sabato 12 gennaio 2019

La scodella felice

E' gennaio e fuori si gela . Insomma , il momento ideale per  abbandonarsi al supremo piacere di un piatto fumante , cremoso e sano che accarezzi e scaldi nelle lunghe sere d'inverno .
Il mio progetto del weekend è tutto qui : nuvole di tepore e candide bontà .




Passatina di ceci

con baccalà mantecato e crostini di pane nero















Ingredienti per 6 - 8 persone

500 GR CECI SECCHI
2 RAMETTI SALVIA
2 FOGLIE ALLORO
1 SPICCHIO D'AGLIO
SALE
OLIO EVO

Per il baccalà mantecato
500 GR STOCCAFISSO AMMOLLATO
1/2 SPICCHIO D'AGLIO
SALE , PEPE
OLIO EVO LEGGERO

1 FILONCINO DI PANE NERO


Raccogliere i ceci in una terrina piena d'acqua e lasciarli in ammollo per almeno 12 h .
Per il baccalà mantecato .
Sciacquare il pesce, spinarlo e sistemarlo in una casseruola , che lo contenga di misura, quindi coprirlo d'acqua e portarlo a bollore, a fuoco medio ( circa 15' - 20' ). Quando avrà raggiunto l'ebollizione e si sarà formata in superficie una bella schiuma, spegnere il fuoco e lasciarlo riposare , immerso nella sua acqua, per una decina di minuti. Scolarlo, conservando un paio di mestoli di brodo, quindi posizionarlo su un tagliere e privarlo della pelle e delle eventuali lische residue.
Sminuzzarlo e trasferirlo in una ciotola, se si intende procedere a mano, oppure  nel vaso della planetaria , munita di frusta a foglia , o in alternativa nel bicchiere del frullatore ( usato a intermittenza ). Salarlo, profumarlo con l'aglio, sbucciato e tritato, e iniziare a montarlo, versando un mestolino del suo brodo e poi l'olio a filo, fino ad avere una mousse soffice, liscia e compatta ( ci vorranno almeno 30') . Se proprio non si riuscisse ad ottenere la consistenza desiderata, aggiungere un paio di cucchiai di panna e continuare a mantecare .
Per la passatina.
Sciacquare abbondantemente i ceci e trasferirli in una pentola a bordi alti con l'aglio schiacciato , la salvia e l'alloro . Coprirli a filo d'acqua e cuocerli , a fuoco dolce , per circa 2 h, o finché non saranno teneri , salando solo a fine cottura . eliminare gli aromi , condire con un buon giro d'olio e frullare il tutto , con l'aiuto di un minipimer . passare al colino fine , in modo da avere una crema liscia e fluida, aggiustarla di sapore e tenerla in caldo .
Affettare il pane e tostarlo in forno .
Distribuire la passatina nelle fondine , irrorare con un filo d'olio e completare con una quenelle di baccalà .






domenica 6 gennaio 2019

Come ti riciclo il Pandoro




Ogni gennaio inizia sempre un po' così : un'agenda bianca da incignare , promesse da mantenere e sogni da realizzare . Ma prima di assecondare l'ossessione per i mille vorrei e illusori farò , mi piace pensare che oggi si possa ancora respirare aria di festa e magari cedere alla più pericolosa delle tentazioni natalizie .
La ricetta della crema pasticcera , giusto per non complicarsi troppo la vita , è quella del maestro Santin , il resto si fa da sé .

Buona Epifania




Bicchierini di Pandoro

con crema chantilly e pere al Passito




















Ingredienti per 8 bicchierini

PANDORO
2 PERE WILLIAM
200 ML PASSITO DI PANTELLERIA
150 ML ACQUA
1 ARANCIA BIO
CIOCCOLATO FONDENTE

Per la crema chantilly
500 ML LATTE FRESCO INTERO
250 GR PANNA FRESCA
100 GR TUORLI ( circa 4 tuorli grandi )
150 GR ZUCCHERO SEMOLATO
80 GR FARINA
1 LIMONE BIO
1/BACELLO DI VANIGLIA  


Preparare la crema pasticcera .
Incidere il baccello di vaniglia , nel senso della lunghezza  , con un coltellino ed estrarre i semini .
Versare il latte in una casseruola con la scorza gialla di mezzo limone e il baccello e portarlo a bollore.
Riunire in una terrina i tuorli con lo zucchero e lavorarli con una frusta , fino ad avere un composto chiaro e spumoso, quindi profumare con la scorzetta di limone rimasta , grattugiata finemente , e la vaniglia . Incorporare la farina setacciata, badando di non formare grumi, e diluire a filo con il latte caldo filtrato . Mettere la crema sul fuoco e , senza mai smettere di mescolare , portarla dolcemente al primo bollore . Lasciarla sobbollire un paio di minuti, finché non sarà densa e setosa , quindi trasferirla  in una ciotola e coprirla con un foglio di pellicola trasparente a contatto con la superficie, per evitare che si formi la pellicina  .
Una volta fredda, aggiungere la panna montata , amalgamandola delicatamente con movimenti dal basso verso l'alto , coprire la chantilly e trasferirla in frigorifero .
Nel frattempo versare in un pentolino l'acqua, il passito e il succo d'arancia, portare a bollore e  immergervi le pere , sbucciate , divise in 4 e private del torsolo . Lasciarle qualche minuto sul fuoco, quindi spegnere e farle raffreddare immerse nello sciroppo . Scolare le pere e cubettarle .
Tagliare il Pandoro a fette e poi a dischetti , della stessa circonferenza dei bicchierini, (oppure a dadini ) e bagnarli con lo sciroppo . 
Comporre i bicchierini : sistemare sul fondo un dischetto di pandoro , unire qualche dadino di pera , coprire con un paio di cucchiai di crema e spolverizzare con il cioccolato a scagliette , quindi procedere con un secondo strato , terminando con  il cioccolato .
Passare i bicchierini in frigo , almeno un'ora , a rassodare e servire .




domenica 23 dicembre 2018

Christmas in the air

Finalmente la magia dorata del Natale aleggia nell'aria , puntuale , familiare e rassicurante.
Io mi preparo alla festa incantata di sempre e vi auguro un Natale scintillante.

 Che siano solo istanti preziosi , regali inattesi , leggerezza e ottimo cibo .





Scampi marinati alla melagrana e arancia
con avocado e salsa alla curcuma
















Ingredienti per 4 persone

16 - 20 SCAMPI FRESCHISSIMI ( già abbattuti )
2 ARANCE BIO
1 MELAGRANA
1 AVOCADO
1 LIMONE BIO
1 CIPOLLOTTO ROSSO
1 SPICCHIO D'AGLIO
MISTICANZA
BASILICO , ERBA CIPOLLINA ,
1 CUCCH . MIELE DI ACACIA
SALE AFFUMICATO
SALE ROSA
OLIO EVO

Per la salsa
2 TUORLI SODI
2 CUCCH . INI MIELE
1 CUCCH . INO DI SENAPE
1 CUCCH . INO DA CAFFE' DI CURCUMA
100 G YOGURT GRECO
SALE
OLIO EVO


Sciacquare gli scampi, sgusciarli ed eliminare il budellino , che si trova lungo il dorso. Allinearli in una pirofila, salarli e insaporirli con gli aromi e l'aglio a fettine.
Spremere un'arancia , mezzo limone e mezza melagrana ( sgranare l'altra metà e tenere da parte i chicchi ). Filtrare il succo ed emulsionarlo con il miele e un giro abbondante d'olio, quindi versare l'intingolo sui crostacei, coprirli e passarli in frigorifero per almeno 1 ora.
Nel frattempo, preparare la salsa : frullare i tuorli con un pizzico di sale, il miele, la senape e la curcuma, unendo l'olio a filo, fino ad avere un composto liscio e ben montato. Aggiungere lo yogurt e frullare ancora , quindi trasferire la salsa in una ciotola e passare in frigo a rassodare per 1 h.
Poco prima di servire, dividere a metà l'avocado, eliminare il nocciolo , sbucciarlo e tagliarlo a dadini. Spruzzarlo subito con il succo di limone, per non farlo annerire,  e riunirlo in una terrina con il cipollotto tritato e i chicchi di melagrana tenuti da parte. Salare , irrorare con un filo d'olio e amalgamare il tutto con cura.
Mondare l'insalata e distribuirla in un piatto con l'avocado, quindi profumare con qualche fogliolina di basilico e completare con gli scampi  , ben sgocciolati . Irrorare con un filo d'olio e servire con la salsa .

















lunedì 17 dicembre 2018

Profumo di spezie

Vi confesso che l'ozio beato di una mattina pigra e un po' grigia, mi sembrava ormai un lusso irraggiungibile . Invece oggi mi godo un briciolo di quiete , prima di essere risucchiata dal frenetico vortice pre-natalizio , e vi racconto un piatto che amo alla follia . Un po' perché riempie l'aria di avvolgenti sentori speziati e fruttati e un po' perché sprigiona , ad ogni boccone, un aroma intenso , caldo e pungente . Io lo preparo praticamente da sempre ,  ma se per caso voi non aveste la mia stessa smania per polveri dorate e altre magie,  usate il curry, che in fondo  le comprende più o meno tutte.



Pollo speziato
con mela , lime e yogurt



















Ingredienti per 6 persone 

1 KG PETTO DI POLLO
200 ML DI PANNA FRESCA
200 GR YOGURT BIANCO ( Oppure brodo vegetale al posto della panna e 400 gr yogurt )
4 POMODORI RAMATI ( circa 550 gr )
3 FOGLIE D'ALLORO E 1 RAMETTO DI SALVIA E TIMO
3 LIME
2 MELE GIALLE
2 SPICCHI D'AGLIO
1 CIPOLLA DOLCE
4 - 5 CHIODI DI GAROFANO
4 - 5 FETTINE DI ZENZERO FRESCO
2 - 3 CAPSULE DI CARDAMOMO
3 CUCCH . INI DI CURCUMA
2 CUCCH . INI DI CUMINO
1 CUCCH . INO DI CANNELLA
NOCE MOSCATA
1 PEPERONCINO
ZUCCHERO DI CANNA
FARINA
SALE
OLIO EVO

Per il riso pilaf
300 GR RISO BASMATI
1 CHIODO DI GAROFANO
1 FOGLIA D'ALLORO
SALE
OLIO EVO


Tagliare il pollo a cubotti , infarinarli e rosolarli a fuoco medio con un filo d'olio , gli aromi , i chiodi di garofano e il cardamomo , finché non saranno dorati ( circa 20' ) .
Nel frattempo frullare la cipolla con l'aglio e lo zenzero  .
Sbucciare le mele , detorsolarle , grattugiare e spruzzarle con qualche goccia di succo di lime . Sbucciare i pomodori , privarli dei semi e ridurli in minuscola dadolata ( oppure frullarli ) .
Salare il pollo e profumarlo con abbondante noce moscata, il peperoncino , le altre spezie e la pasta di cipolla , aglio e zenzero . Amalgamare con cura , lasciare insaporire il tutto per qualche minuto e unire le mele  e il succo di due lime . Aggiungere infine i pomodori , cospargere con un cucchiaino di zucchero di canna, mescolare bene e diluire con la panna ( oppure con un paio di mestoli di brodo ) . Coprire e cuocere , a fuoco dolce , per circa 30' - 40' .
Poco prima del termine , eliminare gli aromi , mantecare con lo yogurt , alzare la fiamma e lasciare addensare leggermente il fondo .
Sciacquare il riso , asciugarlo e tostarlo velocemente in un tegame con un filo d'olio , un chiodo di garofano e una foglia d'alloro . Versare 600 ml di acqua calda salata ( oppure brodo vegetale ) , coprire e cuocere per circa 10' - 12' , o quanto indicato nella confezione . A cottura ultimata , il riso avrà assorbito tutta l'acqua . Spegnere il fuoco , trasferirlo in una terrina , sgranarlo con la forchetta e tenerlo in caldo .
Sistemare il pollo in un piatto con il suo intingolo, decorarlo con fettine di lime e servirlo con il riso pilaf .




giovedì 29 novembre 2018

Hummus mania

Mi sciolgo al tepore di una passatina , impazzisco per la cecina e adoro falafel e altre piccole delizie . Ma se proprio vogliamo parlare di ceci, ammetto di nutrire una passione quasi maniacale per l'hummus . Un'incantevole salsina Mediorientale  a base di ceci , cumino , pasta di semi di sesamo ( tahina ), aglio e paprika , ormai famosa in tutto il mondo . 
Si prepara in un lampo , sprigionando un intenso profumo tostato e speziato , ed è irresistibile spalmata sul pane caldo o servita come accompagnamento di verdure crude e polpettine .
Io sarei capace di mangiarne quantità esagerate , semplicemente a cucchiaiate , e voi ?


Hummus 















Ingredienti per 4 persone

150 GR CECI SECCHI ( Oppure 400 gr di ceci già lessati )
2 CUCCH . INI DI TAHINA
1 SPICCHIO D'AGLIO
1/2 LIMONE BIO
CUMINO
PAPRIKA
PREZZEMOLO
SALE
OLIO EVO

Raccogliere i ceci in una terrina piena d'acqua e lasciarli in ammollo per almeno 12h  .
Al termine , sciacquarli abbondantemente , trasferirli in una pentola a bordi alti , coprirli a filo d'acqua e cuocerli , a fuoco dolce, per circa 2 h, o finché non saranno teneri, salando solo a fine cottura.
Scolare i ceci, conservando un mestolino della loro acqua , lasciarli intiepidire e strofinarli delicatamente tra le mani per eliminare la pellicina che li ricopre.
Riunirli nel bicchiere del frullatore , oppure del minipimer , con uno spicchio d'aglio , una spruzzata di succo di limone, la tahina , un cucchiaino di cumino e una spolverata di paprika , quindi salare , aggiungere 4 cucchiai d'olio e frullare , fino ad avere una crema densa e liscia . Nel caso in cui la salsa risultasse troppo consistente o grumosa , unire un po' d'acqua di cottura dei ceci e frullare ancora. 
Aggiustare l'hummus di sapore, trasferirlo in una ciotola e completare con un filo d'olio , un pizzico di paprika e del prezzemolo tritato . Servirlo con la classica pita calda, crostini ,  focaccine o crudités .





mercoledì 21 novembre 2018

Agrodolci sapori

Capita che una mattina ti svegli intirizzita , spalanchi i balconi e ti accorgi che , oltre le nuvole , fanno capolino le prime cime innevate . Ti godi l'atmosfera ovattata , prima che il candore si dissolva al sole, e rifuggi il gelo preparando il piatto più familiare , profumato e succulento che ci sia .




Faraona in tegame

con aceto balsamico , arancia e miele




















Ingredienti per 4 persone

1 FARAONA TAGLIATA A PEZZI
3 ARANCE BIO
2 CUCCH. DI MIELE DI ACACIA
2 SPICCHI D'AGLIO
2 RAMETTI DI ROSMARINO , SALVIA , TIMO
2 FOGLIE ALLORO
6 BACCHE DI GINEPRO
2 CHIODI DI GAROFANO
1 CIPOLLOTTO
1 BICCH . DI ACETO BALSAMICO
NOCE MOSCATA
ZUCCHERO DI CANNA
VINO BIANCO
SALE
OLIO EVO

Privare la faraona della pelle.
Riunire in una ciotola, il succo di due arance, un bicchiere di vino , l'aceto , il miele e mescolare il tutto. Profumare con gli aromi, le spezie , gli spicchi d'aglio divisi a metà e il cipollotto tritato. Immergere i pezzi di faraona nella marinata  , coprire e lasciare riposare, al fresco, per almeno 1 h.







Trascorso il tempo , sgocciolare bene i pezzi di faraona e sistemarli in un ampio tegame con un giro d'olio , gli aromi e l'aglio della marinata. Rosolarli a fuoco vivace per qualche minuto, girandoli su ogni lato, quindi salarli , sfumarli con il vino e ,bagnarli con l'intingolo filtrato. 
Coprire, abbassare la fiamma e cuocere per circa 1 h e 20', girando la carne di tanto in tanto.
Al termine, aggiungere  l'arancia rimasta , lavata e tagliata a fettine sottili , cospargere con un cucchiaino di zucchero di canna e lasciare leggermente restringere il fondo di cottura .
Trasferire la faraona su un piatto con le fette d'arancia e irrorare  il tutto con il sughetto caldo .


lunedì 12 novembre 2018

Comfort food d'Autunno

Un po' per rimediare a questo novembre così umido e piovoso , un po' per approfittare degli ultimi porcini di stagione, ma soprattutto perché era l'immancabile profumo delle mie domeniche di bambina . 
Se poi ci mettiamo che oggi finalmente splende il sole, allora il lunedì mi sembra un po' meno lunedì .
Buona settimana




Sottofiletto di manzo al Chianti

con funghi porcini

















Ingredienti per 6 persone

1,2 KG SOTTOFILETTO DI MANZO
5 BACCHE DI GINEPRO
5 CHIODI DI GAROFANO
2 SPICCHI DI AGLIO
1 CIPOLLOTTO
1,5 BICCH . DI CHIANTI
SENAPE DELICATA
WORCESTER SAUCE
1 RAMETTO DI : MIRTO , SALVIA , ROSMARINO, TIMO
2 FOGLIE DI ALLORO
SALE
OLIO EVO

Per i funghi:
1 KG PORCINI FRESCHI
1 SPICCHIO DI AGLIO
2 RAMETTI DI NEPITELLA
OLIO EVO
SALE


Sistemare la carne in una pirofila, irrorarla con un bicchiere di olio e profumarla con  gli spicchi d'aglio divisi a metà, il cipollotto affettato, qualche goccia di worcester sauce, gli aromi e le spezie. Coprire la pirofila e conservare la carne al fresco per almeno un'ora, girandola di tanto in tanto.
Nel frattempo, preparare i porcini : con un coltellino affilato, raschiare bene i gambi, per eliminare ogni residuo terroso, quindi pulire delicatamente i funghi con un panno umido.  Affettarli e farli insaporire in un tegame con l'aglio schiacciato, la nepitella e un giro d'olio. Salarli, coprirli e cuocerli per circa 30' - 40'.
Pennellare il sottofiletto con la senape e trasferirlo in una casseruola, con l'olio della marinata filtrato. Rosolarlo a fuoco medio per circa 20' per parte, salando solo la parte già dorata ( temperatura al cuore 50° - 55° per l'ideale cottura al sangue) . Posizionare la carne su un tagliere e lasciar riposare per 10'.
Rimettere intanto la casseruola sul fuoco, deglassare il fondo di cottura con il vino  rosso e farlo addensare leggermente, mescolando con una piccola frusta. 
Affettare la carne non troppo sottile e allinearla su un piatto . Irrorarla con il suo sughetto, ben caldo , e servirla con i funghi .