domenica 1 febbraio 2015

Di verze caramellate e nuovi amori

Dicono che la verza non ammetta mezze misure : o la si ama oppure la si odia. Io, fin'ora, l'ho semplicemente ignorata.
O meglio, l'ho sempre adorata cruda, ma il mio estro creativo al riguardo, non si è mai spinto oltre qualche insalatina.  
Così, giusto in una di quelle sere di fine gennaio, che invocano solo piatti fumanti, ho tirato fuori dal frigorifero la mia bellissima verza dell'orto . Ho allineato sul tavolo gli ingredienti dell' immancabile insalata, ma un gelido brivido di sconforto mi ha, d'un tratto, assalito. Allora, ho acceso il forno e, ritrovato un briciolo di tepore, ho caramellato la verza con le mele, le ho inondate di pinoli e ne ho fatto il ripieno del mio pan brioche .
Mai scelta fu più felice !
Buona domenica.


Strudel di pan brioche
con verza , mele e pinoli 







Ingredienti

Per il pan brioche
200 G FARINA TIPO 1 ( per pane e lievitati )
100 ML LATTE
20 G BURRO
10 G LIEVITO MADRE ESSICCATO
2 CUCCH . ZUCCHERO
1 TUORLO
1 CUCCH . INO SALE

Per il ripieno
600 G CAVOLO VERZA
100 G ASIAGO MEZZANO
50 G PINOLI
3 MELE
3 CUCCH . ZUCCHERO DI CANNA
1 BICCH . VINO BIANCO
1 SPICCHIO D'AGLIO
1/2 LIMONE
CURCUMA
SALE
OLIO EVO

1 TUORLO ( per spennellare )

Sistemare le farine, setacciate con il lievito, in una terrina capiente. Fare un buco al centro, la fontana, e aggiungere il tuorlo, leggermente sbattuto, il burro, sciolto a bagnomaria, il latte e lo zucchero. Cominciare a impastare aggiungendo il sale e amalgamare bene tutti gli ingredienti, fino ad avere una pasta elastica e liscia. Fare una palla, inciderla a croce e metterla a lievitare, coperta con un panno, per almeno 2h in luogo tiepido.
Nel frattempo, eliminare dalla verza le foglie più esterne, lavarla e affettarla sottile.  Sbucciare e detorsolare le mele, tagliarle, prima a spicchi e poi a striscioline, quindi spruzzarle con il succo di mezzo limone.
Passare la verza in padella con l'aglio, spellato e diviso a metà, e un filo d'olio, e lasciarla insaporire per qualche minuto. Salarla, sfumarla con un bicchiere di vino, quindi coprirla e cuocerla per circa 15 ' - 20' . Aggiungere i pinoli e le mele, cospargere con mezzo cucchiaino di curcuma e lo zucchero, e continuare la cottura per altri 10', finché il tutto non sarà morbido e ben caramellato.
Trascorso il tempo di lievitazione del pane, riprendere l'impasto e lavorarlo ancora per qualche minuto. Stenderlo con il mattarello, su un foglio di carta forno ( oppure su un canovaccio ) , formando un rettangolo sottile.
Distribuire il ripieno sulla pasta, lasciando intorno un bordo libero di circa 3 cm, e cospargere con il formaggio grattugiato. Ripiegare delicatamente i lati sul ripieno, a portafoglio, formando uno strudel. Sigillare con cura le estremità, coprire e lasciare riposare per altri 30'.
Fare scivolare lo strudel su una placca, foderata di carta forno, pennellarlo con il tuorlo sbattuto e infornare a 180 °  per circa 30' - 40', finché non sarà gonfio e dorato.
Lasciare leggermente intiepidire prima di servire.




Partecipo al contest : "Cavoli che ricetta" del blog Pixelicious di Sara


42 commenti:

  1. UN'IDEA MERAVIGLIOSA, MI VIENE L'ACQUOLINA IN BOCCA!!!!BRAVISSIMA COME SEMPRE!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  2. è una ricetta molto invitante! è molto goloso questo strudel! Complimenti Lisa! Un abbraccione

    RispondiElimina
  3. Grazie mille Lisa per questo tuo strudel, bellissimo e molto delicato... Da provare :) Ti ho inserita, buona domenica :)

    RispondiElimina
  4. mamma mia complimenti, è una ricetta eccezionale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. leti ciao, quanto tempo !!!!!
      un abbraccio

      Elimina
  5. Originale!!! Certo che il ripieno promette bene.. il risultato è perfetto!

    RispondiElimina
  6. Che idea sublime...proprio questa settimana ho acquistato la mia prima verza (ci credi che non l'ho mai comprata??) e non vedo l'ora di provarla..la tua ricetta sarà un ottimo spunto ^_^
    Grazie tesoro e felice serata <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai, proprio te !!!! Non l'avrei mai detto.
      Ti abbraccio cara

      Elimina
  7. Bravissima Lisa, questo strudel è una ghiottoneria, adoro la verza!!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao :) Io appartengo al gruppo di quelli che la verza la amano, ma fatta in questo modo non l'ho mai mangiata. Sicuramente proverò questa tua ricetta che promette molto bene!
    Mi aggiungo ai tuoi lettori fissi, spero che ricambierai sul mio blog, grazie :)
    My Tester Mania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Adenina, passo certamente a trovarti

      Elimina
  9. Io ho fatto amicizia con la verza da poco, l'ho annusata prima un po' e non mi convinceva, poi anche io l'ho ignorata per tanto e poi un giorno l'ho ritrovata in una zuppa e mi è piaciuta tanto! Ma un capolavoro con la verza come il tuo ancora non lo avevo visto! E' un'ottima variante ed è anche creativa! a presto cara un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sempre gentile, cara silvia, forse non è proprio un capolavoro , ma di sicuro è buono.
      Un abbraccio

      Elimina
  10. Cara Lisa che meravigliosa fine hai fatto fare alla verza!!! Splendida ricetta.
    Baci

    RispondiElimina
  11. Meraviglia Lisa !!! Anche io non la cucino spesso ma questo strudel deve essere la fine del mondo !!!! Grazie per la ricetta <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero ciao, spero tu stia meglio.
      Tanti baci

      Elimina
  12. io sono di quelli che la verza la adora! cotta e cruda. ma ti giuro che caramellarla con le mele e inondarla di ponili è una idea che mis sta facendo già uscire pazza!!!! la devo fare! per forza! grazie grazie grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, Elena prova, è un mix delizioso anche senza strudel.
      Bacioni

      Elimina
  13. un modo molto sfizioso per portare a tavola le verdure!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi soprattutto efficace !!!!
      Un abbraccio Alice

      Elimina
  14. Lisa questo strudel è geniale!!!! Io la verza la amo alla follia (non da sempre però) e questo strudel mi sta chiamando!!! Un bascione forte!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty bella allora rispondi, così poi mi fai sapere.
      Baci anche a te

      Elimina
  15. Mi piace la verza cruda ma cotta l'adoro!Sono solita consumarla nella pasta ma nella versione strudel mi piace moltissimo!
    Brava!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io invece nella pasta non l'ho mai provata !!!! Verrò a ispirarmi da te.
      Baci

      Elimina
  16. Uno strudel meraviglioso, mi piace moltissimo questa tua versione... sei bravissima, complimenti cara, un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  17. Anch'io come te usavo le verze solo in insalata o con la ricetta dei crauti, ma è ormai da qualche anno che le ho scoperte e le infriccio da tutte le parti! Favolosa e golosissima la tua ricetta e in bocca al lupo per il contest!
    Ti abbraccio caramente
    ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insomma è passione generale per le verze . . . Chi l'avrebbe mai detto.
      Grazie Bruna e baci

      Elimina
  18. Uno strudel semplice , con verdure ottime anche perchè sono di stagione , brava un idea per cena, ciao

    RispondiElimina
  19. galeotto fu il tuo strudel...me ne sono innamorata pure io!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero ??? Ne sono felice Sissi
      Bacioni

      Elimina
  20. Molto molto golosa questa ricetta...è vero che a volte l'abitudine ci fà fare le stesse cose anche se non ci soddisfano più, meno male che cè chi ha una creatvità che va oltre l'abitudine ....bravissima !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, direi che tu non sei da meno. Un super abbraccio mia cara

      Elimina
  21. Cara Lisa, allora mi confermi una volta di più che le grandi ricette nascono spesso per caso! Che dire... Un sentito ringraziamento a quel brivido per l'ispirazione che ti ha dato! :) Un abbraccio!

    RispondiElimina
  22. Ciao sono diventata tua lettrice fissa, ti va di ricambiare ti aspetto sul mio blog http://dolcetrilly90.blogspot.it/

    RispondiElimina