martedì 31 maggio 2016

Quinoa delle meraviglie

Sarà che sono decisamente poco reattiva alle situazioni stressanti, anzi, oserei quasi dire  che mi ci crogiolo, come se non ci fosse un domani. Ma sarà anche vero il detto che l'ansia si risveglia a Primavera, perché, puntualmente , Maggio  si rivela il mese più lungo e logorante che ci sia. 
Poi,  arriva un lunedì che strizza già l'occhio al weekend e la voglia di assaggiare qualcosa di nuovo di colpo ti assale, magari proprio quei semini, dalle innumerevoli virtù, che stavano per perdersi nel dimenticatoio della dispensa.
Ho sentito parlare di quinoa fin troppo, per non incuriosirmi. Così, ho scoperto che si tratta di una pianta erbacea , originaria del Sudamerica, appartenente alla stessa famiglia degli spinaci e della barbabietola . In più, non è definita " la madre di tutti i semi " per caso, infatti è ricca di proteine, fibre e vitamine, è facilmente digeribile ed è assolutamente gluten free .
Mi sfuggiva invece che, con il suo gusto delicato, e lievemente integrale, e la sua consistenza croccantina, è anche sorprendentemente buona.
Insomma, che volere di più ?




Insalatina di quinoa

con gamberi , calamaretti e fragoline di bosco















Ingredienti per 4 persone


800 G CODE DI GAMBERO
800 G CALAMARETTI
250 G QUINOA
250 G FRAGOLINE DI BOSCO
2 SPICCHI D'AGLIO NOVELLO
3 RAMETTI DI TIMO
1 RAMETTO DI ROSMARINO
1 CIPOLLA NOVELLE
1 FOGLIA ALLORO
1 LIME
BASILICO , ERBA CIPOLLINA , MENTA , PREZZEMOLO
VINO BIANCO
ACETO DI MELE
WORCESTERSAUCE
SALE
OLIO EVO

Preparare l'intingolo per il pesce : versare 5 - 6 cucchiai d'olio in un'ampia terrina e unire 2 spicchi d'aglio, spellati e divisi a metà, un paio di rametti di basilico, due foglie di menta e qualche scorzetta di lime. Coprire e lasciare insaporire per almeno un'ora.
Pulire i calamaretti . Separare la testa dalla sacca, in modo che fuoriescano anche le interiora. Svuotarla da eventuali altri residui e sfilare la penna trasparente. Eliminare dalla testa gli occhi e il becco, posto al centro dei tentacoli, e sciacquare bene. Tuffarli in acqua bollente, aromatizzata con mezza cipolla, mezzo lime, l'alloro, il timo e una spruzzata di aceto. Cuocerli per circa 15', scolarli e farli intiepidire, quindi tagliarli ad anelli, lasciando interi i tentacoli, e condirli con l'intingolo preparo, privato dell'aglio e degli aromi .
Sgusciare le code di gambero, eliminare il filo nero intestinale, situato lungo il dorso, quindi sciacquarli e lessarli per 4' - 5'  in acqua in ebollizione, profumata con mezza cipolla, mezzo lime, un ciuffo di prezzemolo e una spruzzata di vino. Scolarli e trasferirli nella ciotola con i calamaretti, salare il tutto e mescolare con cura .
Sciacquare abbondantemente la quinoa, per eliminare i residui di saponina, che altrimenti la renderebbe amara .
Portare a ebollizione 500 ml di acqua ( si calcola un volume d'acqua pari al doppio del peso della quinoa ) , salare, unire un cucchiaio d'olio e versarvi a pioggia la quinoa. Coprire e cuocere, a fuoco basso, per circa 20', finché non avrà assorbito tutta l'acqua e risulterà tenera. Trasferirla in una terrina, sgranarla con una forchetta e irrorarla con un filo d'olio e una spruzzata di worchester sauce.
Lavare delicatamente le fragoline di bosco e asciugarle.
Condire la quinoa con il pesce, aggiungere le fragoline e completare con un trito di erba cipollina, basilico e prezzemolo.



Con questa ricetta partecipo al Contest di Petrusina  - Aspettando l’estate




giovedì 19 maggio 2016

Piccoli piaceri di stagione

Meno male che è tarda Primavera e che il meteo promette un'imminente esplosione d'Estate, perché oggi parrebbe d'essere immersi in una di quelle grigie e bagnate giornate autunnali, che infondono malinconia e voglia di focolare. Così , da buona meteoropatica, per vincere l'una e assecondare l'altra, mi sono affidata al piatto più buono e appagante che sia.
Che qui, quando si parla di asparagi, siamo molto seri.



Spezzatino di vitello

agli asparagi bianchi DOP
















Ingredienti per 4 persone


1 KG SPEZZATINO MAGRO DI VITELLO
800 G ASPARAGI BIANCHI DI BASSANO DOP
2 SPICCHI D'AGLIO NOVELLO
1 CIPOLLA NOVELLA
1 RAMETTO DI ROSMARINO , SALVIA E TIMO
1 FOGLIA DI ALLORO
3 BACCHE DI GINEPRO , 3 CHIODI DI GAROFANO
ERBA CIPOLLINA
NOCE MOSCATA
FARINA
VINO BIANCO
SALE
OLIO EVO

Infarinare leggermente la carne.
Riunire, in un ampio tegame, 5 - 6 cucchiai d'olio, gli spicchi d'aglio, spellati e divisi a metà, gli aromi e le spezie. Aggiungere i bocconcini di vitello e lasciarli rosolare, su ogni lato, per una decina di minuti . Salare, profumare con pizzico di noce moscata e unire la cipolla tritata . Sfumare con un bicchiere di vino, coprire e cuocere per circa un'ora, mescolando di tanto in tanto e allungando con un mestolino d'acqua ( oppure di brodo ), se dovesse asciugarsi troppo.
Nel frattempo, lavare gli asparagi, eliminare la parte finale, legnosa, del gambo ( più o meno 4 cm ), quindi con uno spelucchino, o pelapatate, raschiare lo strato esterno. Tagliarli a rotelle, tenendo intere le punte, unirli  alla carne e continuare la cottura per altri 30' - 40', finché il tutto non sarà tenero. 
Alzare la fiamma e fare addensare leggermente il fondo .
Aggiustare di sapore e completare con un trito di erba cipollina e basilico.












sabato 14 maggio 2016

Avocado mania

Personalmente, lo adoro. Vivrei di tacos e guacamole, mi fa impazzire con il pesce e non lo disdegno al naturale . E' ricco di fibre, vitamine e Omega 3 . E' un eccellente alleato per contrastare il colesterolo, donare elasticità alla pelle , accelerare il metabolismo e attenuare il senso di fame .
Insomma , comunque la si voglia mettere, questo autentico " Super food ", non solo è delizioso e versatile, ma è pure sano, perché, in barba a chi lo ritiene eccessivamente calorico, i suoi sono i famosi " grassi buoni ". Naturalmente vige la regola della moderazione .
Ma se , per caso, non foste ancora convinti, provate a combinarlo con il cioccolato , in rete se ne trovano infinite varianti . Attenzione però, può creare dipendenza .
Buon fine settimana .



Mousse

con avocado , cioccolato e basilico














Ingredienti per 2 - 3 persone


230 G AVOCADO MATURO ( già sbucciato e denocciolato - circa 2 piccoli oppure 1 grande)
130 G CIOCCOLATO FONDENTE
30 G ZUCCHERO
1 LIME
2 RAMETTI DI BASILICO GRECO


Sciogliere a bagnomaria il cioccolato , con lo zucchero , e farlo intiepidire.
Nel frattempo, tagliare a dadini l'avocado e spruzzarlo subito con un po' di succo di lime . Riunirlo in una ciotola con le foglioline di basilico e qualche fettina di lime, e lasciarlo insaporire per 15' - 20' .
Eliminare lime e basilico e frullare la polpa d'avocado con il cioccolato, unendo gradualmente 5 - 6 cucchiai d'acqua naturale ( oppure panna ), fino ad avere un composto liscio e cremoso.
Passare la mousse un'ora in frigorifero , a rassodare, e servirla, a temperatura ambiente, decorando con qualche lampone.
La mousse si conserva in frigorifero al massimo per 2 giorni .








giovedì 5 maggio 2016

Alla scoperta dei crackers

Sarà che mi affido fin troppo spesso al vecchio adagio del " melius abundare quam deficere " , ma sarà anche che non sono proprio quella che si definisce una  * panificatrice seriale *. Fatto sta che mi ritrovo spesso con un eccesso di pasta madre davvero ingombrante .
Così, giusto per liberarmene senza doverla buttare, ho cominciato ad indagare , scovando un'infinità di ricette, che non necessitano di lievitazione ( crackers, grissini, piadine e quant'altro ) , in cui riciclare il cosiddetto esubero , ovvero lo scarto di pasta madre non rinfrescata.
Al volo mi sono data alla sperimentazione e , dopo innumerevoli tentativi , ho finalmente trovato la mia combinazione perfetta .



Crackers con esubero di pasta madre

all'erba cipollina , curcuma e sale rosa



















Ingredienti per 80 crackers


250 G LIEVITO MADRE NON RINFRESCATO ( ovvero, rinfrescato max 2 giorni prima ) E ACCLIMATATO
100 G FARINA BIO INTEGRALE
100 G FARINA DI SEMOLA DI GRANO DURO
50 G FARINA BIO TIPO 0
80 ML OLIO EVO
50 ML ACQUA
1 MAZZETTO DI ERBA CIPOLLINA
2 CUCCH . DI MIELE DI ACACIA
1,5 CUCCH . .INI SALE
1 CUCCH . INO CURCUMA
SALE ROSA DELL'HIMALAYA


Versare l'acqua in una ciotola con l'olio , il miele e la curcuma e mescolare bene .
Unire la pasta madre, a pezzetti, e scioglierla, aiutandosi con una forchetta. Aggiungere l'erba cipollina tritata e le farine setacciate, quindi cominciare a impastare, unendo il sale. Lavorare il tutto con cura, fino ad avere un composto liscio ed elastico, ammorbidendo, se serve, con un paio di cucchiai di latte.
Stendere la pasta sottilissima, ritagliare i crackers , con una formina oppure con una rotella , bucherellarli e cospargerli con il sale rosa, macinato al momento. 
Allineare i crackers in una teglia, foderata di carta forno, e infornarli a 170 ° per circa 20', finchè non saranno dorati. Estrarli dal forno e lasciarli raffreddare su una gratella.






I crackers si conservano in un barattolo ermetico o in un sacchetto ben sigillato e restano friabili per circa una settimana.


Partecipo a  Panissimo#41 maggio 2016, la raccolta mensile di lievitati dolci e salati dall’Italia e dal mondo, di Sandra e Barbaraospitata questo mese da Consuelo  del blog " I biscotti della zia " con il tema : Pani aromatici



Panissimo