martedì 30 settembre 2014

Il tocco magico

Raffreddore, mal di gola e quel senso di lieve stordimento, che amplifica i suoni e confonde i profumi.
Questo è quel che resta del mio primo , un po' triste, weekend d'autunno.
Io ho rimediato così . . . . 
 
 

Ciambella salata

ai finferli

 








 

Ingredienti 

250 G FARINA
150 G YOGURT TIPO GRECO
100 ML PANNA FRESCA
80 G ASIAGO STRAVECCHIO
15 G LIEVITO IN POLVERE PER TORTE SALATE
3 UOVA
NOCE MOSCATA
SALE
 
Per i funghi
400 G FINFERLI
1 SPICCHIO D'AGLIO
1 RAMETTO NEPITELLA
SALE
OLIO EVO
 
 
Eliminare la parte finale, terrosa, dai gambi dei finferli, quindi lavare i funghi accuratamente, uno ad uno, asciugarli e tagliarli a tocchetti .
Insaporire l'olio con l'aglio e la nepitella, aggiungere i funghi, mescolarli bene, salarli e cuocerli coperti, per circa 1h, finché non saranno teneri . Lasciarli intiepidire, quindi tritarli finemente.
Sbattere, con una frusta, le uova con la panna, il formaggio grattugiato, una spolverata di noce moscata e un pizzico di sale. Aggiungere lo yogurt e i funghi e amalgamare con cura.
Unire infine la farina, setacciata con il lievito, e mescolare con una frusta,  fino ad avere un composto liscio e senza grumi.
Imburrare e infarinare uno stampo a ciambella ( 24 cm di diametro ) e verservi il composto. Infornare a 170 ° per circa 45', finchè il tortino non sarà gonfio e dorato, verificando la cottura con uno stecchino. 
Lasciare intiepidire la ciambella, quindi sformarla su un piatto.
 

Partecipo al Contest di Michela ed Erika dei blog A tutto pepe e  Giochi di zucchero  : la ciambella perfetta



 

sabato 27 settembre 2014

Atmosfere da gustare

Un intenso profumo di bosco che riempie la casa.
Lo sfrigolio zuccherino degli ultimi fichi di stagione, che si caramellano sul fuoco, e tutto il buon sapore delle malghe dell'Altopiano di Asiago.
A volte, il piacere si nasconde dietro un piatto di pasta !
Buon weekend.



 
 
 
 
 

Fettuccine ai porcini

con fichi caramellati e fondutina di Asiago DOP

 
 
 












 
 
 

Ingredienti per 4 persone

350 G FETTUCCINE FRESCHE
700 G FUNGHI PORCINI
1 SPICCHIO D'AGLIO
2 RAMETTI DI NEPITELLA
SALE
OLIO EVO

Per i fichi
8 FICHI
ZUCCHERO DI CANNA
2 RAMETTI DI TIMO

Per la fonduta
300 ML LATTE FRESCO INTERO
300 G ASIAGO FRESCO DOP
FECOLA
 NOCE MOSCATA
SALE
 
Con l'aiuto di un coltellino affilato, raschiare bene i gambi dei porcini, per eliminare ogni residuo terroso. Lavare i funghi delicatamente, con un panno umido, asciugarli e affettarli sottili. Saltarli in un'ampia padella con un filo d'olio, la nepitella e l'aglio, per circa 15'. Salarli e lasciarli intiepidire.
Sbucciare i fichi e tagliarli in 4 spicchi. Sistemarli in una padella, con i rametti di timo, e cospargerli con un cucchiaio di zucchero. Saltarli, a fuoco vivace, per qualche minuto, allungando con pochissima acqua, finché non saranno caramellati.
Per la fonduta : scaldare il latte, con un pizzico di sale e una spolverata di noce moscata. Aggiungere il formaggio a cubetti e lasciarlo sciogliere, mescolando. Aggiungere mezzo cucchiaino di fecola e fare addensare a fuoco dolce, sempre mescolando con una frusta. Frullare con il Minipimer, fino ad avere una crema liscia e densa, e tenerla in caldo.
Lessare le fettuccine e scolarle al dente, conservando un mestolino di acqua di cottura. Spadellarle velocemente con i porcini e mantecare il tutto con l'acqua tenuta da parte.
Stendere un velo di fonduta nei singoli piatti, sistemare al centro le fettuccine e completare con i fichi.


 












 
 
 
 

mercoledì 24 settembre 2014

La stagione dell'armonia

Non so come e non so perchè, ma la mia ri-partenza post vacanze è sempre , per così dire, rallentata, oltre che tragicamente disorganizzata. 
Sarà che l'estate impigrisce e sarà pure che, quando si tratta di seccature, divento una procrastinatrice perfetta ! Fatto sta che, puntualmente a Settembre, mi ritrovo ad annaspare in una dimensione di caotico  " disordine " e perenne affanno.
Poi, come d'incanto, torna la quiete . . . . Benvenuto Autunno !

Polpettine di salmone

con zuppetta di mele e curry



 
 

 
 




 
 

 
 

Ingredienti

Per circa 20 polpettine
300 G FILETTO DI SALMONE FRESCO
2 FETTE DI PARCARRE' ( private della crosta )
1 UOVO
20 G PINOLI
1 SPICCHIO D'AGLIO
PREZZEMOLO
MENTA , ROSMARINO , TIMO
1/2 LIMONE N . T .
PARMIGIANO GRATTUGIATO
NOCE MOSCATA
VINO BIANCO
SALE
OLIO EVO

Per la panatura
PANGRATTATO
SEMOLA

Per la zuppetta
5 MELE
100 G DI YOGURT NATURALE
1 CIPOLLA ROSSA DI TROPEA
1/2 LIMONE N . T .
CURRY
ALLORO
SALE
ZUCCHERO DI CANNA
OLIO EVO
 
Sbucciare e detorsolare le mele, quindi tagliarle a tocchetti e spruzzarle con il succo di mezzo limone.
Tritare la cipolla e appassirla, in un tegame, con un filo d'olio e la foglia d'alloro. Aggiungere le mele, salarle, cospargerle con un cucchiaino di zucchero di canna e lasciarle insaporire, per qualche intante, mescolando. Allungare con un mestolo d'acqua, coprire e cuocere finché non saranno quasi spappolate, spolverando, verso fine cottura, con un cucchiaino da caffè di curry . Spegnere, eliminare l'alloro e far intiepidire.
Per le polpettine.
Scaldare, in una padella, un filo d'olio con l'aglio e gli aromi. Aggiungere il filetto e scottarlo, dalla parte della pelle per 3 minuti, quindi girarlo e continuare la cottura per altri 2', sfumando con poco vino bianco. Salare e spegnere . 
Tritare il prezzemolo con i pinoli e la scorzetta di mezzo limone.
Eliminare dal salmone la pelle e le lische, quindi frullarlo con l'uovo, il trito di prezzemolo, un paio di cucchiai di parmigiano, un pizzico di noce moscata e le fette di pancarrè . Aggiustare di sale e lasciare riposare il composto per 30' in luogo fresco.
Mescolare 4 cucchiai di pangrattato con altrettanta semola.
Con le mani leggermente infarinate, formare, con il composto di salmone, tante polpettine e rotolarle nel mix preparato.
Scaldare l'olio, in un'ampia padella, e rosolarvi i bocconcini per pochi minuti, finchè non saranno ben dorati. Scolarli su carta assorbente, salarli e tenerli in caldo.
Con un frullatore a immersione, ridurre le mele in crema con lo yogurt.
Trasferire la zuppetta in singole ciotoline, cospargerla di erba cipollina tagliuzzata e servirla con le polpettine calde.

 





Partecipo al contest del blog Il caffè della donne " Sano come un pesce "


 Secondo Contest:

venerdì 19 settembre 2014

" Ti offro il mio coraggio, ma questo viaggio tocca a te "

" Cara mamma, oggi ti ho accontentata, ma te lo puoi scordare che ci vada anche domani, A SCUOLA . Se vuoi, sopportalo tu quell'antipatico compagno di banco che mi spinge, per farmi sbagliare, e poi mi dice che non so fare niente ".
Liquidata così, senza mezze misure né possibilità di replica, la prima esperienza, del mio bambino, alla scuola elementare.
E nei miei confronti, nessuna clemenza per averlo lasciato lì da solo, per non aver ceduto ai suoi occhioni lucidi e spauriti e, soprattutto, per aver prontamente bloccato quei passetti rapidi, brevi e decisi, nella direzione opposta all'aula.
Morale . . . Non mi ha più rivolto la parola !  Ma poi, si sa, " con la dolcezza si ottiene tutto "


Muffins

con Nutella e cacao

 

 
 
 







 
 
 
 

Ingredienti per 12 muffins

150 G NUTELLA
150 G PANNA FRESCA
125 G FARINA
80 G ZUCCHERO
25 G CACAO AMARO
7 G LIEVITO PER DOLCI
1 UOVO + 1 TUORLO

Mescolare, in una terrina,  farina, cacao, zucchero e lievito.
Amalgamare, in un'altra ciotola,  gli ingredienti liquidi : uova, panna e nutella.
Unire i due composti, mescolando con una frusta, fino ad avere una crema liscia e densa, quindi lasciarla riposare per 30'.
Nel frattempo, portare il forno a 170 °.
Imburrare e infarinare 12 stampini da muffins e riempirli con l'impasto preparato fino a 3/4 ( oppure inserire in ciascuna vaschetta un pirottino di carta e suddividervi l'imparsto, senza superare il bordo dei pirottini ).
Infornare per circa 20', finché i muffins non saranno gonfi e ben dorati. Lasciarli intiepidire e sformarli su un piatto .



 

venerdì 12 settembre 2014

Accade a Settembre

Settembre è un po' così, in bilico .
Sospeso tra quel velo di malinconia, un po' nostalgica, che offusca un'estate che pian piano se ne va e quella sensazione di rassicurante tranquillità che la vita quotidiana infonde.
Sospeso tra la beata quiete del dolce far niente vacanziero e quell'attesa, un po' euforica e un po' sconsolata, che profuma di quaderni nuovi , gomme colorate , matite perfettamente temperate, astucci e cartelle da riempire.
Sospeso tra colori e sapori che sbiadiscono e quell'atmosfera, calda e vermiglia, che d'un tratto s'accende .
E così, ricacciando ogni rimpianto, io mi addolcisco il passaggio, verso l'Autunno che verrà, con una delle mie delizie di fine stagione preferite : i fichi.
La salsa l'avevo già sperimentata l'anno scorso con il roast beef ( qui la ricetta ), ma anche in questa versione, resta un sublime piacere.
Buon week end
 

Insalatina di fichi, salmone e caprino

con salsa ai fichi

 
 
 
 
 
 






Ingredienti per 4 persone


1 CESPO DI INSALATA GENTILE E RICCIA
1 CESPO DI RADICCHIO VARIEGATO
VALERIANA
100 G SALMONE AFFUMICATO
80 G CAPRINO FRESCO
12 FICHI
1/2 CIPOLLA ROSSA DI TROPEA
ERBA CIPOLLINA , BASILICO


Per la salsa
6 FICHI
2 CUCCH . INI DI MIELE
1 LIMONE
SALE
OLIO EVO

Lavare e asciugare le insalate, quindi tagliarle a listarelle.
Riunirle in una terrina e aggiungere i fichi, sbucciati e tagliati a fettine, e la cipolla affettata finemente. Profumare con qualche stelo di erba cipollina, lavato e tagliuzzato con le forbici, e alcune foglioline di basilico . Completare con il salmone a striscioline e il caprino.
Sciogliere mezzo cucchiaino di sale nel succo di limone, aggiungere il miele e versare l'olio a filo, sbattendo con una frusta. Sbucciare i fichi e frullarli, quindi unirli all'emulsione, mescolando con cura, fino ad avere una salsa densa e omogenea.
Condire l'insalata, aggiustare di sale e servire subito.

Partecipo al contest "Di Cucina in Cucina" ideato da  Barbara del blog Giorni senza fretta  e ospitato per il mese di Settembre da "Dolcetti e scherzetti" con il tema : Insalate piatto unico .

 

giovedì 4 settembre 2014

Ancora tu

4 settembre 2014 . . . Non ci posso pensare !!!!!
Sarà pure stata un ' estate " senza estate " , fatta di cieli a pecorelle, acqua a catinelle ( e che catinelle !!!!! ), venti gelidi e orizzonti perennemente autunnali, ma è bastato solo un soffio ed eccoci di nuovo qui . . . A settembre, il mese in cui tutto ricomincia.
Resta un unico sollievo, oltre a quello di non dover più consultare ossessivamente il meteo , vale a dire il ritorno alle vecchie, irrinunciabili, * manie *  .
Soprattutto in un giorno, l'ennesimo, di pioggia .

Tartare di tonno con verdurine agrodolci

e shortino di vodka , pesca e pomodoro













Ingredienti per 4 persone 


700 G FILETTO DI TONNO ROSSO DI SICILIA
2 CUCCH . INI DI MIELE
1 SPICCHIO D'AGLIO
1/2 LIMONE N . T .
1 LIME
ERBA CIPOLLINA , MENTA , SANTOREGGIA
SALSA DI SOIA
SALE , SALE AFFUMICATO
OLIO EVO

Per le verdurine
2 ZUCCHINE
1 CAROTA GRANDE
1 COSTA TENERA DI SEDANO
1 CIPOLLA ROSSA DI TROPEA 
2 PESCHE NOCI
1/2 FINOCCHIO
1 SPICCHIO D'AGLIO
BASILICO , ERBA CIPOLLINA , ORIGANO
1/2 BICCH . DI ACETO DI MELE
2 - 3 CUCCH . RASI DI ZUCCHERO
VINO BIANCO
SALE

Per il bicchierino
2 PESCHE BIANCA
2 POMODORI MATURI
SALE
ZUCCHERO
VODKA

Tagliare il tonno a coltello . Sistemare la tartare su un piatto fondo, salarla, con il sale comune e quello affumicato, e condirla con un emulsione preparata mescolando : succo di limone, una spruzzata di salsa di soia, il miele e olio, versato a filo. Insaporire con l'aglio a fettine, gli aromi e qualche spicchietto di lime, quindi coprire e lasciar marinare per alcune ore, mescolando di tanto in tanto.




Nel frattempo, versare in una casseruola 1 L scarso d'acqua con l'aceto, una spruzzata di vino e lo zucchero. Coprire e portare a ebollizione.
Lavare le zucchine ed eliminare le estremità e la parte interna bianca. Raschiare la carota, sbucciare la cipolla ed eliminare lo strato esterno dal finocchio. Tagliare tutte le verdure a cubetti e tuffarli per un paio di minuti nell' acqua bollente. Scolarli e lasciarli raffreddare.
Unire alla dadolata le pesche, pelate e cubettate, salare e condire con un filo d'olio, un trito di aromi freschi e l'aglio diviso a metà, quindi mescolare e lasciare insaporire.
Pelare le pesche bianche e i pomodori, eliminare da questi ultimi i semini e, dalle pesche, il nocciolo . Frullare il tutto con un bicchierino di vodka, un pizzico di sale e mezzo cucchiaino di zucchero.
Con l'aiuto di un coppapasta, distribuire, nei singoli piatti, un po' di tartare di tonno, praticando una leggera pressione. Continuare con uno strato di verdurine e completare con altra tartare , il tutto ben sgocciolato.
Sfilare con delicatezza il coppapasta, cospargere con qualche stelo di erba cipollina tagliuzzata e condire con un po' d'olio della marinata.
Servire ogni tartare con uno shortino.