
 
 
 

venerdì 6 giugno 2014

S . O . S . Estate

Doveva essere una classicissima pasta alla norma ( trovata qui ), ovvero il trionfo dei profumi d'estate.
Poi, un po' la fretta, un po' l'impietosa, quanto incombente * prova costume * , mi hanno decisamente dissuasa dal friggere. Detto - Fatto, ecco il mio compromesso . . . Senza troppi condizionamenti ossessivi!
Buon fine settimana


Paccheri con crema di melanzane

pomodorini , olive , pinoli e ricotta affumicata

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 

Ingredienti per 4 persone

 
320 G PACCHERI DI GRAGNANO
2 MELANZANE GRANDI
300 G POMODORINI CILIEGINI
50 G PINOLI
3 - 4 CUCCH . DI OLIVE NERE TAGGIASCHE
2 SPICCHI DI AGLIO
RICOTTA AFFUMICATA STAGIONATA
BASILICO GRECO
MENTA
PREZZEMOLO
LIMONE
SALE
OLIO EVO
 
Lavare le melanzane, pulirle e tagliarle prima a metà e poi in quarti. Eliminare parte della polpa bianca, quindi tagliarle a cubetti.
Versare quattro cucchiai d'olio in una casseruola, profumarlo per pochi minuti con uno spicchio d'aglio schiacciato, aggiungere le melanzane e lasciare insaporire il tutto. Salare, coprire e cuocere per circa 20' - 30', finché non saranno tenere. Aggiustare di sapore, cospargere con trito di prezzemolo e menta e lasciare intiepidire.
Lavare i ciliegini, tagliarli a spicchietti e saltarli per pochi minuti in padella con l'aglio schiacciato e un filo d'olio. Salare, aggiungere la scorzetta di mezzo limone, le olive, i pinoli e cuocere ancora un paio di minuti.
Frullare le melanzane, fino ad avere una crema liscia, aggiungendo se serve qualche cucchiaio di olio.
Lessare i paccheri e scolarli al dente, conservando un mestolino di acqua di cottura. Trasferirli in una terrina, condirli con la crema e amalgamare con cura, diluendo se serve con l'acqua tenuta da parte. Aggiungere i ciliegini con il loro sughetto e completare con qualche fogliolina di basilico e la ricotta a lamelle.

martedì 3 giugno 2014

Il posto delle ciliegie

I primi weekend di svago frizzante e leggero, il tepore di un sole che ancora accarezza, senza mordere, il profumo di cesto traboccante di ciliegie . . . Benvenuto Giugno !







Insalatina di roast beef alla birra, ciliegie e grana di pecora

con salsa alle ciliegie

 
 

 





 

 
 
 
 
 

Ingredienti per 4 - 6 persone

Per il roast beef
800 G ROAST BEEF
2 FOGLIE DI ALLORO
1 RAMETTO ROSMARINO
1 RAMETTO SALVIA
1 RAMETTO MIRTO
2 SPICCHI DI AGLIO
SALE
SALE ROSSO DELLE HAWAII
BIRRA BIONDA
OLIO EVO
 
Per l'insalata
400 G CILIEGIE
1 CIPOLLOTTO ROSSO DI TROPEA
MISTICANZA
BASILICO
GRANA DI PECORA
SALE
 
Per la salsa
200 G CILIEGIE
2 CUCCH . INI DI SENAPE
2 CUCCH . INI DI ZUCCHERO DI CANNA
FONDO DI COTTURA DEL ROAST BEEF
 
Legare la carne, con lo spago da cucina, e adagiarla in una casseruola con l'aglio diviso a metà, un rametto di rosmarino, un rametto di salvia, un rametto di timo, uno di mirto e una foglio di alloro. Condire con un buon giro d'olio, coprire e lasciare insaporire un paio d'ore .
Rosolare il roast - beef su ogni lato, girandolo con due mestoli di legno per non bucarlo, finché non si sarà formata una bella crosticina, quindi salarlo. Abbassare un po' la fiamma e continuare la cottura per altri 20' - 25', o più, a seconda del tipo di cottura desiderata ( temperatura al cuore : 50° - 55°C per l'ideale cottura al sangue ).
Quando il roast - beef sarà cotto, posizionarlo su un tagliere e lasciarlo riposare 20'. Deglassare intanto il fondo di cottura con mezzo bicchiere di birra, restringerlo sul fuoco per qualche minuto e filtrarlo.
Per la salsa : lavare le ciliegie, tagliarle a metà e denocciolarle. Raccoglierle in un pentolino con lo zucchero e un bicchiere d'acqua e cuocerle per circa 20' - 30', finché non saranno quasi disfatte.
Lasciarle intiepidire, quindi frullarle con la senape e qualche cucchiaio di fondo di cottura della carne, fino ad avere una salsa liscia  e omogenea.
Affettare sottile il roast beef e disporlo su un piatto. Coprirlo con la misticanza, lavata e asciugata, il cipollotto tritato e qualche fogliolina di basilico. Lavare e denocciolare le ciliegie, quindi tagliarle a spicchietti e sistemarle sull'insalatina. Salare con un pizzico di sale rosso, cospargere con il formaggio a lamelle e completare con la salsa.
   

A proposito di vino :

ho scelto un rosso molto elegante, dal colore rubino intenso e dal gusto fresco e persistente di frutta matura, spezie e vaniglia : FERRAGU' - Valpolicella Superiore d.o.c. 2010  - Azienda Agricola Ferragù - Cellore di Illasi (VR)
 
 
  
 
Partecipo al contest di Cinzia : A tutta birra