lunedì 1 febbraio 2016

Fiori d ' Inverno

Ha un colore rosso vinoso intrigante, un sapore amarognolo che stuzzica e lunghe foglie che scrocchiano . Un piccolo gioiello della Marca trevigiana che, non a caso, è stato ribattezzato  " Il re dei radicchi ".
Personalmente, lo adoro. Sarà che lo producono poco lontano da qui, sarà che è tra gli ingredienti più versatili che siano, ma sarà soprattutto che prediligo i gusti intensi e decisi.
E così, in una sera di fine gennaio, umida e grigia, abbandonarsi a quel sacro rituale che conforta e rasserena, è fin troppo facile.
 


Paté al radicchio rosso tardivo







 













 

Ingredienti per 8 persone


4 - 5 CESPI DI RADICCHIO ROSSO TARDIVO IGP ( circa 800 G )
300 ML PANNA DA CUCINA
1 CIPOLLA DOLCE
80 G PARMIGIANO REGGIANO
ZUCCHERO DI CANNA
SALE
OLIO EVO
 
CROSTINI


Eliminare dal radicchio la radice e le foglie rovinate, quindi lavarlo, asciugarlo e tagliarlo a striscioline . Riunirlo in un ampia padella, con la cipolla tritata e un filo d'olio, e farlo insaporire, a fuoco medio, per qualche minuto. Salare, cospargere con un cucchiaio di zucchero di canna ( anche 2, a seconda di quanto si voglia contrastare l'amaro ) coprire e cuocere lentamente finché il tutto non sarà morbido. A questo punto, aggiungere la panna, alzare la fiamma e lasciare restringere bene il fondo di cottura. Unire il parmigiano grattugiato, amalgamare con cura e spegnere.
Quando il composto sarà tiepido, frullarlo fino ad avere una crema liscia e densa. Traferirla in una ciotola e passarla per qualche ora ( meglio per tutta la notte ) in frigorifero a rassodare.
Servire il paté con crostini leggermente tostati.


22 commenti:

  1. Da amante delle verdure e dei sapori amarognoli, il radicchio svetta tra i miei ortaggi invernali preferiti. L'idea di farci un paté, però, proprio non mi aveva mai sfiorata; poi arrivi tu, fonte inesauribile d'ispirazione,e già so che replicherò la tua ricetta con vero piacere!
    Buona settimana, Lisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E la cosa mi riempie di gioia, buona settimana anche a te Giulia

      Elimina
  2. Il tardivo è sicuramente tra i miei preferiti e l'idea di farne un pâtè è geniale :-) Complimenti Lisa e felice settimana <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sempre noi ci capiamo . baci cara e grazie

      Elimina
  3. Che buono il radicchio...quest'anno l'ho un pò trscurato ma questa è un'ottima idea per consumarlo, davvero unidea gustosa ed elegante...
    Un grande abbraccio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei ancora in tempo !!!!! Un abbraccio anche a te Paola cara

      Elimina
  4. quanto mi piace quel radicchio! dico la verità lo compro poco perchè da noi nell'orto non viene e al supermercato costa sui 8 euro al chilo... 'naggia.... posso venire ad allungare la mano su un crostino please?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo offrirei davvero volentieri Simo cara.

      Elimina
  5. Deve essere una vera delizia, lo immagino in una bella fetta di pane caldo e croccante !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, sui crostini caldi ci sta d'incanto. Tanti baci Vero

      Elimina
  6. Quanto mi piacciono questi patè di verdure... al radicchio proprio mi manca, grazie della ricetta cara!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacciono i paté con le verdure. Un abbraccio Simo e grazie

      Elimina
  7. E' molto originale l'idea di preparare con il radicchio il patè e sui crostini deve essere una meraviglia...

    RispondiElimina
  8. Caspita!! Mai provato il paté di radicchio, ma deve essere una prelibatezza! E amando molto il radicchio non posso non volerlo provare al più presto.
    Tanti baci Lisa, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai, e io che credevo di essere stata poco originale. Tanti baci anche a te Luna

      Elimina
  9. Che buono deve essere! E poi che poetico il titolo del post ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Arianna, grazie infinite e benvenuta

      Elimina
  10. Come non amare questi meravigliosi fiori d'inverno, un gusto amarognolo che sa ben combinarsi e nella sua versatilità trova tante combinazioni e nuovi sapori. Del resto anch'io ho la fortuna di potermelo procurare direttamente dal produttore, per cui ne consumo a cassette, gustandolo in tanti modi ma mai in patè.....devo provvedere!!!
    Baci

    RispondiElimina
  11. sai che non credo di aver mai preparato un patè, questo mi entusiasma, lo assaggerei più che volentieri!! Un abbracio SILVIA

    RispondiElimina
  12. Molto originale questo patè, come vorrei assaggiarlo!
    baci
    Alice

    RispondiElimina