domenica 29 aprile 2012

Semplicemente pesce

Cottura alla griglia, al cartoccio o al forno sono quelle che preferisco per assaporare tutta la bontà del pesce fresco.  Non credo ci sia cosa peggiore infatti del vederlo rovinato con salse troppo elaborate o accostamenti azzardati e improbabili, che snaturano il suo inconfondibile profumo e sapore di mare. Alla faccia dei  ristoranti pluristellati, a volte il pesce si mangia meglio a casa propria. ! Ed e' per questo che, con immancabile entusiasmo, ogni giovedì mattina raggiungo il mio banco del pesce di fiducia per i consueti consigli su cosa comprare e i preziosi suggerimenti sulle modalità di cottura . . .  Non c'è che dire, i pescivendoli sono un pozzo inesauribile di ricette, dalle più semplici alle più sofisticate, ed io non potrei mai rinunciare a questa loro appassionata "sapienza " in materia !


OMBRINA AL FORNO AI SAPORI MEDITERRANEI

 

 

 


INGREDIENTI PER 4 PERSONE


1 KG OMBRINA
20 POMODORINI CILIEGINI
80 G OLIVE TAGGIASCHE
60 G FIORI DI CAPPERO IN SALAMOIA
40 G CIPOLLA ROSSA DI TROPEA
35 G PINOLI
30 G UVETTA
3 SPICCHI DI AGLIO FRESCO
1 LIMONE N.T.
1 PEPERONCINO
BASILICO , ERBA CIPOLLINA , MENTA , ORGANO , PREZZEMOLO 
ALLORO , SALVIA , ROSMARINO , TIMO
1 CUCCH . ZUCCHERO DI CANNA
VINO BIANCO
SALE
OLIO EVO

Per prima cosa, tagliare a metà i pomodorini e sistemarli in un'ampia terrina, con le olive, i capperi, i pinoli, l'uvetta, già ammollata per 20' in acqua tiepida, e la cipolla tritata. Mescolare e unire un trito di basilico, erba cipollina e origano, un paio di ciuffetti di menta, uno spicchio di aglio, diviso a metà, e il peperoncino. Condire con un pizzico di sale, lo zucchero e un filo d'olio, coprire e lasciare marinare alcune ore.
Nel frattempo, preparare il pesce : eviscerarlo e squamarlo ( io mi affido al pescivendolo per queste operazioni !), quindi lavarlo accuratamente e asciugarlo. Praticare due piccole incisioni sul dorso e inserire un ciuffetto di rosmarino e un pezzetto di aglio. 
Adagiare l'ombrina in una pirofila, salarla internamente ed esternamente e sistemare nel ventre una fettina di aglio, un ciuffo di prezzemolo e uno spicchio di limone. Cospargerla con un trito di prezzemolo e scorzetta di limone e irrorarla con un buon giro d'olio. Profumarla con uno spicchio di aglio a fettine, due rametti di rosmarino, due di salvia, due di timo, una foglia di alloro e qualche spicchietto di limone. Coprire il pesce e lasciarlo insaporire.
Scaldare il forno a 180°. Bagnare il pesce con un bicchiere di vino bianco e sistemare intorno i pomodorini marinati, con il loro intingolo. Infornare per 30' - 40' .
Eliminare dall'ombrina la coda e la testa, dopo aver estratto le guance, togliere le lische laterali, con l'aiuto di un cucchiaio e una forchetta, e staccare la pelle. Sistemare su un piatto i due filetti superiori del pesce, quindi eliminare anche la lisca centrale e prelevare, sempre con delicatezza, i filetti inferiori.
Condire l'ombrina con il suo sughetto e i pomodorini.

Nessun commento:

Posta un commento