lunedì 31 ottobre 2016

Brioche a colazione

Immaginate la quiete silenziosa della campagna d'Autunno.
La sottile nebbiolina che sfuma i contorni al mattino, prima che il sole infiammi l'orizzonte.
Le chiome dorate degli alberi, il crepitio delle foglie accartocciate e quell'odore di castagne, legna bruciata e terra umida, che intride l'aria.
L'atmosfera ovattata della sera e il tepore avvolgente del focolare.













Immaginate un impasto che lievita pian piano e il profumo zuccherino che invade la cucina, quando giunge il momento di infornare.
Immaginate l'incanto al risveglio .




Pan Brioche

alle pere e mandorle


















Ingredienti


200 G FARINA MACINATA A PIETRA TIPO 0
150 G FARINA MANITOBA
100 G FARINA DI FARRO
120 G LIEVITO MADRE ( rinfrescato e al raddoppio )
100 G PANNA FRESCA
60 G OLIO EVO
50 G ZUCCHERO DI CANNA
2 PERE ( circa 300 g )
1 UOVO
1 CUCCH . MIELE DI ACACIA
MALTO D'ORZO
SALE ( un pizzico )

1 TUORLO
PANNA FRESCA
MANDORLE PELATE
ZUCCHERO DI CANNA
ZUCCHERO A VELO


Il pomeriggio precedente .
Sbucciare e detorsolare le pere, quindi tagliarle in minuscola dadolata, oppure schiacciarle con una forchetta.
Sciogliere il lievito madre , ridotto a pezzetti, con la panna  e un cucchiaio di miele. Aggiungere l'uovo, leggermente sbattuto, lo zucchero, l'olio e le pere, quindi lavorare il tutto per alcuni minuti.
Versare le farine, setacciate con un cucchiaino di malto d'orzo , e cominciare a impastare, unendo , dopo un paio di minuti, un pizzico di sale. Lavorare il composto finché non sarà elastico e liscio, trasferirlo su un piano infarinato, allargarlo con le dita e praticare un serie di pieghe. Fare una palla, inciderla a croce, coprirla e lasciarla lievitare, in luogo tiepido, fino al raddoppio del volume ( circa 5 h ).
Sgonfiare l'impasto e rovesciarlo su un piano, leggermente infarinato. Dividerlo in due, modellare dei cordoncini della stessa lunghezza e intrecciarli tra di loro, sigillando bene le estremità.
Sistemare la treccia in uno stampo da pancarrè ( cm 30 x 10 x 10 ), oppure da plumcake , foderato di carta forno, coprirlo e trasferirlo nella parte più calda del frigorifero, per 8 - 10 h .
Trascorso il tempo, tirar fuori il pane dal frigorifero.
Sbattere il tuorlo con un cucchiaino da caffè di panna, tagliare le mandorle a metà, oppure tritarle grossolanamente.
Pennellare delicatamente la superficie del pan brioche con il tuorlo sbattuto, aggiungere le mandorle e lasciarlo acclimatare ( circa 4 h ). Cospargere con lo zucchero di canna, quindi infornare a 170 ° per 45'- 50 ', coprendolo, se dovesse colorirsi troppo.
Lasciarlo intiepidire, prima di sformarlo su un piatto, e spolverizzarlo con lo zucchero a velo.








Partecipo al contest " Di cucina in cucina " ospitato per i mesi di Settembre e Ottobre dal blog Pasticciando insieme con il tema : Comfort food




29 commenti:

  1. Ho immaginato il silenzio, il camino acceso e fuori la nebiolina... e mi sono persa su queste foto bellissime...
    Ma nulla toglie a questo panbrioche... una vera favola!!!
    Ottimo per la colazione e immagino il profumo che si diffonde per tutta la casa!
    Bravissima!!!
    Un abbraccio
    Flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero contenta che ti piaccia Flora, grazie mille. Tanti baci

      Elimina
  2. So di cosa parli, anche io abito in campagna e si deve amare, molti preferiscono avere il tram sotto casa. Non potevi descrivere meglio la quiete, la calma e la bellezza di un impasto che cresce. Meraviglioso davvero brava! 👏👏👏

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio marito è proprio tra quelli , io invece appena posso mi rifugio in campagna e non tornerei più !!!!! Un abbraccio Simo cara

      Elimina
  3. Deliziose le foto e , certamente meraviglioso il gusto di questa brioche, bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Cristina, un abbraccio

      Elimina
  4. Questo post riflette la lentezza dei risvegli che vorrei ogni mattina..quella coccola a cui non dovremmo mai rinunciare! Bellissima colazione, posso unirmi??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu allora mi porti i pangoccioli, va bene ?
      Un super abbraccio Consu

      Elimina
  5. Mi hai trasportato nei colori e nei profumi dell'autunno....che belle foto e che bontà questo pane dall'aspetto così soffice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei davvero gentile. Un abbraccio Adenina

      Elimina
  6. Splendido, tutto.
    Un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio anche a te Giulia e grazie

      Elimina
  7. Che belle foto! mi piace l'autunno quando regala ancora il cielo così azzurro! posso dirti una cosa? io mi autoinvito! è straordinario questo panbrioche che hai preparato, con pere e mandorle ancora più gustoso! buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti accontenti del cielo grigio e dell'aria pungente di oggi, si può davvero fare. Grazie mille Silvia dei bellissimi complimenti. A presto

      Elimina
  8. Foto stupende come sempre.Questo pan brioche è meraviglioso e anche molto goloso e invitante. Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono felice Fabiola, grazie mille <3

      Elimina
  9. Che atmosfera meravigliosa cara hai saputo creare con le tue parole e questa brioche che sa di coccole e si dolce casa. Bravissima <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti piaccia, Vero. un super abbraccio a te

      Elimina
  10. Atmosfera e brioche fantastiche entrambe. Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Edvige, sei gentilissima. A presto

      Elimina
  11. Fantastico, adoriamo i lievitati e la loro magia.

    RispondiElimina
  12. Darei qualsiasi cosa per assaggiare una fetta del tuo strepitoso Pan brioche!!!!!!
    Buona serata mia cara

    RispondiElimina
  13. .....immagino, immagino ma a dirla tutta preferirei assaggiare, sempre bravissima!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai decisamente ragione. Un abbraccio Laura

      Elimina
  14. Una colazione da "signori" con questa brioche soffice e tanto invitante, brava Lisa!!!

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia Lisa, lo vorrei tanto sulla mia tavola domattina a colazione!
    E che fotografie......complimenti!
    Buona domenica!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Monica, sei sempre gentilissima. Un abbraccio

      Elimina