martedì 28 ottobre 2014

Quella tentazione consolatrice

La ricetta perfetta, svelatami dallo chef del Don Juan di Giulianova, e l'aggiunta di qualcosa di nuovo: pere e zenzero.
Giusto quel che serve, in questi primi * brividi * autunnali , per riscaldare il corpo e addolcire lo spirito .


Tortini fondenti

con cioccolato , pere e zenzero

 
 
 
 











Ingredienti per 6 tortini

 
100 G CIOCCOLATO FONDENTE DEL MADAGASCAR AL 70 %
100 G BURRO
70 G ZUCCHERO
70 FARINA
20 G CACAO AMARO
3 UOVA + 1 TUORLO
2 PERE
ZENZERO IN POLVERE
 
 
Fondere a bagnomaria il cioccolato con il burro.
Sbucciare e detorsolare le pere, affettarle e cospargerle con mezzo cucchiaino di zenzero. Lasciarle insaporire per mezz'oretta, quindi frullarle fino a ridurle in purea.
Amalgamare le uova e il tuorlo con lo zucchero, senza montare.
Aggiungere il cioccolato fuso, le pere frullate e amalgamare il tutto con cura.
Setacciare insieme farina e cacao e incorporarli gradualmente al composto, mescolando con una frusta.
Imburrare 6 stampini in silicone ( oppure in alluminio ), riempirli con l'impasto preparato fino a 3/4 e infornare a 210° per 8 minuti.
Estrarre i tortini dal forno e lasciarli intiepidire per qualche minuto, prima di sformarli nei singoli piatti.


Partecipo alla raccolta di Vanessa del blog La baita dei dolci : Spazio alle spezie

Partecipa alla raccolta "Spazio alle spezie"

lunedì 20 ottobre 2014

All'ombra dell'ultimo sole

Una ricetta nata sfogliando un vecchio numero della Cucina Italiana ( settembre 2000 ) e lentamente evoluta, tra giochi di memoria e piccole sperimentazioni, fino alla versione attuale. 
Et voilà, l'ultima insalatina, al sapore d'autunno tiepido e soleggiato, prima di dover inesorabilmente ripiegare su scodelle e tazze fumanti .
Buon lunedì
 


Insalatina di pollo autunnale

 
 

 
Tovaglietta : Follie
 
 

 
 
 
 
 
 

 
 
 
 

Ingredienti per 4  - 6 persone

 
1 PETTO DI POLLO
1 GRAPPOLO DI UVA BIANCA
1 GRAPPOLO DI UVA ROSATA
200 G ASIAGO FRESCO DOP
12 NOCI
INSALATINA VALERIANA
3 FOGLIE MENTA
2 RAMETTI DI ROSMARINO , SALVIA E TIMO
2 FOGLIE DI ALLORO
2 SPICCHI D'AGLIO
ERBA CIPOLLINA
SCORZETTA DI MEZZO LIMONE
VINO BIANCO
NOCE MOSCATA
SALE
OLIO EVO
 
Per i funghi
500 G PORCINI
1 RAMETTO NEPITELLA
1 SPICCHI D'AGLIO
SALE OLIO EVO
 
Per la salsa
120 G YOGURT NATURALE
3 CUCCH . INI SENAPE
3 CUCCH . INI MIELE
2 UOVA SODE
1 FILETTO D'ACCIUGA SOTT ' OLIO
FONDO DEL POLLO
SALE
OLIO EVO
  
Preparare un trito aromatico con un rametto di rosmarino, salvia e timo, le foglie di menta e la scorzetta di limone. Rotolare nel mix i petti di pollo, adagiarli su un piatto fondo e profumarli con un pizzico di noce moscata, l'alloro e l'aglio, sbucciato e diviso a metà. Irrorare con un filo d'olio, coprire e lasciare insaporire per un'ora.
 
 
 
 
Trascorso il tempo di marinatura, eliminare il trito dai petti di pollo e rosolarli in padella con 4 cucchiai d'olio, l'aglio, l'alloro e un rametto di rosmarino e salvia, finchè non saranno dorati. Salarli, sfumarli con mezzo bicchiere di vino, coprirli e cuocerli per circa 40', girandoli di tanto in tanto. Sistemarli su un tagliere e lasciarli intiepidire.
Nel frattempo, preparare i funghi .Con l'aiuto di un coltellino affilato, raschiare bene i gambi dei porcini, per eliminare ogni residuo terroso. Lavare i funghi delicatamente, con un panno umido, asciugarli e affettarli sottili. Saltarli in un'ampia padella con un filo d'olio, la nepitella e l'aglio, per circa 15', quindi salarli e lasciarli intiepidire.
Per la salsa : frullare tutti gli ingredienti, aggiungendo qualche cucchiaio di sugo del pollo e un filo d'olio, fino ad avere una salsa liscia e omogenea.
Lavare l'uva, dividere gli acini a metà ed eliminare i semini.
Tagliare il pollo a cubetti e mescolarli, in una terrina,  con l'uva e il formaggio a dadini. Aggiungere le noci, grossolanamente tritate, e 5 -6 steli di erba cipollina, tagliuzzati con le forbici. Aggiustare di sapore e condire il tutto con la salsa, amalgamando con cura.
In un piatto da portata, preparare un letto di valeriana, lavata e asciugata, distribuirvi sopra l'insalata di pollo e completare con i funghi.
 
 
 
 

A Proposito di vino 

Ho scelto un vino rosato, caratterizzato da un bouquet piacevolmente fruttato con lievi note vanigliate. Al palato arriva dritto un sentore di ribes e fragola, che si mantiene intenso anche sul finale. Un vino da degustare molto freddo. Le Domaine de Ménard en bretagne d'Armagnac  - Cabernet Sauvignon  Rosé - Côtes de Gascogne - France.

Partecipo al contest dei blog A tutto pepe e C'e crisi c'è crisi : Ricette d'Autunno



 

lunedì 13 ottobre 2014

Il tempo delle mele

Nei miei ricordi di bambina, la raccolta della frutta, era forse il momento più eccitante delle vacanze trascorse in campagna dai nonni. La mattina presto, ai primi rombi dei trattori, noi cuginetti ci precipitavamo verso il frutteto . Anche se, per salire sui rimorchi, che muovevano lenti lungo i filari, dovevamo con pazienza attendere che il nonno, terminata la sua severa ispezione, finalmente rincasasse. Mio fratello e mio cugino, che, più che alle mele, erano interessati a " guidare " i trattori o bighellonare tra i campi, puntualmente sgattaiolavano furtivi dietro gli alberi, per assaggiare il vino che il nonno lasciava ai contadini, esalando poi una fiatata alcolica difficile da mascherare.
Ricordo il profumo zuccherino sulle mani e tra i capelli, quello stesso profumo che poi riempiva la cucina, quando si infornavano le prime torte oppure ribollivano i pentoloni della conserva.
Ancor oggi, basta l'odore di mele mature, per tornare di colpo a quegli anni.


 
 
Così un giorno, mi capita di sciogliere il burro sul fuoco, mescolare le uova con lo zucchero e aggiungere un pizzico di polvere dorata, e mi capita anche di sbucciare le stesse mele, dolci e succose, di un tempo. E, d'un tratto, mi accorgo che la cucina profuma di beatitudine.




 
Ricamo di

Margherita Sartori Borotto



Tortine di mele e curcuma

 
 
 
 

  
 
 
 








Ingredienti per 8 tortine


150 G FARINA
100 G ZUCCHERO
70 G PANNA FRESCA
70 G BURRO
50 G AMIDO DI MAIS
8 G LIEVITO PER DOLCI
2 UOVA
2 MELE
1 LIMONE N . T .
CURCUMA
ZUCCHERO A VELO

Mescolare, in una terrina, le farine con il lievito.
Sbattere, in un'altra terrina, le uova con lo zucchero, senza montarle. Aggiungere la panna, il burro sciolto a bagnomaria, mezzo cucchiaino da caffè di curcuma e la scorzetta di mezzo limone.
Sbucciare le mele, detorsolarle e tagliarle a spicchi . Spruzzarle con il succo di mezzo limone, per non farle annerire, e sminuzzarle finemente, oppure frullarle.  Unire le mele al composto di uova e amalgamarle con cura, quindi versare gradualmente la miscela di farine, sempre mescolando, fino ad avere un composto liscio e senza grumi.
Imburrare 8 stampini e riempirli con l'impasto, fino a tre quarti. Infornare a 170 ° per circa 30', facendo la prova dello stecchino per verificare la cottura.
Lasciare intiepidire le tortine, quindi sformarle su un piatto e cospargerle con un po' di zucchero a velo.



 
Partecipo alla raccolta di Vanessa del blog La baita dei dolci : Spazio alle spezie

 
 
Partecipa alla raccolta "Spazio alle spezie"
 
 
 partecipo alla raccolta di Simona del blog Love cooking : l'Autunno e le mele

 
 


e
Partecipo al contest dei blog A tutto pepe e C'e crisi c'è crisi : Ricette d'Autunno


mercoledì 8 ottobre 2014

" Non so se tutti han capito , Ottobre , la tua grande bellezza "

I primi brividi del mattino, che basta il gorgoglio della moka per lenire.
Quella lieve nebbiolina che offusca lo sguardo al risveglio, per poi dissolversi ai raggi, ancora caldi, del sole.
Le foglie gialle e rosse che crepitano sotto i piedi.
L'aria che profuma di muschio, legna e zucche mature.
Quell'avvolgente sapore di buono che esplode nelle placide sere d'autunno.
In fondo, il piacere è una cosa semplice.


Crumble salato

di porcini , zucca e patate
















Ingredienti per 6 persone

450 G FUNGHI PORCINI
450 G PATATE ROSSE
400 G ZUCCA PULITA
2 SPICCHI D'AGLIO
1 RAMETTO DI ROSMARINO
1 RAMETTO DI NEPITELLA
SALE
OLIO EVO

150 G FARINA
100 G BURRO
5 - 6 CUCCH . DI PARMIGIANO
25 G MANDORLE
NOCE MOSCATA
SALE


Pulire i porcini, eliminando ogni residuo terroso, quindi lavarli e asciugarli delicatamente.
Pelare le patate e tagliarle a tocchetti . Tagliare, della stessa dimensione, anche la zucca e i funghi.
Versare, in un ampia padella, un filo d'olio e profumarlo con l'aglio schiacciato e gli aromi. Aggiungere le verdure e lasciarle insaporire per qualche minuto, quindi salarle, abbassare la fiamma e cuocerle, coperte, per una ventina di minuti, finchè non saranno tenere.
Nel frattempo, preparare il crumble. Impastare la farina con il burro freddo, il parmigiano grattugiato, un pizzico di sale, una spolverata di noce moscata e le mandorle, finemente tritate. Amalgamare il tutto velocemente, con la punta delle dita, fino ad avere tante piccole briciole. Passare il composto in frigorifero per 30'.
Sistemare le verdure in una pirofila, oppure in 6 tegliette monoporzione, e ricoprirle completamente con il crumble.
Passare in forno a 200° per circa 30', finchè la superficie non sarà ben dorata.


 
 
 
 
 
 
.
 
e partecipo al contest dei blog A tutto pepe e C'e crisi c'è crisi : Ricette d'Autunno


sabato 4 ottobre 2014

Voglio vivere così col sole in fronte

La leggerezza e i ritmi pigri di un sabato dall'insolito tepore estivo.
Una passeggiata, un aperitivo e la ricetta perfetta.
Buon weekend


Spiedini di seppioline

con salsa ai ceci



 
 
 
 
 
 
 
 
 
  
 

Ingrediendi per 4 persone

 
Per le gli spiedini
24 SEPPIE PICCOLE
2 SPICCHI D'AGLIO
2 RAMETTI DI ROSMARINO
1 CUCCH . INO MIELE
1 LIMONE N . T . 
ERBA CIPOLLINA
VINO BIANCO
SALE
OLIO EVO
 
Per la panatura
PANGRATTATO
FARINA DI MAIS BIANCOPERLA
3 - 4 RAMETTI DI PREZZEMOLO
PARMIGIANO
 
Per la salsa
200 G CECI SECCHI ( oppure 250 G DI CECI AL NATURALE IN BARATTOLO )
100 G YOGURT BIANCO TIPO GRECO
2 SPICCHI D'AGLIO
1/2 LIMONE
ERBA CIPOLLINA
SALVIA
SALE
OLIO EVO
 
Ammollare i ceci per tutta la notte in abbondante acqua.
Sciacquarli e lessarli, con uno spicchi d'aglio e un rametto di salvia, per circa 1h - 1h e 30', finché non saranno teneri, salando solo a fine cottura ( ovviamente questo passaggio si omette se si utilizzano i ceci in lattina ). Scolarli e lasciarli raffreddare .
Nel frattempo, pulire le seppie : eliminare la pellicina nera, estrarre le viscere ( qui si trova anche il sacchetto nero dell'inchiostro ) e togliere dai tentacoli l'occhio e il becco, quindi sciacquarle bene e asciugarle. 
Disporre le seppie in una pirofila, salarle poco e irrorarle con un po' di vino e un filo d'olio, emulsionato con un cucchiaino di miele e il succo di mezzo limone. Profumarle con l'aglio a fettine, qualche rametto di rosmarino, alcuni steli di erba cipollina tagliuzzati e mezzo limone a spicchietti. Coprire e lasciare marinare in luogo fresco per almeno 1h.
 
 
 
 
Mescolare insieme pangrattato e farina q.b., unire il prezzemolo tritato e 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, quindi amalgamare il tutto. Sgocciolare le seppie e passarle nella panatura, facendola aderire bene anche all'interno, quindi infilzarle negli appositi stecchini.
Allineare gli spiedini in una teglia, foderata di carta forno, con l'aglio affettato e qualche rametto di rosmarino. Salarli, irrorarli con un filo d'olio e infornarli a 200° per 30', finchè non saranno dorati e croccanti, girandoli a metà cottura.
Frullare i ceci con lo yogurt, 3- 4 cucchiai d'olio, mezzo spicchio d'aglio tritato, l'erba cipollina tagliuzzata, il succo di limone e un pizzico di sale , fino ad avere una crema liscia e densa.
Servire gli spiedini ben caldi con qualche fettina di limone e la salsa di ceci a parte.



Partecipo al contest di Amelie del blog Il caffè della donne " Sano come un pesce "


Secondo Contest: