lunedì 19 novembre 2012

Sapori di Toscana

E' d'obbligo una premessa, una dedica e tanti ringraziamenti a Elisa e Laura, del blog Semplicemente buono  per il meraviglioso premio assegnato alla mia Variazione di funghi porcini , terza classificata al loro bellissimo contest " Passeggiando nel bosco . . . fino a tavola"


 

La mia ricetta di oggi è tutta per voi !
E allora, vi presento gli schiaccioni, ovvero i rinomati fagioli toscani dal seme bianco e dalla forma arrotondata e leggermente schiacciata. Un  prodotto di nicchia, tipico della provincia di Lucca ( soprattutto  Pietrasanta e Camaione ).
In realtà, ne ho ignorato l'esistanza fino a quando, qualche anno fa, non me li ha portati mia suocera di ritorno da Viareggio, con tanto di precise istruzioni su come cucinarli . . . In principio, li ho creduti dei semplici cannellini, forse un po' più grossi del normale, tanto che mi era venuto pure il sospetto che quel buffo nome gliel'avesse dato lei, visto che è sempre stata molto fantasiosa ! In realtà esistono eccome e sono stati una vera scoperta . . . Tenerissimi e dal gusto tanto dolce e delicato che, per apprezzarli, bastera' semplicemente lessarli adagio, evitando che raggiungano l'ebollizione, e condirli con un filo di buon olio extravergine.
Così ora, quando sono in Versilia, non mi lascio mai sfuggire l'occasione di farne una bella scorta.



VELLUTATA DI FAGIOLI SCHIACCIONI

 CON PORCINI TRIFOLATI

E CROSTINI DI PAN BRIOCHE



 
 

 
 







 
INGREDIENTI PER 4 PERSONE
 
Per la vellutata :
500 G FAGIOLI SCHIACCIONI (già sgranati )
2 RAMETTI DI SALVIA
1 RAMETTO DI ROSMARINO
1 SPICCHIO DI AGLIO
1/2 CIPOLLA DOLCE
SALE
OLIO EVO
 
Per i porcini :
300 G FUNGHI PORCINI
1 RAMETTO NEPITELLA
1 SPICCHIO DI AGLIO
SALE , PEPE
OLIO EVO

4 - 5 FETTE DI PAN BRIOCHE
1 SPICCHIO DI AGLIO
2 RAMETTI TIMO
OLIO EVO
PECORINO TOSCANO DOP STAGIONATO

Porre i fagioli in una casseruola, insaporirli con gli aromi, l'aglio a fettine e la cipolla tritata, quindi condirli con un buon giro d'olio. Versare 1 litro d'acqua, coprirli ( senza aggiungere sale ) e cuocerli per circa 40' a fuoco dolce. Quando saranno teneri, salarli, eliminare gli aromi e ridurli in crema con l'aiuto di un frullatore a immersione. Aggiustare di sapore e tenere in caldo.
Preparare i porcini : con un coltellino affilato, raschiare bene i gambi, per eliminare ogni residuo terroso, quindi pulirli delicatamente con un panno umido.  Tagliarli a tocchetti e farli insaporire in un tegame con l'aglio schiacciato, la nepitella e un giro d'olio, salarli, coprirli e cuocerli per circa 30' - 40'.
Tagliare il pan brioche a quadratini regolari ( per chi volesse cimentarsi nella preparazione del Pan brioche, la ricetta è qui ) , sistemarli in una teglia, foderata di carta forno e condirli con l'aglio a fettine, le foglioline di timo e un filo d'olio. Passarli in forno per 10' - 15', mescolandoli ogni tanto.
Versare la vellutata nelle fondine, aggiungere una cucchiaiata di funghi, qualche crostino e il pecorino grattugiato.
 
A proposito di vino : mi sposto solo di qualche chilometro, sulle colline tra Prato e Firenze, e vi propongo un Carmignano dalla grande personalità, vino storico di un' Azienda dedita da generazioni alla produzione di ottimi vini e di un eccellente olio extravergine d'oliva. La conosco, si può dire, da sempre, perchè i produttori sono miei cugini.                 Caratterizzato da un intenso color rubino e  da un elegante profumo fruttato e speziato, con sentori floreali, questo rosso giunge al palato  asciutto e vellutato, con ottima struttura e persistanza :  Capezzana Conti Contini Bonacossi - Villa di Capezzana - Carmignano DOCG  - Tenuta di Capezzana ( Carmignano - PO)
Villa di Capezzana

 






1 commento: