mercoledì 29 febbraio 2012

Metti una sera a cena

Ed ecco un altro piatto che ho preparato l'altra sera per i miei ospiti. Il procedimento è semplice, basta ricordarsi tutti gli ingredienti, e il risultato è garantito. Piccolo segreto: più la faraona resterà immersa nella sua marinata e più risulterà morbida e saporita.

 Faraona all'arancia e melagrana  



 




INGREDIENTI PER 4/6 PERSONE
 
1 FARAONA DIVISA IN 8 PEZZI
1 MELAGRANA
2 ARANCE DA SPREMUTA
4 ARANCE NATURALI DA TAVOLA
ACETO BALSAMICO
2 SPICCHI DI AGLIO
2 CUCCH. INI DI MIELE
2 CIUFFETTI DI SALVIA
2 RAMETTI DI ROSMARINO
2 FOGLIE ALLORO 
2 RAMETTI MIRTI
3 RAMETTI DI TIMO
2 CHIODI DI GAROFANO 
1 BICCHIERE DI VINO BIANCO
OLIO EVO, SALE, PEPE
SALE ALLA VANIGLIA 
INSALATINA MISTA 

Per prima cosa, togliere la pelle alla faraona (oppure rivolgersi al proprio macellaio di fiducia ). Sistemare i pezzi in una terrina, pennellarli con il miele e irrorarli con il succo di mezza melagrana e 1 arancia.  Aggiungere l'aglio, spellato e diviso a metà, gli aromi, l'altra arancia a fette, 4 cucchiai di aceto balsamico e 1 cucchiaino di sale alla vaniglia. Coprire e lasciare marinare al fresco per circa 1h. Scolare poi i pezzi dalla marinata, insieme ad aglio e aromi, e rosolare il tutto in un ampio tegame con un po' d'olio, a fuoco medio.  Quando la faraona sarà ben dorata, salare e pepare, sfumare con 1 bicchiere di vino e versare la marinata. A questo punto, abbassare la fiamma, coprire e cuocere circa 1h e 15'. Ogni tanto girare i pezzi di faraona e nel caso in cui il fondo di cottura si asciugasse troppo allungare con un po' di vino, aceto e succo di arancia.
Al termine, togliere il coperchio e addensare il fondo di cottura a fuoco medio per qualche minuto.
Nel frattempo sgranare la mezza melagrana rimasta e mescolare i chicchi con l'insalatina mondata. Pelare a vivo le 4 arance e comporre il piatto: sistemare lungo il bordo l'insalatina, intervallata dagli spicchi di arancia e completare al centro con la faraona. Irrorare con il sughetto filtrato e servire.

lunedì 27 febbraio 2012

Metti una sera a cena

 Ecco il mio primo post, nato un po' per gioco, un po' come sfida lanciata l'altra sera a cena con alcuni amici. Io adoro cucinare e mi piace pensare che i miei piatti in qualche modo mi rappresentino. Come ho scritto nel mio profilo, per me la cucina è il binomio perfetto che riesce a coniugare il fascino incantato della solitudine, per creare qualcosa di appagante, con la piacevolezza della compagnia, per condividerne il risultato. E proprio sabato la soddisfazione è stata grande!!!!
Inutile dire che la scelta del menu', quando ho ospiti a cena, è sempre tormentata da mille dubbi e timori, ma superata l'impasse....si parteeeee!
 
 

Crema di zucca con bigne' al parmigiano e granella di nocciole e stravecchio  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 INGREDIENTI PER 4/6 PERSONE :
 
1 ZUCCA PULITA (circa 700g.)
1 CIPOLLA DOLCE (tipo francese)
1/2  MELA VERDE 
1,5L. BRODO VEGETALE
1 CIUFFETTO DI SALVIA
SALE, NOCE MOSCATA
OLIO EVO
PER 30 BIGNE': 45 ML ACQUA
                            45 ML LATTE
                            35 G BURRO
                            60 G FARINA
                              1 UOVO + 1 TUORLO
                              4 CUCCH. PARMIGIANO
                                 SALE, CURCUMA
40 G ASIAGO STRAVECCHIO DOP
30    NOCCIOLE
PARMIGIANO

Iniziamo subito con la preparazione della crema:  affettare sottilmente la cipolla e farla appassire qualche istante in una casseruola con un po' d'olio e la salvia, unire la zucca a cubotti e la mela sbucciata e tagliata a dadini, mescolare, lasciare insaporire, quindi salare e allungare con il brodo.  Coprire e cuocere a fuoco dolce per circa 1 ora, mescolando ogni tanto.
Bigne': in un pentolino, riunire latte, acqua e burro e portare lentamente a ebollizione,con un cucchiaino di sale, versare poi la farina tutta in una volta e cuocere, mescolando, finchè il composto non si stacca dai bordi della pentola. Trasferire in una terrina e incorporare l'uovo, il tuorlo , il parmigiano, una punta di coltello di curcuma e una generosa spolverata di noce moscata. Lasciare raffreddare il composto, così da rassodarlo. Con le mani formare tante palline grosse come una nocciola e allinearle, un po' distanziate tra loro, in una placca foderata di carta forno, spolverizzare con un pizzico di sale e infornare a 180° per circa 20 minuti, avendo l'accortezza di girarli a metà cottura.
Frullare l'Asiago con le nocciole e sistemare la granella ottenuta in una ciotolina.
Con l'aiuto del minipimer, ridurre la zucca in una liscia vellutata,dopo aver eliminato salvia e crosta di formaggio, aggiustare di sale e unire un po' di noce moscata.
Versare la crema nei piatti e servire a parte i bigné, la granella e del parmigiano grattuggiato .