sabato 12 gennaio 2019

La scodella felice

E' gennaio e fuori si gela . Insomma , il momento ideale per  abbandonarsi al supremo piacere di un piatto fumante , cremoso e sano che accarezzi e scaldi nelle lunghe sere d'inverno .
Il mio progetto del weekend è tutto qui : nuvole di tepore e candide bontà .




Passatina di ceci

con baccalà mantecato e crostini di pane nero















Ingredienti per 6 - 8 persone

500 GR CECI SECCHI
2 RAMETTI SALVIA
2 FOGLIE ALLORO
1 SPICCHIO D'AGLIO
SALE
OLIO EVO

Per il baccalà mantecato
500 GR STOCCAFISSO AMMOLLATO
1/2 SPICCHIO D'AGLIO
SALE , PEPE
OLIO EVO LEGGERO

1 FILONCINO DI PANE NERO


Raccogliere i ceci in una terrina piena d'acqua e lasciarli in ammollo per almeno 12 h .
Per il baccalà mantecato .
Sciacquare il pesce, spinarlo e sistemarlo in una casseruola , che lo contenga di misura, quindi coprirlo d'acqua e portarlo a bollore, a fuoco medio ( circa 15' - 20' ). Quando avrà raggiunto l'ebollizione e si sarà formata in superficie una bella schiuma, spegnere il fuoco e lasciarlo riposare , immerso nella sua acqua, per una decina di minuti. Scolarlo, conservando un paio di mestoli di brodo, quindi posizionarlo su un tagliere e privarlo della pelle e delle eventuali lische residue.
Sminuzzarlo e trasferirlo in una ciotola, se si intende procedere a mano, oppure  nel vaso della planetaria , munita di frusta a foglia , o in alternativa nel bicchiere del frullatore ( usato a intermittenza ). Salarlo, profumarlo con l'aglio, sbucciato e tritato, e iniziare a montarlo, versando un mestolino del suo brodo e poi l'olio a filo, fino ad avere una mousse soffice, liscia e compatta ( ci vorranno almeno 30') . Se proprio non si riuscisse ad ottenere la consistenza desiderata, aggiungere un paio di cucchiai di panna e continuare a mantecare .
Per la passatina.
Sciacquare abbondantemente i ceci e trasferirli in una pentola a bordi alti con l'aglio schiacciato , la salvia e l'alloro . Coprirli a filo d'acqua e cuocerli , a fuoco dolce , per circa 2 h, o finché non saranno teneri , salando solo a fine cottura . eliminare gli aromi , condire con un buon giro d'olio e frullare il tutto , con l'aiuto di un minipimer . passare al colino fine , in modo da avere una crema liscia e fluida, aggiustarla di sapore e tenerla in caldo .
Affettare il pane e tostarlo in forno .
Distribuire la passatina nelle fondine , irrorare con un filo d'olio e completare con una quenelle di baccalà .






domenica 6 gennaio 2019

Come ti riciclo il Pandoro




Ogni gennaio inizia sempre un po' così : un'agenda bianca da incignare , promesse da mantenere e sogni da realizzare . Ma prima di assecondare l'ossessione per i mille vorrei e illusori farò , mi piace pensare che oggi si possa ancora respirare aria di festa e magari cedere alla più pericolosa delle tentazioni natalizie .
La ricetta della crema pasticcera , giusto per non complicarsi troppo la vita , è quella del maestro Santin , il resto si fa da sé .

Buona Epifania




Bicchierini di Pandoro

con crema chantilly e pere al Passito




















Ingredienti per 8 bicchierini

PANDORO
2 PERE WILLIAM
200 ML PASSITO DI PANTELLERIA
150 ML ACQUA
1 ARANCIA BIO
CIOCCOLATO FONDENTE

Per la crema chantilly
500 ML LATTE FRESCO INTERO
250 GR PANNA FRESCA
100 GR TUORLI ( circa 4 tuorli grandi )
150 GR ZUCCHERO SEMOLATO
80 GR FARINA
1 LIMONE BIO
1/BACELLO DI VANIGLIA  


Preparare la crema pasticcera .
Incidere il baccello di vaniglia , nel senso della lunghezza  , con un coltellino ed estrarre i semini .
Versare il latte in una casseruola con la scorza gialla di mezzo limone e il baccello e portarlo a bollore.
Riunire in una terrina i tuorli con lo zucchero e lavorarli con una frusta , fino ad avere un composto chiaro e spumoso, quindi profumare con la scorzetta di limone rimasta , grattugiata finemente , e la vaniglia . Incorporare la farina setacciata, badando di non formare grumi, e diluire a filo con il latte caldo filtrato . Mettere la crema sul fuoco e , senza mai smettere di mescolare , portarla dolcemente al primo bollore . Lasciarla sobbollire un paio di minuti, finché non sarà densa e setosa , quindi trasferirla  in una ciotola e coprirla con un foglio di pellicola trasparente a contatto con la superficie, per evitare che si formi la pellicina  .
Una volta fredda, aggiungere la panna montata , amalgamandola delicatamente con movimenti dal basso verso l'alto , coprire la chantilly e trasferirla in frigorifero .
Nel frattempo versare in un pentolino l'acqua, il passito e il succo d'arancia, portare a bollore e  immergervi le pere , sbucciate , divise in 4 e private del torsolo . Lasciarle qualche minuto sul fuoco, quindi spegnere e farle raffreddare immerse nello sciroppo . Scolare le pere e cubettarle .
Tagliare il Pandoro a fette e poi a dischetti , della stessa circonferenza dei bicchierini, (oppure a dadini ) e bagnarli con lo sciroppo . 
Comporre i bicchierini : sistemare sul fondo un dischetto di pandoro , unire qualche dadino di pera , coprire con un paio di cucchiai di crema e spolverizzare con il cioccolato a scagliette , quindi procedere con un secondo strato , terminando con  il cioccolato .
Passare i bicchierini in frigo , almeno un'ora , a rassodare e servire .