giovedì 26 giugno 2014

Di sole e d'azzurro

Qualche giorno di piena estate in campagna e poi  . . . . Un rientro simil autunnale e un'ingloriosa, quanto patetica, fine del sogno mondiale.
E se il sole  latita e l'azzurro mortifica, non resta che rifugiarsi nel famoso " mangia che ti passa ! " .
Vi lascio al volo la mia ricetta perfetta . . . Che le valigie attendono !!!!

Filetto di maiale al basilico

con tartare di pesche e salsa al basilico

 
 



 



 



 

Ingredienti per 4 persone

1 FILETTO DI MAIALE ( circa 600 g )
2 SPICCHI D'AGLIO
1 CIPOLLOTTO ROSSO
1 CUCCH . INO DI MIELE DI ACACIA
1 CUCCH . INO DI SENAPE
1 RAMETTO DI ROSMARINO , SALVIA E TIMO
2 FOGLIE DI ALLORO
VINO BIANCO
BASILICO
NOCE MOSCATA
SALE AGLI AROMI
SALE COMUNE
OLIO EVO
 
Per la tartare
5 PESCHE NOCI
2 CUCCH . DI PINOLI
1 CIPOLLOTTO ROSSO
5 - 6 FOGLIE DI BASILICO
1/2 LIMONE N . T .
OLIO EVO

Legare la carne, con lo spago da cucina, adagiarla in una pirofila e cospargerla con un pizzico di noce moscata. Profumarla con uno spicchio d'aglio affettato e il cipollotto tritato, quindi ricoprirla con una ventina di foglie di basilico. Coprire e lasciare insaporire per un'oretta, in luogo fresco.
Trascorso il tempo, eliminare il basilico e il cipollotto dal filetto e sistemarlo in una casseruola con un buon giro d'olio, l'aglio e gli aromi .
Pennellare uniformemente la carne con un intingolo di senape e miele e rosolarla per circa 15' - 20', a fuoco medio, su ogni lato, finché non si sarà formata una bella crosticina. Salare bene , irrorare con un bicchiere di vino e cuocere per altri 15' - 20'.
Adagiare il filetto su un tagliere e lasciarlo intiepidire, prima di affettarlo.
Nel frattempo filtrare il fondo di cottura, deglassarlo con un po' di vino  e addensarlo a fuoco vivace per qualche minuto.
Per la salsa : lavare e asciugare una decina di foglie di basilico, quindi frullarle con un paio di scorzette di limone, un pizzico di sale e il fondo di cottura della carne intiepidito.
Pelare le pesche, denocciolarle e tagliarle a dadini. Raccogliere la dadolata in una terrina, spruzzarla con il succo di limone e profumarla con il basilico tagliuzzato e il cipollotto tritato . Aggiungere i pinoli, un pizzico di sale e amalgamare con cura.
Allineare le fette di carne su un piatto, irrorarle con un filo d'olio e servirle con la tartare e la salsa.


 

9 commenti:

  1. Bellissimo piatto, me lo segno! Un bacione :)

    RispondiElimina
  2. ma tu ne sai una più del diavolo e i tuoi arrosti mi fanno impazzire
    io invece non sono molto brava e devrei imparare da te.
    solo una cosa? ma il maiale deve cuocere così poco? di solito si dice che la carne di maiale deve essere cotta bene..mentre qui vedo che rimane rosato tipo roast-beef che fra l'altro io amo rosso perchè mi piace la carne al sangue..se no non sarei una fiorentina doc!!

    RispondiElimina
  3. Hai ragione l' unico piacere della vita e' il buon cibo e con questo meraviglioso filetto io mi consolerei volentieri.Un' abbraccio

    RispondiElimina
  4. Lisa, il tuo piatto e' divino!!!! Non mi cimento mai con i secondi, mia mamma e' talmente brava che quando prepara rollate, arrosti & co. mi auto invito da loro! Qui fa freddo, altro che estate. E siamo gia a fine giugno.. che tristesse! Bacioni e buon week end!

    RispondiElimina
  5. ahahah...la cucina è sempre un'ottima terapia x il sorriso e tu ci 6 riuscita alla grande ^_^
    Buon we tesoro <3

    RispondiElimina
  6. ahahaha hai ragione! il "mangia che ti passa" è la soluzione ideale! :)

    RispondiElimina
  7. Un piatto gustoso presentato magnificamente!
    Baci
    Alice

    RispondiElimina