sabato 13 ottobre 2012

Benvenuto autunno

Ogni stagione è una sorpresa di colori, profumi e sapori inconfondibili. L'autunno però porta con sè qualcosa di speciale e suggestivo : dalle sfumature dorate e, a volte, un po' malinconiche del paesaggio, a quell' atmosfera intima, accogliente e rassicurante che riempie la casa. E anche la cucina si apre a gusti nuovi : sapori pieni e intensi, contrasti decisi e stuzzicanti e aromi avvolgenti. E quando si parla di delizie autunnali, la prima a cui perso sono senza dubbio i porcini, protagonisti indiscussi della tavola di stagione. E allora, come non approfittare di un ingrediente tanto delicato, profumato e versatile ?
 
 

VELLUTATA DI PORCINI

CON BIGNE' ALLO STRAVECCHIO




 

 
 
INGREDIENTI PER 4 PERSONE
 
Per la Vellutata :
6OO G PORCINI
1 SPICCHIO DI AGLIO
3 RAMETTI DI NEPITELLA
1/2 PEPERONCINO
1 POMODORO RAMATO
SALE
OLIO EVO
 
Per 20 Bignè :
30 ML ACQUA
30 ML LATTE
24 G BURRO
40 G FARINA
1 UOVO 
STRAVECCHIO DI MALGA 
SALE 
CURCUMA
NOCE MOSCATA
 
50 G STRAVECCHIO  DI MALGA
 
Pelare il pomodoro, privarlo dei semi e tagliarlo a dadini.
Con un coltellino affilato, raschiare bene i gambi dei porcini, per eliminare ogni residuo terroso, quindi lavarli delicatamente con l'aiuto di un panno umido. Affettarli e farli insaporire in un tegame con l'aglio schiacciato, la nepitella e un giro d'olio,  aggiungere il peperoncino e il pomodoro, salare,  allungare con il brodo, coprire e cuocere per circa 30' - 40', mescolando di tanto in tanto.
Mettere da parte qualche porcino, per decorare i piatti, e ridurre il resto in crema, con un frullatore a immersione, aggiustare di sapore e tenere in caldo.
Bigne': in un pentolino, riunire latte, acqua e burro e portare lentamente a ebollizione, con un cucchiaino di sale, versare poi la farina tutta in una volta e cuocere, mescolando, finché il composto non si staccherà dai bordi della pentola. Trasferire in una terrina e incorporare l'uovo, 3 - 4 cucchiai rasi di stravecchio grattugiato, una punta di coltello di curcuma e una generosa spolverata di noce moscata. Lasciare raffreddare il composto, quindi, con le mani, formare tante palline grosse come una nocciola e allinearle, un po' distanziate tra loro, in una placca foderata di carta forno, cospargere con un pizzico di sale e infornare a 180° per circa 20 minuti, avendo l'accortezza di girarli a metà cottura.
Versare la vellutata nelle fondine, cospargere con il formaggio grattugiato, sistemare 3 bignè su ognuna e decorare con qualche porcino. Servire i rimanenti bignè a parte.
 
 
 
 
Partecipo al contest di Vale e Cinzia :
 
 

4 commenti:

  1. Ciao Lisa, benvenuta! Questa vellutata è un piatto perfetto per accogliere l'autunno e l'idea di metterci dei bigné allo Stravecchio mi piace parecchio...mi fa sentire più vicina la montagna che quest'estate mi è mancata parecchio...
    Grazie mille e a presto,
    Vale

    RispondiElimina
  2. un'idea molto bella, elegantissimi questi bigné con il ripieno di formaggio (e che formaggio!) BRAVA davvero, grazie!

    RispondiElimina
  3. Idea originalissima. Ti seguo con piacere. se ti va passa a trovarmi. A presto. www.dolciarmonie.blogspot.it

    RispondiElimina
  4. Oh ma che ricetta!!!! Bellissima e particolare e sicuramente buonissima!!!!! Grazie mille aggiungo subito!

    RispondiElimina