lunedì 17 giugno 2019

Pasta d'Estate

Primo assaggio bollente e la voglia di cucinare comincia subito a vacillare. Ma in fondo d'estate si trova sempre qualcosa di buono , semplice e sano per cui valga la pena sfidare la calura , almeno un po' .

Buon lunedì



Penne rigate 

con pesto di zucchine 

datterini , mandorle e olive















Ingredienti per 4 persone

320 GR PENNE RIGATE
350 GR DATTERINI ROSSI E GIALLI
4 CUCCH . OLIVE TAGGIASCHE
1 SPICCHIO D'AGLIO
BASILICO , ORIGANO , TIMO
PECORINO SARDO STAGIONATO
SALE
OLIO EVO

Per il pesto
500 GR ZUCCHINE PICCOLE 
50 GR MANDORLE
25 GR PARMIGIANO
25 GR  PECORINO SARDO STAGIONATO
1 CIPOLLOTTO
1 SPICCHIO D'AGLIO
BASILICO ERBA CIPOLLINA
OLIO EVO, SALE


Per il pesto : lavare le zucchine, spuntarle , tagliarle a rotelle e saltarle , in un'ampia padella , con un giro d'olio , il cipollotto tritato, l'aglio schiacciato e un rametto di basilico . Salarle e cuocerle finché non saranno tenere, quindi profumarle con 2 rametti basilico e un mazzetto di erba cipollina, tagliuzzato con le forbici , e lasciarle intiepidire . 
Frullare le mandorle ( tenendone una manciata da parte per completare il piatto ) con i formaggi, fino ad avere una granella fine , poi unire le zucchine e un filo d'olio e ridurre il tutto in crema .
Lavare i datterini, asciugarli e tagliarli a metà , oppure in 4 , a seconda della grandezza . Riunirli in una terrina con le olive , l'aglio , diviso a metà , e qualche fogliolina di basilico , origano e timo, salare , irrorare con un filo d'olio e lasciare insaporire .
Nel frattempo, tostare in una padella calda le mandole rimaste.
Lessare la pasta in abbondante acqua salata, scolarla al dente, conservando un mestolo di acqua di cottura per diluire il pesto, e trasferirla in una ciotola . Condirla con il pesto , amalgamando con cura , aggiungere i pomodorini con il loro intingolo e completare con scagliette di pecorino , le mandorle a lamelle , qualche fogliolina di basilico e un filo d'olio .
Questa pasta è buona servita calda, oppure a temperatura ambiente, avendo l'accortezza di tenere fluido e cremoso il pesto di zucchine .







martedì 11 giugno 2019

So happy

E' esplosa l'estate , le scuole sono finite e finalmente si respira un'aria più lieve . Il momento perfetto per assecondare la voglia di quel delizioso tonno , d'ispirazione giapponese , marinato , ricoperto di sesamo e scottato giusto il tempo di sigillarlo , lasciando crudo l'interno ,  in perfetto stile tataki .
Insomma , da oggi la felicità si misura in attimi soavi , leggerezza e altri diletti .




Tataki di tonno
con burrata e maionese di pomodoro















Ingredienti per 4 persone

700 gr FILETTO DI TONNO ROSSO FRESCHISSIMO( già abbattuto )
150 GR SESAMO NERO E BIANCO
2 ARANCE
2 RAMETTI DI ORIGANO , ROSMARINO , SALVIA E TIMO
2 FOGLIE DI ALLORO
2 CM RADICE DI ZENZERO
1 CIPOLLOTTO ROSSO
1 SPICCHIO D'AGLIO
2 CUCCH . SCIROPPO DI RISO ( oppure MIELE DI ACACIA )
1 BICCH . VINO BIANCO
ACETO DI RISO
SALSA DI SOIA
SALE
OLIO EVO

Per la salsa
300 GR POMODORI SAN MARZANO
50 ML PANNA FRESCA ( facoltativa )
2 CUCCH . INI DI SENAPE
2 CUCCH . INI DI MIELE DI ACACIA
1/4  DI SPICCHIO D'AGLIO NOVELLO
TABASCO
SALE
OLIO EVO

Per completare
150 GR BURRATA
BASILICO , FINOCCHIETTO E ORIGANO FRESCO
MISTICANZA
OLIO EVO

Tagliare il tonno a metà  , nel senso della lunghezza , ottenendo due filetti regolari .
Mescolare, con una piccola frusta ,  il succo delle arance con il vino , lo sciroppo e una spruzzata di salsa di soia e aceto di riso. Adagiare i filetti in una terrina ,  irrorarli con l'intingolo e profumarli con gli aromi, lo zenzero sminuzzato , l'aglio a fettine e il cipollotto a rotelle . Coprire e lasciare insaporire il pesce al fresco , per almeno un'ora, girandolo di tanto in tanto.
Tostare i semi di sesamo a secco , in un padellino antiaderente .
Sgocciolare i filetti di tonno dalla marinata , tamponarli con carta assorbente e rotolarli nei semi di sesamo, esercitando una lieve pressione per farli aderire bene .
Scaldare una padella , leggermente unta d'olio , e scottarvi i filetti 1' per lato, finché non saranno ben dorati all'esterno , ma ancora crudi all'interno . Salarli , posizionarli su un tagliere e lasciarli intiepidire .
Per la maionese : pelare i pomodori, privarli dei semi , tagliarli a tocchetti e frullarli con l'aglio . Passare la crema ottenuta al colino cinese e versarla nel bicchiere del minipimer con un pizzico di sale , la senape , il miele e un paio di gocce di tabasco . Cominciare a montare il composto, aggiungendo la panna e l'olio a filo, fino ad avere una salsa abbastanza densa e liscia. Trasferirla in una ciotola e passarla in frigo per almeno 1 h a rassodare .
Scolare la burrata, tagliarla a fettine e allinearla su un piatto. Aggiungere il tonno affettato , la misticanza mondata, e le erbette aromatiche , quindi irrorare con un filo d'olio e servire con la maionese .






venerdì 31 maggio 2019

Capesante e ciliegie

Non c'è maggio senza ciliegie e non ci sono ciliegie senza sublimi abbinamenti , posto naturalmente che sia possibile resistere al richiamo del detto " una tira l'altra ".
Fatto sta che io, scongiurato il pericolo  di farne esagerate scorpacciate, mi appassiono puntualmente all'idea di combinarle con il pesce , magari accompagnando il tutto con qualche insolita salsina . E se , per caso , anche voi aveste le mie stesse manie, vi consiglio di provare , potrebbe anche piacervi .

Buon fine settimana



Capesante

con tartare di avocado e ciliegie 

e maionese di soia















Ingredienti per 4 persone

8 CAPESANTE NOSTRANE
1 AVOCADO
20 -25 CILIEGIE
1 SPICCHIO D'AGLIO
1 CIPOLLOTTO ROSSO
1 LIMONE
1 RAMETTO DI ROSMARINO
BASILICO , ERBA CIPOLLINA
VINO BIANCO
SALE
OLIO EVO

Per la maionese ( ve ne ho parlato qui )
100 ML LATTE DI SOIA NATURALE NON ZUCCHERATO
150 ML OLIO EVO LEGGERO OPPURE OLIO DI SEMI
1/2 LIMONE ( 12 - 15 ml di succo )
2 CUCCH . INI DI SENAPE DELICATA
1 - 2 CUCCH . INI SCIROPPO DI RISO OPPURE MIELE DI ACACIA ( facoltativo )
SALE


Farsi aprire le capesante dal pescivendolo .
Staccare i molluschi dalle conchiglie , privarli della membrana che li avvolge, eliminare il filamento nero, quindi lavarli sotto l'acqua corrente delicatamente, per evitare che il corallo si stacchi dalla noce. Scaldare una padella antiaderente con un filo d'olio, l'aglio e il rosmarino, quindi unire le capesante, salarle e scottarle su ogni lato per un paio di minuti, sfumandole con poco vino bianco  . Spegnere il fuoco e tenerle in caldo.
Per la maionese . Riunire nel boccale del frullatore a immersione : il latte , il succo di limone, la senape , una punta di curcuma ,  un cucchiaino di sciroppo e un pizzico di sale . Immergere completamente il minipimer e frullare il tutto, poi cominciare a montare con piccoli movimenti verticali , versando l'olio a filo, fino ad avere una salsa gonfia e abbastanza densa. Se la preparazione risultasse troppo liquida, aggiungere altro olio .Trasferire la maionese in una ciotola e passarla in frigorifero almeno 30' a rassodare .
Nel frattempo, lavare le ciliegie, asciugarle, denocciolarle e cubettarle.
Sbucciare l'avocado, dividerlo a metà, privarlo del nocciolo e spruzzarlo subito con un po' di succo di limone, per non farlo annerire. Tagliarlo a dadini, riunirlo in una terrina , bagnarlo con il succo rimasto e aggiungere il cipollotto , affettato sottile , e le ciliegie. Salare, irrorare con un filo d'olio e profumare con un trito di erba cipollina e basilico.
Posizionare al centro dei singoli piatti un coppapasta e distribuirvi la tartare ben sgocciolata, pressandola leggermente. Sfilare l'anello e completare con  le capesante , qualche fogliolina di basilico e la maionese .






giovedì 23 maggio 2019

Profumo di gnocchi

Il giorno è quello giusto e la preparazione non potrebbe essere più facile : solo due ingredienti per illuminarsi di beata gioia fino a sera . 
Per me, non c'è boccone più appagante, a patto che sia morbido , sugoso , profumato e mai troppo piccolo , altrimenti che soddisfazione è ?
Insomma, difronte a un piatto di gnocchi, la felicità è una cosa semplice.




Gnocchi di patate e basilico

con piselli e pecorino














Ingredienti per 4 persone

Per gli gnocchi
1 KG PATATE VECCHIE
250 - 300 GR FARINA
40 - 50 GR BASILICO
1 UOVO ( facoltativo )
PARMIGIANO
NOCE MOSCATA
SALE

Per condire
500 GR PISELLI FRESCHI ( già sgranati )
1 SPICCHI D'AGLIO
1/2 CIPOLLA NOVELLA
BASILICO
PECORINO STAGIONATO
ZUCCHERO
SALE
OLIO EVO


Lavare le patate e lessarle , in acqua bollente salata , per circa 40', finché non saranno tenere . Scolarle, pelarle e passarle, ancora calde , allo schiacciapatate . Raccoglierle in un'ampia terrina e lasciarle leggermente intiepidire ( meno calde saranno le patate e meno farina assorbiranno ).
Nel frattempo, lavare il basilico, asciugarlo e tritarlo finemente , quindi amalgamarlo alle patate con una presina di sale , 4 cucchiai di parmigiano grattugiato e un pizzico di noce moscata  . Aggiungere l'uovo , leggermente sbattuto e la farina necessaria ad avere un composto omogeneo e morbido , tenendone un po' da parte per spolverizzare gli gnocchi via via che sono pronti . La quantità totale di farina non dovrebbe superare il 25 % - 30 % del peso delle patate e l'impasto va lavorato velocemente per evitare che diventi troppo elastico  . 
Su un piano leggermente infarinato , modellare con l'impasto tanti cilindretti , tagliarli a tocchetti di circa 2 cm e allinearli su un vassoio cosparso di farina .
Per il condimento : in un tegame, appassire dolcemente mezza cipolla tritata con un filo d'olio , l'aglio schiacciato e un rametto di basilico . Unire i piselli, salare , cospargere con un cucchiaino di zucchero e lasciare insaporire per qualche minuto. Allungare con mestolino d'acqua, coprire e cuocere per circa 30' - 40', finché non saranno teneri . 
Lessare gli gnocchi , pochi per volta, in acqua salata in ebollizione e scolarli non appena tornano a galla . Condirli con i piselli e completare con il pecorino a lamelle e qualche fogliolina di basilico fresco .







sabato 11 maggio 2019

" Un minuto di Primavera ..."

In questo maggio tanto bizzarro , non resta che accarezzare sogni assolati e abbandonarsi al piacere di un piccolo assaggio di bontà.
Dopotutto, domani sarà una festa molto speciale .



Sformatini di porri

con asparagi , pinoli e salsa al basilico

















Ingredienti per 10 stampini

500 ML LATTE INTERO
50 GR BURRO ( più una noce per gli stampini )
55 GR FARINA
80 / 100 G PARMIGIANO REGGIANO
5 PORRI ( 450 gr peso dei porri già puliti )
4 UOVA
BASILICO , TIMO
NOCE MOSCATA
SALE
OLIO EVO

Per gli asparagi : 
10 - 12 PUNTE DI ASPARAGO DOP DI BASSANO DEL GRAPPA
50 ML OLIO EVO
1 CUCCH . INO MIELE DI ACACIA
1/2 CUCCH . INO SENAPE DELICATA
1 AGLIO
BASILICO
SALE
OLIO EVO

Per la salsa
1 MAZZETTO DI BASILICO
1 CUCCH . INO DI MIELE DI ACACIA
SALE
OLIO EVO

MISTICANZA
BASILICO 
FIORI EDIBILI
PINOLI


Tagliare la parte verde finale dei porri e recidere la radice all'estremità inferiore, quindi , con un leggero taglio longitudinale, eliminare le foglie esterne, fino ad arrivare al cuore . Lavarli con cura , per eliminare ogni residuo terroso , asciugarli e tagliarli a rotelle . Riunirli in un'ampia padella con un giro d'olio e un rametto di timo , salarli e farli appassire dolcemente , allungandoli con un mestolino d'acqua . Aggiustarli di sapore, profumarli con il basilico e lasciarli intiepidire .
Nel frattempo , fondere il burro a fuoco basso, in un pentolino, meglio se antiaderente, spegnere e unire la farina setacciata, mescolando. Rimettere sul fuoco e diluire il roux , poco per volta, con il latte caldo. Salare e cuocere, mescolando, fino al primo bollore, insaporire con la noce moscata e spegnere quando la besciamella sarà densa.
Frullare i porri con la besciamelle, le uova e il parmigiano, fino ad avere una crema liscia .
Imburrare 10 stampini monoporzione ( in silicone o alluminio ) e riempirli con l'impasto, senza raggiungere il bordo. Infornare a 170 ° per circa 30', finché i flan non saranno sodi e dorati. Estrarli dal forno e lasciarli leggermente intiepidire.
Lavare gli asparagi e raschiare lo strato esterno. Tagliarli a nastro , trasferirli in un piatto fondo, o in una pirofila , e condirli con lo spicchio d'aglio diviso a metà, qualche fogliolina di basilico e gli altri ingredienti, ben emulsionati tra loro. Salare, coprire e lasciar insaporire per circa mezz'ora, mescolando di tanto in tanto.
Per la salsa : lavare le foglie di basilico , asciugarle e frullarle gli altri ingredienti , fino ad avere una salsa liscia, quindi aggiustarla di sapore, filtrarla e trasferirla in una ciotolina.
Sistemare gli sformatini nei singoli piatti, aggiungere gli asparagi , ben sgocciolati , una manciata di pinoli e qualche foglia di insalatina e basilico. Completare con i fiori e servire con la salsa .








sabato 4 maggio 2019

La ciotola è servita

Riempiono lo sguardo e regalano benessere ; sono colorate , mai noiose e soprattutto traboccano di ortaggi , cereali e altre delizie . Come dire, questa è la moda bella e sana che mi piace .
Che siano poke bowl hawaiane , a base di pesce di crudo , o buddha bowl orientali , che nascono veg , ma ammettono ormai anche proteine animali, non c'è limite alla sferzata di sapori .
In ogni bowl che si rispetti , gli ingredienti non vengono mai mischiati, ma sono estrosamente disposti , in ordinata armonia , alternando verdure , cotte e crude, frutta , proteine , carboidrati e semi , in proporzioni bilanciate , senza scordare l'arte del condimento . 
Insomma , assaggiare anche con gli occhi è un 'esperienza molto affascinante .

Buon fine settimana

Healthy bowl

con pollo , fragole , piselli , riso , zucchine

e salsa allo yogurt























Ingredienti per 4 persone

400 gr piselli freschi ( già sgranati )
250 gr zucchine baby
180 gr riso basmati
4 fette di petto di pollo ( non troppo sottili )
1 - 2 avocado ( a seconda della grandezza )
2 foglie di alloro
2 bacche di cardamomo
2 lime
2 spicchi d'aglio
1 scalogno
1 cestino di fragole
1 rametto di basilico , mirto , salvia e rosmarino
Misticanza
Sale
Olio evo

Per la salsa
150 gr yogurt greco
3 rametti di basilico e prezzemolo
3 foglie di aglio orsino
1 mazzetto di erba cipollina
1 rametto mentuccia
2 cucch. ini senape delicata
2 cucch . ini miele di acacia
Sale
Olio evo

Per la salsa : riunire nel boccale del frullatore lo yogurt, gli aromi , il miele, la senape , un pizzico di sale e un giro d'olio, quindi frullare il tutto, fino ad avere una crema densa e liscia. Trasferirla in una ciotolina e passarla in frigorifero per mezz'ora a rassodare .
Versare un buon giro d'olio in un piatto, profumarlo uno spicchio d'aglio, spellato e divisa a metà, mezzo lime a fettine e gli aromi , coprire e tenere da parte.
Scaldare bene una piastra e cospargerla di sale.
Grigliare il pollo a fuoco medio per circa 15'  , su entrambi i lati , quindi condirlo con l'intingolo preparato e lasciarlo intiepidire.
Nel frattempo , sciacquare i piselli e cuocerli per circa 7' - 8' , in acqua bollente salata, profumata con uno spicchio d'aglio e un rametto di mentuccia . Scolarli e passarli in acqua e ghiaccio , per fermare la cottura e mantenere vivo il colore .
Portare a ebollizione abbondante acqua , aromatizzata con uno scalogno, una foglia d'alloro e il cardamomo , salarla , tuffarvi il riso e cuocerlo per 10' ( o per quanto indicato nella confezione ) . Scolarlo al dente, trasferirlo in una terrina e condirlo con un filo d'olio .
Lavare le zucchine , spuntare le estremità e tagliarle a rotelle sottili . Lavare e affettare le fragole , mondare l'insalata e tagliare a striscioline il pollo .
Poco prima di servire, dividere a metà l'avocado, eliminare il nocciolo , sbucciarlo , tagliarlo a fettine regolari e spruzzarlo subito con il succo di lime, per non farlo annerire .
Comporre le singole ciotole , alternando i vari ingredienti, correggere di sale e servire con un filo d'olio e la salsa .






domenica 28 aprile 2019

Il lato spontaneo degli gnocchi

In una domenica sferzata da pioggia e vento , non c'è nulla che faccia più Primavera di un mazzo di quelle magiche erbette selvatiche che , al primo tepore , invadono la campagna , offrendo una  sconfinata profusione di aromi e colori . Basta saperle riconoscere e sapientemente dosare , per arricchire insalate o regalare un intenso profumo di buono a frittate , risotti e impasti di ogni tipo . 
Io ci ho preparato gli gnocchi , che in fondo sono la mia indiscussa passione .





Gnocchi di bietoline e tarassaco

con burro aromatico e caprino




















Ingredienti per 4 - 6 persone

500 GR BIETOLINE
500 GR FOGLIE DI TARASSACO ( erba spontanea comunemente nota anche come dente di leone , soffione o cicoria selvatica )
350 GR RICOTTA
120 GR FARINA
100 GR PARMIGIANO
2 UOVA
1 SPICCHIO D'AGLIO
NOCE MOSCATA
SALE
OLIO EVO

Per condire
80 GR BURRO
1 RAMETTO DI MAGGIORANA , MENTUCCIA , SALVIA , ORIGANO , TIMO
1 FOGLIA DI ALLORO
CAPRINO STAGIONATO

Mondare le erbette ,  lavarle con cura e lessarle per una decina di minuti in acqua bollente salata . Scolarle, raffreddarle velocemente sotto il getto dell'acqua  , per mantenere vivo il colore, strizzarle bene e tritarle . In un'ampia padella, ripassare le erbette con un filo d'olio e l'aglio schiacciato, salarle e lasciarle insaporire per qualche minuto , quindi spegnere il fuoco e farle intiepidire.
Raccoglierle nel bicchiere del frullatore con la ricotta  , le uova , il parmigiano e un pizzico di noce moscata e frullare il tutto , fino ad avere un composto liscio e omogeneo . 
Con l'aiuto di due cucchiai , modellare pochi gnocchi per volta e tuffarli via via in abbondante acqua salata in ebollizione. Scolarli non appena tornano a galla e ripetere l'operazione fino a esaurimento dell'impasto .
Fondere delicatamente il burro con gli aromi .
Trasferire gli gnocchi in una pirofila , condirli con il burro aromatico filtrato  e completare con scagliette di caprino e qualche aroma fresco .