Polpo arrostito e altre bontà

Sarà che adoro la lentezza pigra del weekend, ma sarà soprattutto che abbandonarsi a qualcosa di buono ha sempre il suo magico potere. Fatto sta che oggi la felicità è una delicata cremina in cui tuffare bocconcini di polpo dalla consistenza croccante e dal sapore lievemente abbrustolito .
 Insomma un piatto da assaporare con calma, un cucchiaio alla volta.

Vellutata di topinambur e patate
con polpo arrostito










Ingredienti per 4 persone

Per la vellutata
600 G TOPINAMBUR
500 G PATATE
1 CIPOLLA DOLCE
1 RAMETTO DI ROSMARINO
NOCE MOSCATA
SALE
OLIO

Per il polpo
1 POLPO ( circa 800 gr )
1 CIPOLLA E 1 COSTA DI SEDANO
1 SPICCHIO D'AGLIO
1 CIUFFO DI BASILICO E PREZZEMOLO
1 RAMETTO DI ROSMARINO E TIMO
1 LIMONE
1 FOGLIA DI ALLORO
VINO BIANCO
OLIO EVO
SALE

Eviscerare il polpo, rimuovere gli occhi e il becco, quindi lavarlo bene sotto l'acqua corrente.
Portare  a ebollizione abbondante acqua , aromatizzata con una costa di sedano, una cipolla, mezzo limone, l'alloro e una spruzzata di vino bianco. Prendere il polpo per la testa e immergere i tentacoli per 3 volte consecutive nell'acqua bollente, per farli arricciare. Infine lasciarlo ricadere e cuocerlo , a fuoco dolce , per circa 50'. Il polpo sarà pronto quando, pungendolo con uno stecchino, sull'attaccatura dei tentacoli, questo entrerà facilmente.
Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare il polpo nel suo brodo .
Pelare i topinambur e immergerli via via in una bacinella d'acqua acidulata con mezzo limone, per evitare che anneriscano. Pelare anche le patate e tagliare il tutto a dadini. Trasferire in una casseruola con la cipolla tritata e il rosmarino, salare e irrorare con un filo d'olio. 
Lasciare insaporire a fuoco dolce per qualche minuto, eliminare il rosmarino , coprire a filo d'acqua, oppure brodo vegetale , e cospargere con abbondante noce moscata . Mettere il coperchio e cuocere per circa 30'. Ridurre in crema, con l'aiuto di un frullatore a immersione, aggiustare di sapore e tenere in caldo.
Versare in una ciotola 5 - 6 cucchiai d'olio e profumare uno spicchio d'aglio schiacciato, un ciuffo di basilico e uno di prezzemolo, il rosmarino e il timo. Coprire e lasciare insaporire.
Scolare il polpo e tagliarlo a pezzi non troppo piccoli. Scaldare una padella antiaderente, appena unta d'olio, e scottarvi il polpo finché non sarà dorato e croccante ( circa 3'- 4'). Trasferirlo nella ciotola con l'intingolo preparato, salarlo e farlo leggermente intiepidire.
Distribuire la vellutata nelle singole fondine, aggiungere il polpo , irrorare con un filo d'olio e servire con il polpo rimasto a parte.

Commenti

  1. Sai bene che queste ricette incontrano perfettamente i miei gusti! Grazie per questo viaggio sensoriale e felice domenica <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo supponevo . Grazie mille cara Consu e buona domenica a te

      Elimina
  2. Molto buono preso nota da fare. Buona domenica.

    RispondiElimina
  3. Lo ammetto...non uso molto il topinambur ma questa ricetta è allettante. Brava

    RispondiElimina
  4. Una cremina davvero deliziosa... e il polpo fa la differenza, un piatto delicato e raffinato per affrontare la domenica senza stress!!!

    RispondiElimina
  5. Deve essere squisito questo piatto😍😍😍Buona domenica

    RispondiElimina
  6. Ciao Lisa è tanto tempo che non passavo da te, un anno sicuramente da quando sono passata a giallo zafferano, adoro il polpo e questa tua ricetta è veramente squisita, bacioni Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michela, che piacere averti qui. Un abbraccio grande

      Elimina
  7. Adoro il polpo, che piattino delizioso!!!!

    RispondiElimina
  8. Amo molto il polpo, e in questa versione mi intriga molto. Buona giornata cara.

    RispondiElimina
  9. Che ricetta raffinata e squisita! vogliamo parlare della presentazione? è meravigliosa, come di consueto da queste parti. Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  10. Che squisitezza questo piatto. Amo il polpo, il pesce in genere e tutti i frutti di mare, che acquolina !

    RispondiElimina
  11. Piatto delizioso e presentato in maniera perfetta!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  12. Ma quanto è bello ritrovarti! <3 I tuoi piatti sono musica. Bisogna stare in silenzio per captarne l'essenza.

    RispondiElimina
  13. Un piatto di una delicatezza incredibile che si assapora piano, piano con gli occhi osservando queste bellissime foto! Buona Pasquetta

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari