sabato 28 novembre 2015

Il buongiorno si vede dal caffè

Un silenzio tanto lungo, quanto eterne mi sono parse le ultime settimane.
Ma oggi è sabato, fuori c'è il sole e in fondo , come qualcuno ha scritto, " a riempire una stanza basta una caffettiera sul fuoco " . 
Buon fine settimana

Plumcake al caffè





 








Ingredienti

200  G FARINA DI KAMUT
50 G MAIZENA
200 ML CAFFE' ( una moka da 3 tazzine )
150  G ZUCCHERO DI CANNA
80 ML OLIO EVO LEGGERO
8 G LIEVITO PER DOLCI
2 UOVA 
1 TAPPO DI BAILEYS ( o altro liquore )



ZUCCHERO A VELO



Montare le uova con lo zucchero, finché non saranno chiare e spumose. Aggiungere il caffè, l'olio e il liquore, quindi amalgamare con cura.
Setacciare la farina con la maizena e il lievito, e incorporarla gradualmente al composto, sempre mescolando con le fruste.
Imburrare uno stampo da plumcake ( 28 x 13 cm ), riempirlo con l'impasto e infornate a 170 ° C per circa 40' - 45', facendo la prova dello stecchino per verificare la cottura.
Lasciare intiepidire il plumcake, sformarlo su un piatto e spolverizzarlo con lo zucchero a velo.





lunedì 9 novembre 2015

Tra dolce e salato

Qualche tempo fa, mi sono imbattuta per caso in una torta di zucca e pere, che mi ha letteralmente folgorato. Capiamoci, non tanto la torta in sé, quanto piuttosto il sapore di quell'accostamento un po' curioso, complesso e intrigante.
Non ho resistito e l'ho provato, ma, giusto per non smentire la mia innata predisposizione ,  ho accantonato, all'istante, l'idea della torta e mi son data al salato.
Ho preparato una crema, l'ho inondata di spezie, per contrastarne la spiccata nota dolciastra, e, volendo proprio  strafare, ci ho aggiunto pure il mio irrinunciabile pizzico di mare .
Un po' comfort e un po' novità, in un giorno d'Autunno inoltrato, che sa quasi di Primavera .


Vellutata di zucca , pere e curry

con polpo arrostito






 



 


 






Ingredienti per 4 persone


500  G ZUCCA ( già pulita )
2 PERE ( circa 280 G )
1 CIPOLLA DOLCE
1 CUCCH . INO DI CURRY
1 RAMETTO DI SALVIA
1 RAMETTO DI ROSMARINO
NOCE MOSCATA
SALE
OLIO EVO
 
Per il polpo
1 POLPO ( circa 700 g )
1 SPICCHIO D'AGLIO
1 CIPOLLA
1 CAROTA
SEDANO
1 LIMONE
1 RAMETTO DI ROSMARINO
1 FOGLIA DI ALLORO
VINO BIANCO
SALE
OLIO EVO


 
In una casseruola, riunire la zucca a cubotti e la cipolla tritata, irrorare con un filo d'olio, mescolare e lasciare insaporire il tutto per qualche minuto . Pelare le pere, privarle del torsolo, tagliarle a dadi e aggiungerle alla zucca.  Salare, profumare con un pizzico di noce moscata, la salvia e il rosmarino e allungare con 500 - 600 ml d'acqua ( oppure di brodo ). Coprire e cuocere a fuoco dolce per circa 30', mescolando ogni tanto. Eliminare gli aromi, cospargere con il curry e continuare la cottura per altri 10 - 15'.
Lasciare intiepidire, quindi, con l'aiuto di un frullatore a immersione, ridurre il tutto in crema. Aggiustare di sale, se serve, coprire e tenere la vellutata in caldo.
Eviscerare il polpo, rimuovere gli occhi e il becco, quindi lavarlo bene sotto l'acqua corrente.
Portare  a ebollizione abbondante acqua , aromatizzata con una costa di sedano, una cipolla, una carota, mezzo limone, l'alloro e una spruzzata di vino bianco. Immergere i tentacoli del polpo per 3 volte consecutive nell'acqua bollente, per farli arricciare, tenendolo dalla testa, quindi lasciarlo ricadere e cuocerlo, a fuoco dolce , per circa 30' - 40' . Il polpo sarà pronto quando, pungendolo con uno stecchino, sull'attaccatura dei tentacoli, questo entrerà facilmente.
Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare il polpo nel suo brodo, poi trasferirlo su un tagliere e tagliarlo a pezzi.
Scaldare , in una padella, un filo d'olio con l'aglio e il rosmarino e arrostirvi velocemente il polpo, su ogni lato, finché non si sarà formata una leggera crosticina, quindi aggiustarlo di sapore e ridurlo a tocchetti.
Versare la vellutata calda nelle singole fondine e completare con il polpo .
 
 
 
 



 

lunedì 2 novembre 2015

E quando non sai più che pesci pigliare

Prima o poi, giunge il momento di chiudere in un cassetto le equazioni ingarbugliate,  inventarsi pensieri lievi e , magari , fare pure un salto in pescheria . Terapia semplice, gratificante e sana . Provare per credere !
Vi lascio un idea leggerissima per preparare l'orata al profumo di agrumi , spezie e aromi .
Buon lunedì



Orata al cartoccio

con arance , olive taggiasche e curcuma



















Ingredienti per 4 persone


1 KG ORATA DI MARE
250 G OLIVE TAGGIASCHE
2 ARANCE BIOLOGICHE
2 SPICCHI D'AGLIO
2 RAMETTI DI SALVIA , ROSMARINO E TIMO
2 FOGLIE DI ALLORO
PREZZEMOLO
RADICE DI CURCUMA FRESCA
NOCE MOSCATA
SALE AFFUMICATO
SALE AGLI AROMI
OLIO EVO

Per il dressing
1 ARANCIA BIOLOGICA
1/2 LIMONE
1 SPICCHIO D'AGLIO
1 CUCCH . INO MIELE
SALSA DI SOLIA
SALE
OLIO EVO


Squamare l'orata, inciderla ed eviscerarla ( oppure affidatevi al vostro pescivendolo ). Lavarla bene sotto l'acqua corrente, per eliminare il sangue coagulato, quindi tamponarla con carta assorbente. Adagiare il pesce su un foglio di carta forno e inserire nel ventre mezzo spicchio di aglio, una fetta d'arancia, un pizzico di sale e un ciuffetto di prezzemolo. Cospargerlo con una presina di sale comune, aromatico e affumicato e una spolverata di noce moscata, quindi profumarlo con l'aglio rimasto affettato, gli aromi, la curcuma tritata e le fettine delle arance, divise a metà.







Aggiungere le olive , chiudere la carta forno a caramella, sigillandola bene, e lasciare riposare il pesce per circa 1h.







Per il dressing : frullare l'olio con il succo d'arancia e limone, il miele e una spruzzata di salsa di soia. Salare, profumare con l'aglio schiacciato, coprire e lasciare insaporire l'intingolo .
Passare l'orata in forno a 180 ° per circa 40', finché il cartoccio non sarà bello gonfio, poi aprirlo e lasciare leggermente intiepidire il pesce.
Eliminare la testa dall'orata, recuperando la polpa delle guance, spellarla, sfilettarla e disporla su un piatto con le olive e le arance , quindi servirla con il dressing filtrato .