domenica 13 marzo 2016

Pasta madre, questa sconosciuta !

Quando, qualche tempo fa, a un raduno di blogger, Elisabetta mi ha messo in mano quella bianca e gommosa pallina che promette meraviglie, non sapevo che stavo per imboccare una via senza ritorno.
A dirla tutta, i primi tentativi sono stati un vero disastro ; gli impasti crescevano poco, avevano una consistenza quasi cartonata e soprattutto un sapore fastidiosamente acido.
Ma poiché, complicarsi la vita, è un'arte che non muore mai, ho continuato a perseverare nei miei fallimentari esperimenti, finché non sono giunti, quasi insperati, i preziosi consigli della mia panificatrice preferita . Così, praticate le necessarie cure, mi si è spalancato un mondo del tutto nuovo, fatto di rinfreschi, lunghe lievitazioni, alveolature e impasti soffici e digeribili .
E adesso, inutile dirlo,  non potrei più farne a meno.

Pan Brioche 

al caffè , cioccolato e scorzetta d'arancia






 






Ingredienti


250 G FARINA MACINATA A PIETRA TIPO " 1 " PER PANE E LIEVITATI ( per me PETRA 1 )
80 ML PANNA FRESCA
80 ML CAFFE' ( una moka da 1 )
75 G PASTA MADRE (già  rinfrescata con pari dose di farina e metà d'acqua e al raddoppio, circa 4 h )
50  G CIOCCOLATO FONDENTE
50 G ZUCCHERO DI CANNA
1 TUORLO
SCORZETTA D' ARANCIA BIO
MIELE
SALE

Per pennellare
1 TUORLO
2 CUCCH . DI LATTE
ZUCCHERO DI CANNA


Il pomeriggio precedente .
Sciogliere il lievito madre , ridotto a pezzetti, con la panna  e un cucchiaino di miele. Aggiungere il tuorlo, leggermente sbattuto, lo zucchero, il caffè e lavorare il tutto per alcuni minuti.
Versare la farina, e un cucchiaino di scorzette d'arancia, e cominciare a impastare, unendo , dopo un paio di minuti, un pizzico di sale. Lavorare il composto finché non sarà elastico e liscio, quindi trasferirlo su un piano e allargarlo con le dita. Unire le gocce di cioccolato, tenute per qualche ora in frigorifero, e incorporarle con cura, praticando un serie di pieghe. Fare una palla, inciderla a croce, coprirla e lasciarla lievitare, in luogo tiepido, fino al raddoppio del volume ( circa 5 h ).
Sgonfiare l'impasto e rovesciarlo su un piano, leggermente infarinato. Dividerlo in due, modellare dei cordoncini della stessa lunghezza e intrecciarli tra di loro, sigillando bene le estremità.
Sistemare la treccia in uno stampo da plumcake da 24 cm, foderato di carta forno, coprirlo e trasferirlo nella parte più calda del frigorifero, per 10 h .



Trascorso il tempo il pane avrà raggiunto il bordo dello stampo.
Tirarlo fuori dal frigorifero e lasciarlo un paio d'ore a temperatura ambiente. Pennellare delicatamente la superficie con il tuorlo, sbattuto con il latte, cospargere con lo zucchero di canna e infornare a 180 ° per 45', coprendolo, se dovesse colorirsi troppo.
Lasciare intiepidire il Pan brioche, prima di sformarlo su un piatto.




Partecipo al contest Di Sabrina del blog Sabrina in cucina : Festeggia con me
PARTECIPATE NUMEROSI SCADE IL 30 APRILE 2016

e partecipo al contest  Sedici Alchimia dei sapori ep. 11 : I tostati


tostati

32 commenti:

  1. Invidio chi sa panificare non è nelle mie corde.deve essere super buono. Grazie e buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io sono una dilettante, te lo assicuro !!! Buona settimana Edvige

      Elimina
  2. E' UN VERO INCANTO TESORO, POI CON I MIEI INGREDIENTI PREFERITI, CIOCCOLATO E CAFFE' DI CUI IO SONO GHIOTTA, GRAZIE TANTE!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, per questo ti chiedevo lumi l'altro giorno <3<3<3

      Elimina
  3. Grazie Lisa per la tua ricetta!! :)
    Il tuo panbrioche è un vero spettacolo, ma sai che io non sono mai riuscita ad appassionarmi alla pastamadre.. non ho proprio costanza! :D
    Per favore aggiungi solo l'abbinamento scelto per Sedici? è cioccolato e arancia, o cioccolato e caffè?
    Grazie ancora, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, scusa, mi rispondo da sola... è caffè e cioccolato, giusto? Visto che hai lasciato il commento da me! Lo aggiungi per le altre? Grazie ancora!:D

      Elimina
    2. Lo dicevo anch'io e, ti dirò, a volte lo penso tutt'ora, ma c'è una tale differenza . . .
      P . s . L'abbinamento è esattamente quello. tanti baci

      Elimina
  4. Che bontà!! Grazie per la ricetta, buona domenica , ciao Andrea

    RispondiElimina
  5. la tua panificatrice preferita è adorabile lo so!! <3 ed è bella questa cosa di potersi scambiare consigli, o imparare trucchi insomma! E vedo che ha dato dei bellissimi risultati la perseveranza! io non ho ancora fatto conoscenza con la pasta madre, perchè ho paura di non sapermene prendere cura! intanto mi godo il tuo panbrioche che è spettacolare! vien voglia di allungare la mano nello schermo e prenderne una bella fettina...che dico fettozza!! :) ciao lisa buon inizio di settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza di lei questo pan brioche non esisterebbe proprio. E su una cosa ti do ragione : occuparsi della pasta madre è un po' stressante. Un abbraccio Silvia

      Elimina
  6. pasta madre misteriosa....mi sono lanciata da poco nell'impresa...fallimenti direi di si... ma inizio a vedere qualche miglioramento!!!
    mi piace il tuo blog e il tuo panbrioche mi fa sperare nella riuscita della mia impresa!! mi unisco volentieri ai tuoi lettori, se ti fa piacere passa a trovarmi www.lacucinadijorgette.com
    Complimenti
    Jorgette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ce lo fatta io, c'è speranza per tutte, ahahaha . Benvenuta Jorgette

      Elimina
  7. Complimenti. .hai recuperato un inizio non perfetto con risultati spettacolari!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono ancora lontana dai tuoi, cara Paola . Un abbraccio anche a te

      Elimina
  8. Oh mamma, che golosità questo pan brioche!
    Io non sono ancora entrata nel vortice del lievito madre, ma di tanto in tanto la curiosità di provare si fa sentire e mi sa che prima o poi cederò anch'io alla tentazione.
    Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque i tuoi lievitati sono spettacolari anche senza pm, figurati se cedessi alla tentazione . . .
      tanti baci Giulia

      Elimina
  9. Fantastica questa brioche... Consu è una carta sicura, non sbaglia un colpo! :D Un bascione forte e buona settimana <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto Patty bella. Un bacione

      Elimina
  10. Lisa che dire....... :-O un pan brioche che è una vera gioia per gli occhi e per il palato!!!Io e la pasta madre purtroppo non andiamo d'accordo.Ci ho provato diverse volte ma i lievitati non so perchè non mi lievitano perciò ho lasciato perdere!!!
    Un bacione mia cara e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'inizio neppure a me, sapessi quante schifezze dure come sassi ho sfornato !!!! Un abbraccio Gwendy

      Elimina
  11. davvero molto bella ed invitante! bravissima

    RispondiElimina
  12. Bravissima Lisa, sapevo che c'era del potenziale e non mi hai delusa :-) anzi ti faccio i miei complimenti x questa meravigliosa brioche e non vedo l'ora di gustarmi le meraviglie che sfornerai :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono io che mi complimento con te per la bravura e i consigli illuminanti. un abbraccio cara

      Elimina
  13. Una favola il tuo pan brioche Lisa!!!! Con la pasta madre è tutta un'altra cosa... e che soddisfazioni, vero??? Bravissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio vero simo. Un abbraccio e grazie

      Elimina
  14. meravigliosamente soffice e goloso il tuo pan brioche!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia, tanto lavoro ma ne valeva proprio la pena e sono belle soddisfazioni, bravissima!!!
    La pasta madre per ora rimane un sogno, ma prima o poi mi decido anche perchè sono consapevole della differenza!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova e armati di pazienza !!!!!! un abbraccio Laura

      Elimina
  16. Io ci vorrei tanto provare ma ho paura di farlo morire il povero lievito madre. Per ora mi limito ad ammirare il vostro bellissimo lavoro. Questo pan brioche è spettacolare. Baci cara

    RispondiElimina