domenica 28 giugno 2015

L ' estate ha il profumo delle pesche

Dicono che una nuova bolla infuocata presto ci avvolgerà .
Così, prima che l'aria torni soffocante e afosa,  mi sono rifugiata qualche giorno in campagna , a godermi il silenzio,  il tepore del sole e una rigenerante quiete al profumo di tiglio e gelsomino .
A godermi il blu cobalto del cielo e nuvole di ortensie , sfumate di rosa e bianco.










E a godermi anche quell'intenso sapore di buono che investe la cucina d'estate, magari cedendo a un cestino di pesche, succose e mature, e preparando la torta più appagante che sia.
 



Torta alle pesche



 






















Ingredienti per 6 persone


150 FARINA MACINATA A PIETRA TIPO " 1 "
50 G FARINA DI FARRO
130 G YOGURT GRECO
100 G ZUCCHERO
80 ML OLIO EVO
8 G LIEVITO
3 CUCCH . PASSITO DI PANTELLERIA
2 UOVA
1 LIMONE N . T .
4 - 5 PESCHE NOCI

ZUCCHERO A VELO
2 PESCHE

Sbattere le uova con lo zucchero , senza montarle, aggiungere lo yogurt, l'olio, il passito e la scorzetta del limone, quindi amalgamare il tutto con cura.
Setacciare la farina con il lievito e incorporarla gradualmente al composto, sempre mescolando, per evitare di formare grumi.
Pelare le pesche, tagliarle a cubetti, spruzzarle con succo di mezzo limone  e unirle delicatamente all'impasto preparato.
Foderare di carta forno uno stampo rotondo ( 20 cm di diametro ), riempirlo con il composto e infornate a 170 ° C per circa 45' - 50' , facendo la prova dello stecchino per verificare la cottura.
Lasciare intiepidire la torta, sformarla su un piatto, spolverizzarla con lo zucchero a velo e servirla con le pesche rimaste, tagliate a fettine .





 
 
 
 
 
 
 

venerdì 19 giugno 2015

Il segreto del ravanello

In tutta franchezza, i ravanelli non mi piacciono affatto e puntualmente mi sorprende osservare  mio marito che, invece, se li mangia come fossero caramelle. Le foglie poi le ho sempre snobbate, gettandole senza troppi complimenti.
Fatto sta che, qualche giorno fa, giusto lui mi ha suggerito di provare a farne un pesto . L'ho assecondato senza smodato entusiasmo, immaginando una salsa dall'invadente nota  acre e pungente, che avrei finito per rifilargli a cena . Bello sbaglio ! Il pesto era la fine del mondo, sorprendentemente delicato, con lieve retrogusto piccantino  . 
Morale della favola : mio marito se l'è spazzolato e io ho dovuto ricomprare i ravanelli !



Plumcake salato

al pesto di foglie di ravanello e pinoli








 
 

 






Ingredienti


200 G FARINA TIPO " 0 "
200 ML PANNA FRESCA
150 G PESTO DI FOGLIE DI RAVANELLO
60 G PECORINO STAGIONATO
2 UOVA
8 G LIEVITO PER TORTE SALATE
NOCE MOSCATA
SALE
PINOLI

Per il pesto
60 G FOGLIE DI RAVANELLO
30 G PARMIGIANO REGGIANO
25 G PINOLI
ERBA CIPOLLINA
1 SPICCHIO D'AGLIO
SALE
OLIO EVO
 
 
 
Per il pesto :
Lavare e asciugare le foglie di ravanello.
Passare al mixer l'aglio e il parmigiano, aggiungere le foglie di ravanello, qualche stelo d'erba cipollina e un pizzico di sale, e continuare a frullare, versando l'olio a filo, fino ad avere una salsa fluida e omogenea. Aggiustarla di sapore e trasferirla in una ciotolina. 

 
 
 
 
 
Sbattere, con una frusta, le uova con la panna, il formaggio grattugiato, una spolverata di noce moscata e un pizzico di sale, quindi aggiungere il pesto e mescolare bene.
Setacciare la farina con il lievito, quindi unire i due composti, amalgamandoli con cura. Lasciare riposare per 30'.
Imburrare uno stampo da plumcake ( 28 cm x 13 cm ), riempirlo con l'impasto, livellarlo bene e cospargere la superficie con una manciata di pinoli . Infornate a 170 ° C per circa 40' - 45', facendo la prova dello stecchino per verificare la cottura.
Lasciare intiepidire il plumcake, quindi sformarlo su un piatto  e affettarlo.
 
 
 
 
 
 
 
 
 Partecipo al contest di Kucina di Kiara e ER Creazioni
 
 
 
Contest di cucina giugno 2015, luglio 2015

venerdì 12 giugno 2015

Tempo d 'estate

L'ultima campanella è finalmente suonata . E come ogni anno accade, sembrava solo ieri il primo giorno di scuola e , al tempo stesso , pare trascorsa un'eternità. 
Ma adesso, GIURO , getto la sveglia, brucio i diari, mi scrollo di dosso la logorante stanchezza degli eterni pomeriggi di compiti e riafferro il mio tempo .
Da oggi, solo leggerezza , magari al sapore di ciliegia .



Insalata di riso
con ciliegie , feta e olive taggiasche


















Ingredienti per 4 persone


280 G RISO CARNAROLI
350 G CILIEGIE
200 G FETA GRECA
150 G OLIVE TAGGIASCHE
SALE

Per condire :
7 - 8 STELI DI ERBA CIPOLLINA
3 - 4 RAMETTI DI BASILICO
2 FOGLIE DI MENTA
1 SPICCHIO D ' AGLIO
SCORZETTA DI LIMONE
SALE
OLIO EVO

Lavare e asciugare gli aromi.
Versare 5 cucchiai d'olio in una terrina, profumarlo con l'aglio a fettine, un ciuffo di basilico, la menta e qualche scorzetta di limone, coprire e lasciare insaporire per 1h.
Lessare il riso, in abbondante acqua salata in ebollizione, per 18' ( o quanto indicato nella confezione ) , scolarlo bene e trasferirlo nella terrina con l'intingolo. Mescolare e lasciare raffreddare. 
Nel frattempo, lavare e asciugare le ciliegie, tagliarle a metà ed eliminare il nocciolo. Tagliare a cubetti la feta.
Eliminare l'aglio e il basilico dal riso, quindi condirlo con gli ingredienti preparati. Aggiungere le olive, sgocciolate e divise a metà, l'erba cipollina, tagliuzzata con le forbici, e qualche fogliolina di basilico. Amalgamare il tutto con cura, aggiustare di sapore e irrorare con un filo d'olio.
Lasciare riposare per almeno 30' prima di servire.




 
 
 
 
 
 
PARTECIPO AL CONTEST DI CUCINA IN  CUCINA DI BARBARA OSPITATO NEI MESI DI GIUGNO-LUGLIO 2015  DAL  BLOG SABRINAINCUCINA : "LE CILIEGIE" 
 
 
 
PARTECIPATE NUMEROSI, AVETE TEMPO FINO AL 25 LUGLIO 2015
 

domenica 7 giugno 2015

Quel pizzico d'estate che rinfresca e rigenera

Un fine settimana dall'abbraccio bollente e la voglia improvvisa di qualcosa di freddo, fruttato e sorprendentemente buono.
Insomma, con 35° all'ombra, un gelido piacere non si nega a nessuno.
Buona domenica.


Semifreddo al profumo di basilico

con fragole marinate




















Ingredienti per 6 persone


250 G YOGURT GRECO
200 ML PANNA FRESCA
60 G ZUCCHERO
35 ML ACQUA
2 - 3 FOGLIE DI BASILICO
1 ALBUME

1 CESTINO DI FRAGOLE
2 RAMETTI DI BASILICO
1 LIME

Versare la panna in una ciotolina, aromatizzarla con il basilico, coprirla e lasciarla insaporire per almeno un'ora, in frigorifero. Prima di montarla, eliminare il basilico e passarla in freezer per 15', affinché sia ben fredda.
Preparare la meringa. Riunire, in un pentolino, lo zucchero e 35 ml di acqua, quindi cuocere, mescolando, finché non si sarà formato uno sciroppo denso ( se avete il termometro da cucina, arrivate a 120°C ).
Sistemare l'albume in una terrina e cominciare a montarlo, con le fruste elettriche, versando a filo lo sciroppo caldo. Continuare a lavorare fino ad avere una meringa fredda, gonfia e lucida.
Versare lo yogurt in una ciotola e incorporarvi la meringa, amalgamando delicatamente, con una spatola, con movimenti dal basso verso l'alto.
Montare la panna ben ferma e unire anch'essa al composto, sempre muovendo dal basso verso l'alto.
Versare il tutto in uno stampo in silicone ( 18 cm di diametro ), livellare la superficie e passare in freezer per almeno 6 ore.
Lavare e asciugare le fragole, tagliarle a metà, oppure in quarti , e sistemarle in una fondina. Profumarle con 4 - 5 foglie di basilico tritate e qualche specchietto di lime, coprirle e lasciarle insaporire in frigorifero per almeno un'ora.



 
Sformare il semifreddo su un piatto, decorarlo con le fragole e qualche fogliolina di basilico, lasciarlo ammorbidire per 15' - 20' e servire.
 
 
Partecipo al contest di Cristina del blog Coccole di dolcezza : Albume . . . che guerra sia !