venerdì 21 aprile 2017

Quinoa di Primavera

Archiviata la Pasqua e il suo tepore, capita di ritrovarsi, ad Aprile inoltrato, sospesi tra il desiderio più invernale che ci sia , di zuppe e focolare, e l'incontenibile voglia di crogiolarsi al sole, sbocconcellando qualcosa di buono.
Io confido nel  weekend e magari fantastico un po' sulle domeniche assolate che verranno.




Polpette di quinoa e asparagi



















Ingredienti per 32 polpette


500 G ASPARAGI
200 G QUINOA
80 G PARMIGIANO REGGIANO
5 - 6 CUCCH . DI PANGRATTATO
2 UOVA
1 CIPOLLOTTO
1 MAZZETTO DI ERBA CIPOLLINA
CURCUMA
NOCE MOSCATA
SALE
OLIO EVO

Per la salsa
150 G YOGURT BIANCO, TIPO GRECO
5 RAMETTI DI PREZZEMOLO
5 - 6 STELI DI ERBA CIPOLLINA
3 RAMETTI DI BASILICO
1 CUCCH . INO DI SENAPE DELICATA
1 CUCCH . INO DI MIELE D'ACACIA
SALE
OLIO EVO

MISTICANZA


Lavare gli asparagi, eliminare la parte finale, legnosa, del gambo ( più o meno 4 cm ), quindi con uno spelucchino, o pelapatate, raschiare lo strato esterno. Tagliarli a rotelle, tenendo intere le punte,  e farli insaporire per qualche istante, in un'ampia padella, con un filo d'olio e il cipollotto tritato. Salare, coprire e cuocere 10'. Aggiungere le punte e continuare la cottura per altri 15' circa, finché non saranno teneri, quindi alzare il fuoco e far asciugare bene il fondo . Spegnere e lasciarli raffreddare. 
Nel frattempo, sciacquare abbondantemente la quinoa .
Portare a ebollizione 400 ml di acqua ( si calcola un volume d'acqua pari al doppio del peso della quinoa ) , salarla, unire un cucchiaio d'olio e versarvi a pioggia la quinoa. Coprire e cuocere, a fuoco basso, per circa 20', finché non avrà assorbito tutta l'acqua e risulterà tenera, quindi trasferirla in una terrina e sgranarla con una forchetta .
Tritare gli asparagi ( oppure frullarli brevemente ), tenendo da parte le punte, trasferirli in una ciotola e aggiungere le uova, il parmigiano, le spezie e un pizzico di sale. Mescolare il composto con la quinoa, profumare con un trito di erba cipollina e unire il pangrattato. Amalgamare il tutto con cura e passare un'ora in frigorifero a rassodare.
Formare con l'impasto tante polpettine, leggermente schiacciate, aiutandosi con un po' di pangrattato, se dovesse risultare troppo morbido. Spolverizzarle con altro pangrattato e allinearle su una placca , foderata di carta forno. Irrorarle con un buon giro d'olio e infornarle a 180 ° per circa 20' , girandole a metà cottura .
Per la salsa : riunire nel boccale del frullatore lo yogurt, gli aromi tritati, il miele e la senape, aggiungere un pizzico di sale e un filo d'olio, quindi frullare il tutto, fino ad avere una crema densa e liscia.
Lavare e asciugare la misticanza, riunirla in una terrina con le punte degli asparagi, salare , irrorare con un filo d'olio e mescolare bene.
Servire le polpette con la salsa e l'insalatina






Partecipo al contest del blog Il pomodorino confit : Prelibatezze da buffet





12 commenti:

  1. Anch'io sto fantasticando sulle giornate belle ma qui a quanto pare siamo tornati in pieno inverno!!!Ho acceso nuovamente la caldaia per riscaldare casa e oggi a pranzo rigorosamente spezzatino alla cacciatora con le patate!!
    Le tue polpettine invece così delicate e leggere le vedrei perfette sulla tavola di primavera!!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia queste polpette! Possono averne una???? anzi no una decisa! Buonissime a presto LA

    RispondiElimina
  3. Polpette sono sempre buone grazie prendo nota. Buona fine settimana,.

    RispondiElimina
  4. Adoro le polpette, con la quinoa mai realizzate ma devono essere di una bontà unica, sicuramente da provare. Le foto sono stupende e rappresentano in modo perfetto la Primavera che prima o poi ritornerà. Un bacione e buon weekend.

    RispondiElimina
  5. Mi piacciono molto le polpette, cotte al forno ancor meglio, e sto sperimentando molte varianti, la tua con la quinoa e i buonissimi asparagi di stagione mi intriga molto....poi con le tue splendide foto come si fa a resistere!!!
    Baci

    RispondiElimina
  6. Deliziose queste polpette, delicata e bellissima la presentazione, LISA.......sei mitica!!!!!

    RispondiElimina
  7. te ne ruberei volentieri tutto il cestino, che delizia super!!!Bravissima cara!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  8. io sono proprio una voce fuori dal coro... amo la luce del giorno, il cielo limpido ma odio il caldo. Odio sentire i vestiti attaccati alla pelle e ancor peggio sentire col naso la gente che è sudata, molti poco inclini ad usare il sapone, la gente isterica ed insofferente proprio per il caldo (iniziano tutti a dare i numeri). Odio l'aria condizionata.. mi fermo che è meglio :-) non capisco cosa ci sia di bello squagliarsi sull'asfalto bah. Bello giusto con le chiappe a mollo tipo boa, al mare, ecco...sto già iniziando io per prima a sbarellare... mi passi un paio di polpette, che per antonomasia, sono un confort food? ne avrei bisogno.

    RispondiElimina
  9. Ti confesso che io sono sofferente a questo improvviso cambio di temperatura..ero già proiettata ai gelati :-P invece è bene che torni alle zuppe! Le tue polpette però sanno mettere d'accordo tutte le stagioni..sempre golose ed invitanti! Bravissima e felice we <3

    RispondiElimina
  10. Come sono sfiziose le tue polpette, una tira l'altra !

    RispondiElimina
  11. Ottime Lisa, anche io uso molto la quinoa nelle popette, mi piace tanto! Un bacione a presto

    RispondiElimina
  12. Lisa, ma tu lo sai che a me la quinoa proprio non piace? Così non l'ho mai preparata, magari è la volta buona che mi ricredo! un bascione cara

    RispondiElimina