lunedì 19 ottobre 2015

Basta solo un po' di sale in zucca

E riecco il tempo delle zucche.
Le attendo, ogni anno, con ansiosa trepidazione, ne accumulo deliranti scorte, e le mangio smodatamente fino a Primavera, senza disdegnarle a colazione.
Poi , d'un tratto, mi accorgo che non ce n'è più neanche l'ombra e allora, ammettiamolo pure, un briciolo di liberatorio sollievo, lo provo anch'io  .
Oggi ho aggiunto la zucca a una profumatissima battuta d'anatra, ma la stagione è ancora lunga, che si sappia !
 
Buon lunedì .


Pici con ragù di petto d'anatra e zucca


















Ingredienti per 4 persone

320 G PICI
600 G ZUCCA ( già pulita )
1 PETTO D'ANATRA GRANDE ( privato della pelle )
1 CIPOLLA DOLCE
1 SPICCHIO D'AGLIO
1 RAMETTO DI ROSMARINO , SALVIA E TIMO
1 FOGLIA ALLORO
2 BACCHE DI GINEPRO
1 CHIODO DI GAROFANO
NOCE MOSCATA
VINO BIANCO
PECORINO
SALE
OLIO EVO


Tagliare la zucca a cubetti . Privare il petto d'anatra del grasso in eccesso e batterlo a coltello, fino a ridurlo in piccoli tocchetti.
Tritare la cipolla e farla appassire, a fuoco dolce, in un'ampia padella, con un filo d'olio, l'aglio spellato, gli aromi e le spezie . Aggiungere l'anatra, saltarla velocemente a fuoco vivo, per pochi minuti, quindi aggiungere la zucca e amalgamare il tutto. Salare, cospargere  con un pizzico di noce moscata e sfumare con un bicchiere di vino. Coprire e cuocere per una ventina di minuti, mescolando di tanto in tanto, finché la carne non sarà morbida e la zucca cotta, ma ancora soda.. Aggiustare di sapore, eliminare aglio e aromi, alzare la fiamma e lasciare leggermente restringere il fondo.
Lessare i pici al dente, scolarli e spadellarli velocemente con il sugo.
Trasferire la pasta nei piatti e completare con abbondante pecorino a lamelle.







martedì 13 ottobre 2015

Che la vita è troppo breve per accontentarsi

Il mio Autunno, nei giorni di pioggia, profuma di arrosto, funghi e fichi maturi .
E allora, oggi stappo un ottimo vino e me li godo tutti in solo boccone .

Filetto di vitello
con porcini e salsa di fichi


















Ingredienti per 6 persone


950 G FILETTO DI VITELLO
3 RAMETTI DI ROSMARINO , 3 RAMETTI DI SALVIA , 3 RAMETTI DI TIMO  , 1 RAMETTO MIRTO
1 FOGLIA DI ALLORO
2 SPICCHI DI AGLIO
VINO BIANCO
SALE COMUNE , SALE AROMATICO
NOCE MOSCATA
2 BACCHE DI GINEPRO
OLIO EVO

1 KG FUNGHI PORCINI
2 SPICCHI D'AGLIO
2 RAMETTI NEPITELLA
SALE
OLIO EVO


Per la salsa
20 FICHI
2 RAMETTI DI ROSMARINO
1 SPICCHIO D'AGLIO
ZUCCHERO DI CANNA
SALE
OLIO EVO

4 - 5 FICHI PER DECORARE

Legare la carne con lo spago e sistemarla  in una casseruola con l'aglio, gli odori e le bacche di ginepro . Profumarla su ogni lato con un pizzico di noce moscata e condirla con un buon giro d'olio. Coprirla e lasciarla insaporire per un paio d'ore.





Nel frattempo, lavare i funghi delicatamente, asciugarli e affettarli . Saltarli in un'ampia padella con un filo d'olio, la nepitella e l'aglio, per una decina di minuti, quindi salarli, coprirli e cuocerli  per altri 20' circa, finché non saranno teneri.
Rosolare il filetto su ogni lato, salando con il sale comune e quello aromatico. Dopo circa 15', sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco, abbassare la fiamma e continuare la cottura per altri 20', girando la carne di tanto in tanto. A cottura ultimata, posizionare il filetto su un tagliere e lasciarlo riposare per una decina di minuti. Deglassare il fondo di cottura con un bicchiere di vino, farlo leggermente restringere, a fuoco medio, quindi filtrarlo e tenerlo in caldo.
Per la salsa : sbucciare i fichi e tagliarli a spicchi. Sistemarli in una padella, con un filo d'olio, il rosmarino e l'aglio .






Saltarli, a fuoco vivace, per qualche minuto, e cospargerli con un pizzico di sale e due cucchiai di zucchero di canna. Continuare la cottura finché i fichi non saranno molto morbidi e il tutto non avrà assunto una consistenza sciropposa. Eliminare l'aglio e il rosmarino, lasciare intiepidire, poi frullare, aggiungendo qualche cucchiaio del fondo di cottura della carne, fino ad avere una salsa densa e cremosa.
Lavare bene i fichi rimasti e tagliarli a fettine.
Affettare la carne e sistemarla su un piatto, guarnire con i funghi e i fichi, quindi irrorare con il sugo caldo e servire con la salsa.







Partecipo al contest del blog Batuffolando : mare o montagna ?


mercoledì 7 ottobre 2015

Di piatti rock e vecchie canzoni

Stordita da un violento raffreddore e frustrata dall'uggia appiccicosa di una grigia mattina d'inizio Ottobre, ho deciso di cedere al mio rimedio consolatorio preferito : il pesce.
Detto - fatto, mi sono fiondata al mercato e , giusto per non farmi mancare nulla, ho comprato di tutto un po', fulminando , non solo il portafoglio, ma anche il mio tempo !
Addio beato relax, ma in compenso cenetta divina e musica perfetta , la stessa con cui tormentavo mio marito , quando eravamo ancora poco più che amici .  R . E . M . Losing My Religion


Riso Venere al profumo di mare


















Ingredienti per 6 persone

Per il riso :
400 G RISO VENERE
BASILICO , CIPOLLOTTO E TIMO
LIME
SALE GROSSO

Per il sugo
1 KG COZZE
1 KG VONGOLE
800 KG G SEPPIE
800 G CODE DI GAMBERO
6 SCAMPI
5 POMODORI RAMATI
1/2 CIPOLLA ROSSA DI TROPEA
5 SPICCHI DI AGLIO
2 CM RADICE FRESCA DI CURCUMA
SCORZETTA DI LIME N . T . E ARANCIA N.T.
2 RAMETTI DI TIMO
1 RAMETTO DI SALVIA
1 PEPERONCINO
BASILICO , ERBA CIPOLLINA
PREZZEMOLO
SALE
OLIO EVO


Mettere a bagno, per qualche ora, le vongole  con il sale grosso e mezza cipolla, e, separatamente, anche le cozze.
Eliminare dalle seppie la pellicina nera, estrarre le viscere ed eliminare dai tentacoli l'occhio e il becco, quindi lavarle bene.
Pelare e privare dei semi i pomodori, quindi tagliarli a tocchetti  e frullarli con un filo d'olio, un ciuffo di basilico, una puntina d'aglio e il sale.
In un ampio tegame, appassire per qualche minuto, la cipolla tritata con un filo d'olio, l'aglio schiacciato, il peperoncino, le scorzette, la curcuma sminuzzata e gli aromi. Unire le seppie, tagliate a striscioline,  e far insaporire il tutto per qualche minuto, mescolando. Sfumare con il vino, farlo evaporare, versare la crema di pomodori preparata, coprire e cuocere 1h, finché i molluschi non saranno morbidi. Solo alla fine, aggiustare di sale, se necessario. 
Sciacquare le cozze e pulirle bene, eliminando le barbe e le impurità dei gusci. In un'ampia padella, insaporire l'aglio con un filo d'olio, aggiungere le cozze e saltarle a fuoco vivace per pochi istanti. Coprire la padella e cuocerle finché non cominceranno ad aprirsi, quindi sfumarle con il vino, rimettere il coperchio e continuare la cottura per 2' - 3' . Restringere leggermente il fondo e tenere in caldo.
Procedere allo stesso modo con le vongole, dopo averle sciacquate abbondantemente, per eliminare ogni traccia di sabbia .
Sgusciare i gamberi e privarli del budellino ( cioè il filino nero intestinale ), quindi lavarli e saltarli velocemente in padella con un filo d'olio e l'aglio. Salarli, sfumarli con il vino, lasciarlo evaporare e spegnere .
Lavare gli scampi inciderli nel dorso ed eliminare il budellino, quindi saltarli , per pochi minuti , con aglio, olio e una spruzzata di vino bianco .
Sgusciare parte dei frutti di mare, eliminando quelli rimasti chiusi, e versarli nel tegame con le seppie , diluendo con un paio di cucchiaiate dei rispettivi fondi, filtrati. Aggiungere anche i gamberi, con il loro sughetto, privato dell'aglio, quindi aggiustare di sapore .






Per il riso : portare a ebollizione abbondante acqua, aromatizzata con uno spicchio di cipollotto, un rametto di timo, qualche foglia di basilico e una fettina di lime. Eliminare gli aromi, salare e gettarvi il riso Venere, ben sciacquato. Lessarlo per circa 40' ( oppure secondo i tempi indicati nella confezione ), quindi scolarlo e saltarlo velocemente con il sugo di mare preparato .  
Completare con un trito di erba cipollina e prezzemolo,  e qualche fogliolina di basilico . Trasferire il riso in un piatto e decorarlo con gli scampi e il lime a fettine sottili.


Partecipo al contest di Emanuela del blog Ricami di Pastafrolla : il tuo piatto rock



banner contest-3