martedì 8 aprile 2014

Contrasti

Sono assolutamente consapevole di avere una passione per il pesce che rasenta il fanatismo, specie se crudo o marinato. E dire che sono entrata in un sushi una sola volta . Il fatto è che il pesce crudo, o lo si ama oppure lo si odia, e diciamo pure che mio marito propende decisamante per la seconda opzione. 
 Così, io preparo deliziosi e profumatissimi piatti di crostacei, carpacci e tartare, che lui puntualmente, dopo un assaggio, scotta in forno, lasciandomi giusto il tempo di salvarne una minuscola porzione. E il pretesto di farlo per i bambini  è  purtroppo inconfutabile .
Ma io non mi sono ancora arresa . . . Che si sappia !



Scampi marinata alla fava tonka

su crema di asparagi

con granella di pistacchi e quenelle di robiola di capra

 





 







 

Ingredienti per 4 persone

 
12 SCAMPONI FRESCHISSIMI
2 LIME
1 SPICCHIO DI AGLIO
SCORZETTA DI ARANCIA
SALSA DI SOIA
ERBA CIPOLLINA , MENTA
1 FAVA TONKA
RADICE DI ZENZERO
SALE
OLIO EVO
 
Per la crema
700 G ASPARAGI BIANCHI DI BASSANO DOP 
1 CIPOLLA NOVELLA
SALE
OLIO EVO
 
100 G ROBIOLA DI CAPRA
1 CUCCH . DI PISTACCHI SGUSCIATI
5 - 6 STELI DI ERBA CIPOLLINA
 
Sciacquare gli scampi, sgusciarli delicatamente, lasciando attaccate le teste, e privarli del budellino ( cioè il filo nero che si trova sul dorso). Adagiarli in una pirofila, salarli e condirli con un'emulsione realizzata mescolando olio, salsa di soia e succo di lime. Insaporire con l'aglio, diviso a metà, 3 - 4 fettine di zenzero, pelate e tritate, scorzetta d'arancia, alcune foglioline di menta e qualche stelo di erba cipollina tagliuzzato. Aggiungere mezzo lime a spicchietti sottili e cospargere il tutto con un pizzico di fava tonka grattugiata. Coprire e lasciare marinare, al fresco, per almeno un ora.


 
 
Lavare gli asparagi, eliminare la parte finale, legnosa, del gambo ( più o meno 4 cm ), quindi con uno spelucchino, o pelapatate, raschiare lo strato esterno. Tagliarli a rotelle, tenendo intere le punte,  e farli insaporire per qualche minuto, in un'ampia padella, con un filo d'olio e la cipolla tritata. Salare, diluire con due -  tre mestoli d'acqua, coprire e cuocere 15'. Aggiungere le punte e continuare la cottura per altri 20' circa. Lasciar intiepidire, quindi ridurre il tutto in crema, con un frullatore a immersione, mettendo da parte qualche punta per decorare.
Tritare finemente i pistacchi con l'erba cipollina.
Versare, nelle singole fondine, un mestolo di crema, cospargere con la granella e adagiare sopra tre scampi. Completare con una piccola quenelle di robiola e qualche aroma fresco.


 

22 commenti:

  1. Amo tantissimo anch'io il pesce e il tuo piatto è assolutamente divino!
    Un bacione cara, a presto!

    RispondiElimina
  2. No, vabbè, ma questa è davvero una ricetta da chef stellato! Dai che abbinamento fantastico! Se a Pasqua stiamo a casa mia entra di sicuro a far parte del menù!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così mi lusinghi !!!!!!!
      Bacioni

      Elimina
  3. Come ti capisco..anch'io ho una passione viscerale x il pesce e la tua personale interpretazioni mi fa letteralmente impazzire!!!! Complimenti Lisa :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E da te di sicuro il pesce è molto più buono !!!!!!!
      Grazie Consu

      Elimina
  4. Ecco, io cederei volentieri alle lusinghe che proponi per il palato carissima Lisa. Sei una grande blogger. Una tra le mie preferite. Perchè so che da te posso trovare piatti "originali" ed abbinamenti che esaltano la mia curiosità mangereccia.
    Ti abbraccio forte e spero di non fare promesse vane nell'affermare che spero di poter essere più presente qui in questo tuo angolo di paradiso.
    Ti abbraccio fortissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue parole mi riempiono davvero il cuore . Sei un tesoro. E io lo so che ci sei !!!!!!!!
      Un bacione

      Elimina
  5. Fresco e incredibilmente primaverile, la presentazione è spettacolare :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenute. Sono felice che il mio piatto vi piaccia.
      A presto

      Elimina
  6. Un quadro, uno spettacolo, non so come definirlo..
    Bravissima come sempre..

    RispondiElimina
  7. Muoio....... che piatto e' questo? Un sogno? Troppo brava Lisa. Scusa se arrivo solo adesso, ma sono giornate troppo troppo piene... bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah non morire ti prego se non chi li fa poi tutti quei favolosi dolcetti !!!!!! Guarda che io sto aspettando il post sulla pasta madre.
      Un bacione

      Elimina
  8. ahahahah non ti arrendere Lisa! :) anche io sto ancora lottando con lui che invece non mi vuole mangiare i dolci con la frutta! ma si può?!?!?! io i tuoi piattini me li gusto e pregusto da qui...purtroppo solo da qui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I dolci con la frutta ?????!!!!! beh, allora mi consolo.
      Bacioni Elena

      Elimina
  9. Risposte
    1. Ciao Chiara, ma dove eri sparita e il blog ? Mi sa vengo a controllate !!!!
      Baci

      Elimina
  10. ed io sono davvero felice di questa tua passione per il pesce (passione anche mia ma non sono così brava come te come in questa ricetta favolosa) la fava tonka mi manca, le foto poi parlano da sole!! Finalmente sono anche riuscita ad aggiungermi ai tuoi followers, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia ciao, grazie !!!!! Sono molto felice di averti qui.
      Baci e buon weekend

      Elimina
  11. Ma tu cara sei l' artista del pesce ogni volta mi delizi con ricette meravigliose. P.s. anche io mangerei pesce crudo a vita ;) Bacii e buon w.e.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiiii, che bontà e le salsine che ci puo mettere . Delizia !!!!!
      Bacioni anche a te

      Elimina